Olimpia, il primo posto in LBA è in salita. E attenzione al secondo

Un po’ di calcoli sulla situazione di classifica in Serie A, dopo il brutto ko di ieri sera a Brindisi

La brutta prova del PalaPentassuglia ha fatto perdere il primato in classifica all’Olimpia Milano. Una situazione inimmaginabile qualche settimana fa, dopo il trionfo in Coppa Italia, ma ora diventata realtà per qualche passo falso di troppo degli uomini di Messina, unita ad una Brindisi diventata quasi inarrestabile dopo la sosta per le Final Eight. Ora mancano quattro giornate alla fine della stagione regolare e la formazione di Vitucci è in pole position per conquistare il fattore campo nei playoff.

Olimpia Milano Serie A | La corsa al primo posto

Tre squadre appiate a quota 36 punti, ma con scenari differenti. La Happy Casa ha una partita da recuperare (il 28 aprile con Sassari), l’Olimpia ora seguirà il calendario classico e la Virtus deve ancora riposare (il 25 aprile). Dunque, virtualmente, i pugliesi potrebbero essere a +2 su Milano e +4 su Bologna. Con il 2-0 negli scontri diretti con entrambe le contendenti ed un calendario non impossibile: oltre al già citato recupero, avrà Pesaro e Trento in trasferta, Cremona e Varese in casa.

Di conseguenza, Brindisi è diventata la grande favorita per conquistare il primo posto: se vincerà quattro delle cinque partite rimanenti, non dovrà vedere i risultati delle altre. I biancorossi, invece, dovranno quasi certamente fare en-plein se vorranno avere delle speranze di sorpasso. Sassari e Pesaro fuori, Virtus e Cremona in casa: un calendario più impegnativo di quello dei pugliesi, con nel mezzo i playoff di Eurolega a togliere energie fisiche e mentali.

Olimpia Milano Serie A | La sfida con la Virtus

Difficile la Virtus possa ambire al primato, proprio per via delle due partite in meno da giocare rispetto a Brindisi. Ma potrebbe sperare di agganciare il secondo posto, avendo così il fattore campo in un’eventuale semifinale contro l’AX Armani Exchange. Deve ospitare Treviso e Trento e, soprattutto, arrivare sabato prossimo al Mediolanum Forum.

L’Olimpia ha il ‘bonus’ della partita in più ed ha vinto di 5 punti lo scorso 27 dicembre alla Segafredo Arena. Vincere sabato significherebbe chiudere virtualmente i conti, difendere almeno il +5 mantenere un vantaggio, altrimenti chiudere al terzo posto la stagione regolare diventerebbe una possibilità per nulla remota. Molto difficile, che Venezia e Sassari, pur quest’ultima con due partite in più da giocare, rientrino nella corsa ad uno dei primi tre posti.

13 thoughts on “Olimpia, il primo posto in LBA è in salita. E attenzione al secondo

  1. Il primo posto al 90% è sfumato a meno che non ci sia una debacle di Brindisi, per il secondo è decisivo vincere con Sassari perché in caso contrario poi al confronto diretto con Bologna potrebbe non bastare difendere il +5 del confronto diretto per arrivare secondi. In tutti i casi per essere certi del secondo posto senza dipendere dagli altri, a parte la possibilità di vincere tutte, dobbiamo vincere con Sassari, Pesaro e Cremona e perdere con meno di 5 punti di scarto con Bologna.

  2. Potremmo, come scriva anche @Cap, perderle entrambe e iniziando i po come quarta, dedicandoci interamente alla EL nrl per tutto il mese di aprile e poi vincere lo scudetto.

  3. E chi se ne frega. Dopo un anno a dire che basta arrivare nei primi otto, ora basta fare analisi di basso livello.
    Chi ha parlato di minutaggi, di non presentarsi, di far giocare Moretti e gli juniores abbia la decenza di stare zitto.

    Possibile che non sia chiaro che anche in lba non si vince se non si difende seriamente e noi ora da un mese almeno per scelta, per paura di farsi male, per scarsa concentrazione e per energie da preservare abbiamo accettato di perdere e probabilmente perderemo con Sassari e Virtus.

    E chi se ne frega. Non era questa la linea. Un po di coerenza , non si puo’ dire tutto ed il contrario di tutto.

  4. Iellini stai sereno e rilassato non c’è bisogno che ti agiti per nulla. Io ho solo analizzato le varie probabilità di piazzamento dell’Olimpia in base all’articolo, nulla di più nulla di meno. A volte faresti bene a non sentirti sempre in dovere di intervenire a gamba tesa anche quando non ho scritto nulla di offensivo.

  5. Per chiarezza e tranquillità, Daniele io non mi riferivo al tuo commento ma ad una tendenza presente nel blog.

  6. Sinceramente non vedo alcun problema anche terminassimo in terza posizione la rs, soprattutto in un anno senza pubblico

    1. Neanche io. Anzi meglio quarti ed incontrare la virtus in finale.
      Ho sempre creduto importante giocare seriamente il campionato sia per testare il gioco di squadra in situazioni più favorevoli, sia per provare tutto l’organico .

      Credo che questa scelta da una parte ci ha fatto crescere e diventare quello che siamo perché se siamo a questo punto è perché c’è stato dietro un lavoro sui dettagli e sugli equilibri che ci ha portato al quarto posto nell’eurolega.
      Questo risultato è legato alla scelta di Messina che non avendo spazio per allenare ha usato il campionato per modellare la sua creatura. Per questo trovavo stupidi i commenti sul minutaggio

      Dall’altra parte la scelta era portare fieno in cascina sapendo che sarebbero arrivati tempi duri che ora possiamo affrontare con qualche preoccupazione ma non drammaticamente. Pensate se ora fossimo quarti o quinti in campionato con la necessità di fare una scelta subito.

      Oggi invece possiamo permetterci di perdere anche se non fa piacere ma nulla è compromesso e quindi anch’io dico : chi se ne frega di Sassari e Virtus.

      1. Assolutamente mi dispiacerà perché battere sempre la virtus è una goduria ma dare le circostanze ubi Mauro minor cessato. E quindi chi se ne frega!

  7. Concordo con chi, nei giorni scorsi, mi aveva bacchettato: il campionato va comunque onorato con prestazioni reali.
    Detto questo, in un anno in cui si gioca senza pubblico, il fattore campo può essere relativo, motivo in più per non fare drammi se si arriva secondi o terzi.
    Per altri quest’anno abbiamo dimostrato che quando cu diamo con la testa (e le gambe) al 100 per 100, possiamo anche dominare. Quindi non farei piagnistei se ci sfuggisse il primo o il secondo posto.
    Continuo a pensare che sono poche le squadre che possano batterci 4 gare su 7.

    E se proprio dovessimo esercitarci in calcoli e scelte, fari di tutto per evitare Venezia che per me è la nostra vera contender.

  8. Finora nei momenti che contano l’Olimpia ha dimostrato di esserci sia di testa sia di gambe e quest’anno rispetto agli anni trascorsi il piazzamento nella stagione regolare di LBA conta meno per due motivi principali:
    – a porte chiuse il fattore campo incide poco;
    – siamo talmente più forti delle altre che non vedo chi ci possa realmente battere in una serie.
    Ovviamente è essenziale ritrovare al più presto la forma fisica che in questo momento manca perché senza questa non si va da nessuna parte.

  9. @ Di. Me.: quarti e semifinali dovrebbero essere al meglio delle 5 partite, comunque la sostanza non cambia.

    Sia chiaro che non è che sia felice di queste ultime sconfitte dell’Olimpia in LBA, fosse per me vorrei sempre vincere con scarto di almeno 20 punti anche solo per zittire i tifosi avversari, però mi rendo conto della fatica fisica e mentale che i ragazzi stanno sostenendo per portare avanti questa stagione piena zeppa di partite, di doppi turni europei, di trasferte anche di 10 giorni consecutivi, il tutto, non dimentichiamolo, nel pieno di una pandemia che li costringe a continui tamponi, continui controlli, continua massima attenzione per evitare il più possibile un contagio etc.
    Quindi, nonostante il dispiacere per le sconfitte che comunque resta, come è giusto che sia, in un tifoso, cerco di non dare alle stesse grande importanza, o comunque di non esagerare con la “tragedia” perchè ora la testa dei ragazzi è ovviamente focalizzata solo sull’Eurolega.
    E, soprattutto, ricollegandomi ad un discorso che ho fatto qualche giorno fa, questa squadra merita fiducia per quanto fatto finora e perciò sono sicuro al 100% che quando conterà sarà sul pezzo anche in LBA.
    E adesso speriamo che passino il più velocemente possibile questi 7 giorni che non vedo l’ora di godermi le sfide con il Bayern! Forza Olimpia, andiamo a Colonia!!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Povero MarShon Brooks: rottura del tendine d'achille

Brutta notizia per l'ex Olimpia Milano MarShon Brooks. La guardia ha riportato la rottura del tendine d'achille
MarShon Brooks

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Piero Guerrini: Non definitela stagione regolare. Non è regolare

Piero Guerrini, nel suo editoriale su Tuttosport, si sofferma sul momento del basket italiano. Ecco il passaggio chiave

Chiudi