L’Olimpia fa il bis: Trento resiste 15 minuti, semifinale ad un passo

I biancorossi dominano anche il secondo episodio della serie dei quarti e domenica sarà già match point

L’Olimpia Milano è ad un passo dalla semifinale. Replicando quanto fatto 24 ore fa, la squadra biancorossa domina anche il secondo episodio della serie (93-79) e conquista il secondo punto contro la Dolomiti Energia Trentino. Gli ospiti resistono un quarto e mezzo, il tempo di stringere le maglie difensive e di assistere allo show del Chacho, tra canestri e assist per i compagni, scappando in doppia cifra di vantaggio. Ci pensano, poi, LeDay e Moraschini a chiudere i conti nel terzo periodo, quando si va oltre i 20 punti di distacco ed il pensiero corre già al primo match point. 

Olimpia Milano vs Trento | La partita

Messina conferma il roster di ieri, con il cambio obbligato Shields-Roll, ed il primo tempo è equilibrato, con i biancorossi spesso avanti e gli ospiti pronti a tornare sotto, soprattutto con le giocate vicino a canestro di Martin. Come accaduto in gara 1, l’AX rientra con un’altra durezza ed intensità difensiva nel secondo periodo e Trento fatica terribilmente a trovare la via del canestro. Dall’altra parte, poi, va in scena lo show di Rodriguez: il Chacho piazza tre triple e serve assist al bacio, per dare prima la doppia cifra di vantaggio e poi firmare il +14, con l’alley-oop per la schiacciata di LeDay. 

L’Olimpia rientra distratta e prende un parziale di 8-0, per la furia di Messina, che permette agli ospiti di riavvicinarsi a -6. È Punter a sbloccare i biancorossi, anche se arriva il precoce quinto fallo di Delaney per un tecnico, dopo un fallo in attacco. Tuttavia, l’AX ritrova la sua fluidità offensiva, torna aggressiva in difesa ed allunga nuovamente, salendo a +20 (67-47 al 27’) con LeDay e Moraschini. La partita viene chiusa in avvio di quarto periodo, quando c’è ancora lo spagnolo a martellare il canestro trentino. Domenica c’è gara 3 e Milano avrà la chance di chiudere i conti. 

Olimpia Milano vs Trento | Il tabellino

AX ARMANI EXCHANGE MILANO-DOLOMITI ENERGIA TRENTINO 93-79 (23-21, 49-35, 73-53)

Clicca qui per il tabellino del match

Olimpia Milano calendario | I prossimi appuntamenti

La terza sfida dei quarti di finale si giocherà domenica sera (ore 20.45) sul parquet di Trento, mentre l’eventuale gara 4 si giocherà martedì. 

Le scelte di Ettore Messina per gara 2

Alle 19 scatterà gara 2 dei quarti di finale tra Olimpia Milano e Dolomiti Energia Trentino, al Mediolanum Forum, dopo il primo punto biancorosso di ieri. Oltre all’infortunato Shavon Shields, il coach biancorosso Ettore Messina ha deciso di escludere Davide Moretti, Vlado Micov e Kaleb Tarczewski per il turnover.

Dunque, a parte il rientro per Michael Roll per lo stop all’ex di turno, le stesse scelte di 24 ore fa.

11 thoughts on “L’Olimpia fa il bis: Trento resiste 15 minuti, semifinale ad un passo

  1. Direi bene, 2-0 con il minimo sforzo.

    Ottima notizia il fatto che Messina abbia affermato che non ci sono dubbi riguardo la presenza di Shields a Colonia

  2. Ottimo e abbondante. Questa Trento non ha davvero i numeri per poterci impensierire. Ora vediamo di chiuderla domenica stessa, così abbiamo tempo per preparare i prossimi impegni: Venezia – Barcellona – finale (spero) Venezia.

  3. Molto contento per il Morasca di rivederlo convinto.
    Per lui la parte fisica è fondamentale e suppongo abbia sofferto tantissimo il calo.
    Certo Messina lo maltratta come se non ci fosse altro scopo nella vita, sarà un segnale che ci tiene!?

    Poi un commento su Brooks, che condivido rifiuti il canestro a volte in modo esagerato, ma che sta però diventando un Hines 2 in quanto a scarichi. Stasera ne ho contato almeno 4.

  4. Non commento le pagelle ma darei un voto alla squadra 8 per come ognuno entra e porta acqua al mulino e come in un puzzle sta al suo posto e contribuisce a creare il quadro ed il pittore è Messina che ha creato in un anno di lavoro questo risultato.

    Non voglio creare polemiche ma è incredibile e molto fastidioso che bisogna sopportare commenti irreali su alcuni giocatori e poi quando questo giudizi si rivelano errati non c’è mai uno che dica “scusate mi ero sbagliato , ho avuto troppa fretta nell’emettere quella sentenza”.
    Di questi casi ce ne sono stati tanti, ma tanti e mai ho letto una piccola autocritica.
    L’ultimo in ordine di tempo è il caso Moraschini, un altro giocatore finito, non da Olimpia da sostituire l’anno prossimo con l’italianissimo Luca Doncic o con la certezza Tonut, che sicuramente se viene all’Olimpia spacca.

    Ecco solo una volta, una volta solo ..una piccola autocritica, senno è troppo facile perchè sappiamo che anche l’orologio fermo segna due volte al giorno l’ora giusta

    1. Ti sbagli e adesso non scherzo, io ho scritto sbagliando, che Delaney avrebbe potuto dare di più, ignoravo allora i suoi guai al ginocchio, per poi ricredermi. Effettivamente in difesa non è mai venuto meno. Se poi ti riferisci a Gaetano e non a me, non ci sperare lo ha scritto chiaro e tondo. A lui Messina non piace ed alcuni giocatori non sono da Olimpia. Moraschini, Brooks, Roll etc. A prescindere dai risultati raggiunti e che raggiungeremo. D’altra parte ci sono i Terrapiattisti, i no Vax, quelli che la famiglia è solo etero, chi sostiene che gli uomini non sono tutti uguali e caro lei quando c’era lui…etc. etc. Comunque forza Olimpia adesso vogliamo dira la nostra a Colonia e sullo scudetto in Italia

      1. Ovviamente non parlavo di te, Orlando.
        Ma non voglio neppure parlare più degli altri. Basta.
        Conta solo l’Olimpia.

  5. Messina ha accontentato chi voleva il quintetto italiano e nel giro di 3 minuti parziale di meno 9.
    Ragazzi basta dire cazzate

  6. Non so se lo ha fatto apposta per smentire qualche amico del blog 😁 però il quintetto nostrano rischiava davvero di farci fare un finale da brivido; ha dovuto integrare con Punter LeDay e Rodriguez ma per fortuna tutto è andato liscio stasera.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Ettore Messina: Ci siamo accesi e spenti due o tre volte, non è una cosa positiva

Ettore Messina commenta il successo in gara-2 con Trento: Vinto con merito una gara più difficile di quanto possa dire il punteggio

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
UM Eagles
La risposta degli UM agli Eagles: Vi aspettiamo… senza Digos

Botta e risposta tra gli Eagles Cantù e gli Ultras Milano. Dopo lo striscione fuori dal Forum, ecco la risposta...

Chiudi