Olimpia Milano vs Trento | Gara 2 | Le pagelle di RealOlimpiaMilano

I voti della vittoria in gara 2: Rodriguez domina, LeDay superlativo, ancora bene Moraschini e Biligha

Punter 6.5 – Non alza particolarmente le marce, ma segna alcuni canestri importanti, tra cui la tripla per interrompere il parziale trentino di inizio secondo tempo.

LeDay 7.5 – Subisce tanti falli nel finale di primo tempo e converte, poi si erge a protagonista nel corso della ripresa, spaccando definitivamente la partita.

Moraschini 7 – Parte in quintetto, dopo l’ottima prova di ieri, e conferma le ottime impressioni di 24 ore prima. Trova fiducia anche al tiro e fa buone giocate anche dietro.

Roll 6 – Prescelto per sostituire Shields, un canestro e qualche brano difensivo.

Rodriguez 8 – Lo show dello spagnolo tramortisce l’Aquila nel secondo periodo, per poi proseguire a disegnare basket anche nella ripresa.

Biligha 6.5 – Conferma grande solidità, meritandosi tutto lo spazio concessogli da Messina.

Cinciarini sv – In campo a partita già in archivio.

Delaney 5.5 – Innervosito dal metro arbitrale, alterna buone giocate ad alcuni errori. Esce molto presto per cinque falli, nella prima parte del terzo quarto. 

Brooks 5.5 – Qualche brano difensivo, ma non incide nel match.

Hines 6.5 – I primi minuti soffre Williams, poi sale di tono difensivamente ed è un elemento del break biancorosso.

Datome 6 – Non importante come in gara 1, ma un paio di sue giocate ci sono.

Wojciechowski sv – Pochi minuti a partita finita.

Coach Messina 7 – Altro giro e altro dominio. Decide di andare con gli stessi di ieri, ovviamente escluso Shields, e la squadra risponde nuovamente, senza soffrire e distribuendo i minuti. 

17 thoughts on “Olimpia Milano vs Trento | Gara 2 | Le pagelle di RealOlimpiaMilano

  1. Non commento le pagelle ma darei un voto alla squadra 8 per come ognuno entra e porta acqua al mulino e come in un puzzle sta al suo posto e contribuisce a creare il quadro ed il pittore è Messina che ha creato in un anno di lavoro questo risultato.

    Non voglio creare polemiche ma è incredibile e molto fastidioso che bisogna sopportare commenti irreali su alcuni giocatori e poi quando questo giudizi si rivelano errati non c’è mai uno che dica “scusate mi ero sbagliato , ho avuto troppa fretta nell’emettere quella sentenza”.
    Di questi casi ce ne sono stati tanti, ma tanti e mai ho letto una piccola autocritica.
    L’ultimo in ordine di tempo è il caso Moraschini, un altro giocatore finito, non da Olimpia da sostituire l’anno prossimo con l’italianissimo Luca Doncic o con la certezza Tonut, che sicuramente se viene all’Olimpia spacca.

    Ecco solo una volta, una volta solo ..una piccola autocritica, senno è troppo facile perchè sappiamo che anche l’orologio fermo segna due volte al giorno l’ora giusta

    1. Sempre con questo refrain: la tua richiesta di fare pubblica ammenda altrui se succede qualcosa che è contrario a quanto uno pensasse in precedenza, in questo caso il Morasca che mette finalmente la testa fuori dalla sabbia: come detto nel mio post gliene do atto e sono molto contento di ciò, ma tengo a precisare che i miei giudizi sono l’analisi del presente anche in prospettiva futura e non una predizione di quello che sarà.

      Se ti fa piacere sentirlo dire posso cospargere il mio capo di cenere, ma non condivido il fatto che tu tracci una sorta di filo che collega tutti i post del blog delineando una sorta di romanzo popolare che ogniuno di noi scrive: gran parte di essi sono frutto di giudizi del e nel momento in cui vengono fatti, senza altri fini e come dice Grillo: il blog è liquido e non ne trarrei da ciò quella struttura morale che tu vorresti fosse

      1. La società liquida non mi piace. Non promette nulla di buono.

        L’onesta intellettuale presume che si possa giudicare e fare profezie , ma poi se si è sbagliato lo si ammette.
        Non prendi la varicella se dici avevo torto. Altrimenti e’ troppo facile e disonesto. Vale per il blog e vale per la vita.

        Purtroppo ho memoria da vecchio elefante e non scordo la merda che è stata versata sull’allenatore, giocatori e alcuni commentatori del sito tipo Palmasco e Orlando.
        Quindi permettimi questa piccola debolezza di ricordare le sconcezze che sono state scritte in questi mesi.
        Senza rancore…baci

      2. @Iellini non contano vero gli insulti volgari (a dir poco) e le continue provocazioni che invece lo stesso che hai nominato (Palmasco) ha versato contro chi non la pensava come lui? Nel momento che lui non rispetta il prossimo non puoi pretendere che gli altri stiano zitti a subire i suoi insulti in silenzio senza reagire.

      3. ….e abbracci; bene se ti aggrada ergerti all’interno del blog come il moralista, anzi il “moralizzatore”: ogniuno è libero di interpretare la propria parte nel meraviglioso mondo dei social, ma non confondiamolo con “la vita” onde appesantire il tutto con quello che potrebbe risultare come moralismo perbenista di facciata utile solo per trarre giudizi sommari d’accatto.

        Piccolo consiglio: non prenderti troppo sul serio, per parte mia, quello che esprimo è ispirato da onestà intellettuale, ma anche da leggerezza e ironia e nulla ho da rimproverarmi per ciò che nel mio “romanzo popolare” ho fin qui dichiarato

      4. Iellini, nel corso della stagione ho salvato un po’ di screenshot e di link a thread. Ci aggiorniamo a giugno. 🙂

      5. @Tate, eravate 4 amici al bar, poi Palmasco (il convitato di pietra) vi ha lasciato……

        @Tate, addirittura salvato screenshots e quant’altro! Questo si configura come parafilia del blog…..brutte notizie per te, è una malattia, a giugno proietta pure le diapositive salvate sul muro….di quel bar: buona visione!

  2. Davvero bentornato Ricky Moraschini! Grande presenza sui due lati del campo, tornato ad attaccare il ferro senza remore, con il suo fisico diventa un problema fermarlo.

  3. Secondo me anche Biligha sta facendo un buon PO, certo non è Trento il test più probante per i lunghi ma ha messo punti importanti quando la partita era aperta e quando Loro avevano rosicchiato qualcosa. Mezzo punto in più ?
    Su Moraschini ad onor del vero bisogna dire che per parecchio tempo Messina gli ha dato quasi 0spazio in EL ed il minimo in LBA e Riccardo credo abbia bisogno di qualche minuto per entrare in partita, non è uno di quelli che si alzano dalla panchina e fanno subito qualcosa tipo Rodriguez.

  4. Capitolo Roll: a mio giudizio personale è un giocatore che non sposta nessun equilibrio e in giro ci sono giocatori più forti. Infatti nei momenti decisivi come nella Coppa Italia o nei play-off di LBA lui è sempre stato escluso dai 12 (ieri è stato inserito solo per l’assenza di Shields).

    Capitolo Brooks: per me rimane un giocatore sopravvalutato ed incompleto perché in attacco è inesistente, mai un iniziativa mai um tiro non si prende nessuna responsabilità, dimostra di essere senza carattere e personalità. Il nostro coach predilige giocatori che sappiano fate entrambi le fasi giocatori che sappiano difendere e attaccare e a Brooks manca completamente questa fase è infatti piano piano Messina gli ha ridotto lo spazio sia in Eurolega sia in LBA. Preferisco di gran lunga un giocatore che tira 10 volte anche sbagliandone 8 ma che almeno ci prova cosa che non fa Brooks.

    Capitolo Moraschini: io non ho mai scritto che è un giocatore finito o che non è da Olimpia o che deve essere sostituito da Tonut ma ho sempre espresso che dopo un buon inizio di stagione tra LBA ed Eurolega invece di progredire ha regredito al punto che Messina giocoforza gli ha concesso sempre meno spazio in entrambe le competizioni. Ora sono contento che ha fatto due buone e incoraggianti prestazioni in gara-1 e gara-2 sopratutto perché consecutive anche se Trento certamente non è un test probante. Vedremo in semifinale se confermerà o progressi visti in queste 2 partite glielo auguro di cuore.

    Capitolo Tonut: è vero che ho caldeggiato l’arrivo di Tonut perché credo che sia un giocatore che può fare la differenza in LBA mentre in Eurolega è da verificare anche se ha giocato in Europa con Venezia ma l’Eurolega è tutta un’altra cosa. Però non ho mai scritto in sostituzione di Moraschini anzi a dir la tutta preferisco averli entrambi considerando che gli italiani bravi che sappiano fare la differenza almeno in LBA sono pochi a parte i soliti noti.

  5. Nessuna squadra di EL e direi del mondo ha 12 giocatori che spaccano la partita o cambiano improvvisamente gli equilibri.
    Non ce l’ha il Barcellona ne il CSKA ne l’Efes.
    Serve a mio parere un mix di giocatori con le loro diversità e il loro posto nelle gerarchie.
    All Olimpia manca qualcosa in alcuni spot? Sì e lo sappiamo tutti cosa manca e confido che si porra’ rimedio.
    Servono più italiani utilizzabili (ad oggi 3 non lo sono)? Ancora si.
    Non credo che andremo oltre questi 3-5 aggiustamenti, perché la squadra ha un suo equilibrio che non sposterei troppo.

    Detto questo, non è il momento di parlare di nuovi arrivi e tanto meno di partenze di giocatori che stanno dando il massimo, tutti, anche quelli che non giocano mai.
    Questo è il vero segreto di quest’anno, mai visto prima nell’era Armani.

    1. Condivido la chiosa finale. Abbiamo una serie di finale EL a Colonia strameritata e dove possiamo dire la nostra (previsione personale: perdiamo con il Barça e battiamo il CSKA per il terzo posto e Barcellona batte in finale l’Efes) e un PO da vincere senza se e senza ma. Ai rimpiazzi ci ha già pensato Messina e Stavropoulos è già al lavoro. Ne parleremo dopo il 13 giugno.

    2. Il mio spunto era solo un chiarimento dovuto al commento di @Iellini nulla di più, poi ognuno ha le proprie preferenze come giusto che sia in un paese dove vige fortunatamente la democrazia. Su Tonut era sempre una precisazione sul commento di @Iellini, detto questo sono d’accordo con te sull’ultimo punto quando scrivi che non è il momento di parlare di partenze e nuovi arrivi.

  6. Bene Punter, anche meglio LeDay, Moraschini come mai quest’anno compresa la schiacciata sbagliata, che per come la vedo io è uno di quegli errori “positivi” che danno un bel messaggio: finalmente BRAVO!

    Note negative: Datome ancora un po indietro, Delaney male male male

  7. Chi ha cambiato identità più volte, chi ha insultato e deriso, non è credibile. Ha diritto di parola ma rimane poco credibile se non ammette di aver sbagliato. Poi sui social ognuno scrive quello che vuole (erroneamente pensa che sia democrazia), ma rimane non credibile.

    Quindi salite pure sul carro dei vincitori, che vi ricordo è guidato da Messina (quello che non capisce un cazzo, che è vecchio, che ha fatto il portaborracce, che vuole comandare solo lui, quello che ha bollito la squadra) e spinto da 15 giocatori fra cui ci sono Roll, Moraschini, Micov e tutti gli altri. Salite pure ma abbiate la decenza di capire che rimanete poco credibili se non fate ammenda.

    Caro Fab non è questione di moralismo ma di mettere i puntini perchè va bene tutto ma non sono un cretino.

    Dirò di più avere in questo blog certi commenti miseri e non avere più Palmasco ed altri che scrivevano di basket e che se ne sono andati perchè l’aria era irrespirabile è una grave perdita per questo blog.

    Daniele per una volta stai zitto e non rispondere se ci riesci perchè non sei al centro del mondo e soprattutto sei e rimani poco credibile

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Domina Brindisi, soffrono Venezia e Virtus: ma è sempre 2-0

Reggono i fattori campo anche in gara-2, e domenica avremo quattro match point per le semifinali
Brindisi Virtus Venezia

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Ettore Messina: Ci siamo accesi e spenti due o tre volte, non è una cosa positiva

Ettore Messina commenta il successo in gara-2 con Trento: Vinto con merito una gara più difficile di quanto possa dire...

Chiudi