Futuro Danilo Gallinari, siamo al dunque. Il GM degli Hawks: A breve una decisione

Alessandro Maggi 14

Nessun aggiornamento sul futuro di Danilo Gallinari, ma la notte in arrivo, quella dell’NBA Draft 2022, potrebbe già essere decisiva

Nessun aggiornamento sul futuro di Danilo Gallinari, ma la notte in arrivo, quella dell’NBA Draft 2022, potrebbe già essere decisiva.

E’ infatti tempo di scelte, e da sempre innesco non da poco per trade e trattative di ogni genere. Il Gallo, come noto, ci arriva a sei giorni dalla scadenza del suo biennale garantito.

O gli Hawks procederanno oltre, mantenendo il giocatore nel roster per ventuno milioni di dollari, oppure usciranno dall’accordo, pagandone 5 e rendendo Gallinari free agent.

Fonti della lega propendono per questa seconda opportunità, con anche franchigie come i Lakers interessate. 

Intanto, in un incontro con la stampa, il GM degli Atlanta Hawks Landry Fields ha avuto belle parole: «Il Gallo è stato un inserimento importante per noi in questi due anni. Ne stiamo parlando».

Nessuna indicazione: «Stiamo prendendo in considerazione molte variabili. A breve saremo in grado di prendere una decisione ben ponderata».

Alla domanda diretta su una possibile conferma di Danilo Gallinari, Landry Fields ha risposto solo: «Potenzialmente, potenzialmente».

14 thoughts on “Futuro Danilo Gallinari, siamo al dunque. Il GM degli Hawks: A breve una decisione

  1. Visto che dubito che venga mai più da noi, eviterei anche queste notizie.
    Se poi sarò smentito, sarò felicissimo.

  2. Pazzesco!! 21 ml per un gallo !! Quindi sarebbe 15 volte più forte di un totem dell’Olimpia e del basket come Hines?? So che è una considerazione un po’ cheap, ma è comunque pazzesco!!

    1. Il ragionamento non si pone in questi termini. La Nba è il primo campionato al mondo e le franchige NBA possono permettersi quegli stipendi. Là giocano i migliori ed anche se il livello dell’Eurolega si sta alzando l’NBA è un fatto globale. Lo stesso Gallinari, se venisse in Eurolega anche nella suqadra che paga di più, difficilmente andrebbe oltre i 5 milioni l’anno di stipendio. Un po’ come nel calcio, quando si paragonano gli stipendi di serie A e Premier League inglese. In Inghilterra guadagnano molto di più.

      Ora è chiaro perché il Gallo vuole rimanere in NBA: finchè trova chi lo paga 10-15-20 milioni l’anno, ancora per due tre anni, chi glielo fa fare di tornare in Europa. Lui la sua carriera l’ha vissuta in NBA. Tornerà in Italia alla fine, tipo Belinelli, e bisognerà vedere se il fisico del Gallo lo terrà in piedi per un paio di stagioni italiane da prepensionato, e bisognerà vedere se la forma fisica lo vedrà idoneo per un ultimo anno in Olimpia (o altrove), a stipendio ribassato (tipo l’ultimo contratto di Datome).

  3. la cifra la fa il mercato. i ricavi di una squadra di basket in NBA non sono paragonabili a quelli in Europa.

  4. Commento qui da Los Angeles, dove vivo da 30 anni….Average player salary in NBA e’ attualmente $12.3M lordo (piu’ alto salary Euroleague e’ al momento circa $5M, netto), fatturato medio di team NBA si aggira sui $200M con top teams sui $600-650M e fonti di reddito in larga parte dipendenti da media rights (TV e digital), sponsorships (circa 25%) e merchandising (circa 10%). Top teams NBA vedono al momento venduti per cifre fra i $3 e i 6B di dollari. La lega americana fa oltre $7B di dollari di ricavi annuali, a fronte di una Euroleague che ne fa (secondo fonti che probabilmente inflazionano il numero) ~$400M (considerando tutti i ricavi di tutti i 16 team), una stima che ritengo alta…..di fronte a quei numeri capiamo che un giocatore di medio livello (per NBA standards) come Gallinari possa squeeze cifre scioccanti per il semplice fatto di essere entrato (e a suo credito rimasto) nel sistema macchina (il “printing money americano). Lascio agli esperti valutare come il Gallo si porrebbe in una comparazione europea (player di pari ruolo), e di fronte a un Melli che porta a casa EU2M all’anno…

    1. Non mi reputo esperto e voglio bene a Nick, però credo che Danilo sia di un livello superiore. Se dovesse tornare in Europa (se fosse lui il 4 che manca a Milano?) potrebbe essere equiparato sia come rendimento che come stipendio a mirotic che mi sembra sia il giocatore che percepisce di più, 5 mln l’anno (cosa che l’olimpia comunque non credo garantirebbe)

      1. Il massimo che l’Olimpia potrebbe garantire a Gallo credo sia il contratto appena scaduto con Gigi Datome, si dice piuttosto alto, e infatti ora verrà rinnovato al ribasso, oppure Gigi dovra lasciare l’Olimpia.

      2. Sinceramente non so neanche se fra Mirotic e Gallinari scelgo il secondo, per quanto io abbia difeso Gallinari diverse volte qui.

      3. Nessuno sostiene che Danilo sia più forte di mirotic, però visto il trascorso e lo status del giocatore, il livello è su per giù quello, a livello tecnico ed economico per chi volesse ingaggiarlo

  5. Inutile che vi sfondiate di ipotesi. Non tornerà in Italia. Ha fatto una scelta di vita. Buon per lui

Comments are closed.

Next Post

Olimpia Milano, Pangos e Voigtmann. Il presidente del Cska: Taglieremo il budget

Due obiettivi di mercato di Olimpia Milano, Kevin Pangos e Johannes Voigtmann, sono ancora sotto contratto con il Cska
Andrey Vatutin

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: