Jakub Wojciechowski, una ‘polizza’ italiana per l’Olimpia Milano

Chi è e cosa potrà dare il neo acquisto biancorosso alla squadra di Ettore Messina

Una novità di mercato è arrivata e risponde al nome di Jakub Wojciechowski. Una trattativa lampo ed a sorpresa, per un nome che certamente non farà sognare i tifosi, ormai abituati a colpi di grandissimo stile come Rodriguez, Hines e Datome, ma preso dall’Olimpia Milano per dare un aiuto al reparto lunghi, nella seconda fase di questa stagione.

Jakub Wojciechowski | Cosa può dare all’Olimpia

Molti tifosi si sono chiesti il motivo di questo acquisto. ‘Kuba’ è polacco ma di formazione italiana e, dunque, considerato italiano per il nostro campionato. La regola del 6+6 impone l’utilizzo di sei giocatori italiani in Serie A e Coppa Italia e, al momento, è fuori per infortunio Jeff Brooks (con Paul Biligha ieri nei 12, ma non impiegato). Manca meno di una settimana alle Final Eight del Mediolanum Forum e la squadra di Ettore Messina non vuole presentarsi con rotazioni in meno, con potenziali tre gare in quattro giorni.

Quindi si tratta di una specie di polizza, che potrà venire utile anche in futuro, per evitare di dover mettere in panchina uno juniores, in caso di qualche infortunio o stop di un giocatore italiano. Inoltre, certamente non scombinerà gli equilibri della squadra, visto che non chiama certo minuti e tiri, potendo garantire l’esperienza di sette stagioni in Serie A ed altre in Serie A2. Insomma, un giocatore di complemento, da poter mandare in campo in caso di necessità nelle manifestazioni italiane.

Jakub Wojciechowski | Chi è il neo acquisto

Jakub Wojciechowski è un lungo di 213 cm per 112 kg, classe 1990, di formazione italiana, perché proviene dalle giovanili della Benetton Treviso. Proprio con la formazione veneta ha giocato la prima parte della sua carriera, per poi vestire anche le maglie di Cantù, Cremona, Capo d’Orlando e Brindisi nella massima serie italiana. Ha 5.3 punti (63,2% da 2, 33,7% da 3 e 63,2% ai liberi) e 3 rimbalzi di media nella carriera in LBA, con il top vissuto nella stagione 2017/18 a Capo d’Orlando, quando ebbe 8.9 punti e 6.1 rimbalzi medi in 21 partite giocate.

Quest’anno stava vestendo la maglia dell’Edinol Biella in Serie A2, con cui ha avuto una media di 10,3 punti, 7,5 rimbalzi e 1,8 assist di media a partita, con il 65% da 2 ed il 60% dalla lunetta. Otto gare in doppia cifra, l’ultima mercoledì sera contro Bergamo (10 punti e 8 rimbalzi), con le doppie doppie contro Casale (11 ottobre), Torino (22 novembre) e Treviglio (28 gennaio) come migliori prestazioni. Dalle Final Eight di Coppa Italia sarà a disposizione di Ettore Messina.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Serie A2: Urania si sveglia nella ripresa e piega Casale 81-77

Dopo un primo tempo sottotono i Wildcats rinvigoriscono nella ripresa e trascinati da Stefano Bossi battono 81-77 la Junior. L’Urania Milano gioca un gran secondo tempo e batte Casale Monferrato per la seconda volta in stagione, decisivi Bossi-Raivio nel 4°, Redivo infortunato. Primo tempo difficile per Urania che chiude sotto […]

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Urania Wildcats vs. Casale | In campo alle 20:45 all’Allianz Cloud

Wildcats chiamati nuovamente a tornare in pari nel record, al Lido la calda Casale Monferrato. Quarta giornata di ritorno del...

Chiudi