Olimpia Milano vs Sassari, 3 domande 3 | Roulette russa? Macchè, vince la più in forma

Palla a due domani per Olimpia Milano vs Sassari, primo quarto di finale delle Final Eight. Tre domande tre per entrare in clima

Palla a due domani per Olimpia Milano vs Sassari, primo quarto di finale delle Final Eight di Coppa Italia. Tre domande tre per entrare in clima.

Un anno fa fu totale dominio, come nel primo trofeo dell’era Repesa. Un anno dopo è cambiato qualcosa?

«Lo stato di forma e di convinzione pare lo stesso. La differenza è che per arrivare a questo punto la squadra ha dovuto rinunciare a Shields e Mitoglou ottenendo la crescita di Hall e vincendo la scommessa Bentil. Diciamocelo: solo Brescia vive una fase analoga di parabola crescente, le altre non sono nel momento più felice della loro stagione, anche se la Virtus recupera Hervey e Teodosic»

La DInamo Sassari può essere un pericolo?

«Pare ci sia fiducia sul fatto che l’intero roster di Piero Bucchi possa essere a disposizione, e questo sarebbe già qualcosa. Il tempo materiale per preparare la gara non c’è, ma la storia di queste stagioni racconta come, spesso, l’uscita dalla quarantena sia prodiga di buone prestazioni. E’ capitato anche a Milano. Quindi attenzione, perchè Sassari ha gente come Logan, Burnell, Bendzius e Gentile con orgoglio e senso di appartenenza. Poi però ci sono i valori del campo, citando l’amico Fabrizio Lorenzi, Sassari potrebbe decidere di concedere da 3 e chiudere il pitturato. Tutto passerebbe allora per le percentuali di Milano, e per l’energia Dinamo. Ma, a dire il vero, non credo che questo possa bastare».

Le Final Eight sono da sempre considerate competizione “a sé” di difficile previsione: è davvero una roulette russa?

«Forse per Milano, che ha vinto tre delle ultime sei edizioni ma cadendo, a sorpresa, nei primi turni con Cantù nel 2018 e Virtus nel 2019. A parte che a Firenze nel 2018 direi che ha sempre vinto la squadra più in forma, e capace di lasciare il segno anche dopo. Cremona arrivò in semifinale scudetto, la Reyer a Pesaro vi era arrivata in grande crescita. No, direi luogo comune, nessuna roulette russa, però certo contano esperienza e nervi saldi. Ha ragione sempre l’amico Lorenzi: ora Brescia gioca in leggerezza, ma come reagirà se, per caso, dovesse ritrovarsi ad inseguire con Trento? La palla peserebbe molto di più».

One thought on “Olimpia Milano vs Sassari, 3 domande 3 | Roulette russa? Macchè, vince la più in forma

  1. Competizione divertente, con il “dentro o fuori” che lascia aperti molti pronostici.
    Brescia è certamente all’apice della forma e della convinzione nei propri mezzi ma, come tutti, deve vincersi le partite, magari inseguendo gli avversari, fon l’ansia di non farcela, seppur favoriti. Virtus recupera Teodosic e con lui è un’altra squadra. Da non sottovalutare Derthona, vera sorpresa della stagione.
    Noi? Certamente favoriti e con un roster lungo tra cui scegliere i giocatori più adatti, anche se Messina ha certamente già in mente in 12 da schierare per l’intera manifestazione.

Comments are closed.

Next Post

Kyle Hines: Presto parleremo con il club di rinnovo. Voglio chiudere la carriera qui

Kyle Hines, definito “il Muro”, intervistato da Andrea Tosi su La Gazzetta dello Sport. Ecco alcune sue dichiarazioni
Kyle Hines

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: