Gigi Datome | La lettera al giovane Gigi: “Goditi i viaggi e fai domande”

Fabio Cavagnera 17

“Non ti preoccupare, andrà tutto bene. Di sicuro ci saranno delle avversità, ma è normale, e ogni errore che commetterai ti permetterà di diventare la persona che sei… adesso”

Gigi Datome ha scritto una lettera al Datome giovane, per le piattaforme Eurolega, eccola:

“Ciao sono Gigi Datome e questa è una lettera a me stesso, quand’ero più giovane”

“Prima cosa: non ti preoccupare, andrà tutto bene. Di sicuro ci saranno delle avversità, ma è normale, e ogni errore che commetterai ti permetterà di diventare la persona che sei… adesso”

“Non ti preoccupare, andrà tutto bene, ma prima di tutto vorrei che fossi grato alla tua famiglia, perché loro sono le persone che hanno dovuto sacrificarsi di più, soprattutto nei primi anni quando tua mamma è dovuta venire a Siena per permetterti di concentrarti solo sul basket e sulla scuola. Poi impegnati nello studio, magari pensi che non sia importante, ma lo è. È davvero importante”.

“Goditi le città, goditi i viaggi. Molti dei tuoi viaggi saranno consumati dagli hotel e dagli aeroporti, ma trova il tempo qualche volta di visitare la città, fai una passeggiata, trova il modo di mettere la testa fuori dall’hotel”.

“Giocherai a Roma, usa il tempo per capire la sua storia, visita i musei, vai più spesso nei suoi teatri, mi dico sempre che ci sarei dovuto andare di più, vai al cinema. La vita notturna va bene, non c’è nulla di male, è normale ad una certa età, ma trova il modo di diventare una persona più ricca dal punto di vista culturale”.

“Fai domande. Fai domande a tutti i grandi compagni che avrai. Soprattutto nei primi anni, non essere timido, non avere paura di chiedere: è un’opportunità unica, da sfruttare. Prenditi cura del tuo corpo. Quando sei giovane pensi di poter fare qualunque cosa. Ma è importante dormire bene, mangiare nel modo giusto fin dall’inizio. Non bere troppo. Ti assicuro che ad un certo punto arriverà il conto da pagare. Goditi l’estate, le vacanze, il riposo e gli amici. Ma trova il tempo, sempre, di curare il tuo corpo e lavorare sulle tue qualità, perché sarà quella la tua vita per molti anni”.

“Un’ultima cosa: nella finale di EuroLeague nel 2016 fai in modo che Zeljko Obradovic ti rimetta in campo nell’ultimo possesso della partita, così potrai fare un bel tagliafuori faccia a faccia su Khryapa. E avrai due titoli di EuroLeague anziché uno”.

17 thoughts on “Gigi Datome | La lettera al giovane Gigi: “Goditi i viaggi e fai domande”

  1. bella, ma caro Gigi mi spiace ma 6 al canto del cigno da un po’. cmq buona fortuna per iil futuro

    1. Per fortuna Datome la sua fortuna se la crea da solo, senza dipendere dagli auguri falsi degli stronzi come te. Metto la faccina che ride, così rispetto la tua “opinione” e rimaniamo amici e sembra che non diciamo cattiverie, tu più di me 😀

    2. Perché Datome gioca ancora per noi? Nessuno mi pare l’abbia notato. Ha fatto più allenamenti in infermeria che in campo…

      1. Gioca per noi, ma tu non te ne sei accorto, quando invece basterebbe seguire la squadra.
        Ma che ti frega, tu hai idee e senti il bisogno di esprimerle!
        Ma essere attento e ragionare sarebbe chiederti troppo, e del resto tu hai diritto a esprimere le tue “opinioni”!
        Metto la faccina che ride, così siamo amici e le tue cazzate sono uno scherzo tra noi 😀

      2. Smettila di scrivere cazzate che finora avrà giocato, si e no, 6/7 partite su una quarantina circa tra EL e LBA.
        Inizia a salutarlo che a giugno fa i bagagli ahahahaha

      3. se gioca ancora per noi è un altro sbaglio dell’allenatore.
        Se qualcuno desidera un avvocato per perdere una causa si rivolga a palmasco.

      4. @Melis, ma pensa, Datome ha delle valigie da fare, lasciando alle spalle una carriera luminosa, avendo girato il mondo, emozionato i tifosi, scritto una pagina del suo sport.
        A te invece resta la tua risata triste e priva di rispetto, e la tua tristissima vita di tutti i giorni, sempre la stessa da anni, e nessuna valigia da fare per lasciarla lì.
        Beh dai, scelgo Datome, se penso a te mi viene il magone, non te la prendere 😀

      5. Io invece non scelgo ne te ne lui quindi te lo puoi tenere stretto. E visto che tu hai bisogno urgentemente di un medico per curarti puoi sempre chiedere a lui, che è uno esperto in materia visto che passa più tempo con i medici che in campo.

      6. Lasciamo perdere Melis, sei talmente infame da insultare la gente perché si ammala, che non meriti altra considerazione.
        Ti lascio al tuo squallore.

      7. Datome, a differenza di Hines e del Chacho, è venuto a Milano, non per Messina, ma per soldi perché il Fenerbhace era in fase di restaurazione e non l’ha rinnovato. Evidentemente non aveva altre offerte superiori alla nostra e in estate l’ha confermato facendo il sostenuto per cercare di prendere di più. Non è mai stato realmente attaccato alla nostra maglia. Tu sei solo un ipocrita e falso, hai passato l’estate a insultare NML e Thomas per semplici amichevoli inutili e vuoi fare la morale agli altri? E ora passi il tempo a insultare chiunque critica Messina. La colpa non è tua ma di chi ti ha messo al mondo senza insegnarti l’educazione e il rispetto verso il prossimo. VERGOGNATI.

      8. Palmasco lasciali alla loro triste cattiveria. Sono giovani e credono di conoscere tutto della vita. Stanotte vanno a letto e tra tre giorni si svegliano con i capelli bianchi e la bocca amara con la sensazione salmastra in fondo al cuore della propria grigia, inutile, stupida grettezza di cuore.
        Grande Gigione io ti voglio bene e apprezzo la tua sensibilità

  2. Toh’ c’è chi si sente insultato se non la pensi come lui ma non lesina disprezzo e ipocrisia su chi pur dando tutto ha la sfortuna di aver avuto infortuni e virus malefici complimenti

  3. Lettera che contiene tantissime verità. Per un giocatore con una carriera straordinaria, un vincente. Bravo, Gigi

  4. Se anche il video di Datome serve solo a denigrare tutto e tutti e ad insultarsi a vicenda, lascio a voi questo divertimento perchè ormai qui di interessante c’è veramente poco

Comments are closed.

Next Post

Gianmarco Pozzecco: La gara a cui sono più legato? Italia-Francia

Gianmarco Pozzecco ha partecipato presso il Salone d’Onore del CONI ad un incontro con i quattro ct delle maggiori nazionali
Gianmarco Pozzecco

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: