Olimpia Milano-Maccabi | Le pagelle di RealOlimpiaMilano

I punti di Baron non bastano per una squadra che si è sciolta nuovamente nel corso della ripresa

Davies 4.5 – Si fa sentire un po’ in attacco, ma soffre continuamente Nebo. E nel secondo tempo non riesce a trovare soluzioni.

Luwawu-Cabarrot 6 – Impatto importante in avvio, nettamente il migliore del primo tempo, sui due lati del campo tra canestri ed assist. Nella ripresa, però, si perde completamente e non è più un fattore.

Mitrou-Long 5 – Un discreto impatto nel primo tempo, anche lui nella ripresa scompare dal campo. Andando in difficoltà in difesa.

Tonut 5.5 – Canestro nel momento più difficile, quando il Maccabi da -10 sorpassa, però due errori difensivi.

Melli 6.5 – Buona difesa nel primo tempo, segna alcuni canestri importanti nella ripresa, però a rimbalzo va un po’ in difficoltà. C’è uno 0/2 pesante ai liberi, risponde nell’azione successiva con una tripla. Il capitano c’è sempre.

Baron 6.5 – La raffica nel terzo quarto, quando l’Olimpia prova a scappare, poi due canestri per sperare nel quarto periodo. Il suo l’ha fatto.

Ricci sv – Tre minuti in campo, un rimbalzo ed una persa. Non è la sua gara.

Biligha ne

Hall 5.5 – Buon primo tempo, quando conferma i progressi, anche lui va in difficoltà nella ripresa. Pur provandoci.

Baldasso ne

Hines 6 – Cambia la partita difensivamente contro Nebo, un grande primo tempo dietro ed anche qualche canestro. Nel finale, però, due disattenzioni non da lui costano due canestri pesantissimi. Probabilmente anche arrivando stanco per gli oltre 25 minuti di utilizzo.

Voigtmann 4.5 – In difficoltà contro Martin, rinuncia anche ad alcuni tiri. Manca la fiducia al momento.

Coach Messina 5 – Nove sconfitte consecutive, ormai la situazione europea è davvero compromessa. La squadra ha dei buoni sprazzi, ma si perde nei momenti decisivi, anche quando (come oggi e ad Atene) pare essere in ritmo sui due lati del campo. E trovare le risposte, è una sua responsabilità.

10 thoughts on “Olimpia Milano-Maccabi | Le pagelle di RealOlimpiaMilano

  1. Sgombrato il campo dall’equivoco Long; Messina rinuncia a schierarlo in play e lo solleva da un fardello notevole;
    Sgombrato il campo dall’equivoco Thomas; Messina rinuncia a lui e stop
    Sgombrato il campo dall’equivoco Voigtmann: non serve a nulla, è terrorizzato dal dover fare quello per cui è stato preso: mettere dei buoni piazzati da tre; è imbarazzante vedere come rinunci a tirare
    TLC è un giocatore strano: dall’essere importante e produttivo, ad andare completamente fuori giri, cosa già vista col Pana: TLC ncs
    Piccolo inciso per il coach: anche lui si sarà stancato dal dire “keep working”, cosa che anche noi ci siamo stancati di sentire

    E l’incubo continua…….

  2. Siamo senza play e Baldasso ne , Messina ha rotto….

    Ps: Stiano a casa Giovedì che per vincere a Belgrado ci vogliono le palle e questi omuncoli , tranne Melli Hines e Tlc , ne sono sprovvisti

  3. Questa squadra è una macchina con un motore più che buono ma che pretende di camminare senza chiave di accensione, volante e differenziale per mettere a terra la potenza. Queste mancanze non sono dovute a stati mentali o infortuni ma a carenze di organico e lettura sbagliata delle caratteristiche di alcuni giocatori.
    Avanti così si è andati e si proseguirà ad andare contro il muro in EL ed in Italia dipende, ma non da noi bensì dal livello che sapranno esprimere le altre squadre, Bologna in testa, ma penso che in campionato ci possano essere delle possibilità.

  4. Semplicemente non abbiamo gioco … se non il tiro da tre … e non vai lontano … oggi ho visto solo TLC giocare un P&R con Hines … per il resto o circola veloce la palla e tiriamo con i piedi a terra o siamo destinati a perdere almeno in EL … non abbiamo varianti al tiro da fuori … e Davies vero che gioca male ma anche vero che spesso potrebbe essere servito e nessuno vede la giocata …

  5. se dovessimo giocare domani contro l’olimpiacos…quanti ne prendiamo? Secondo me faremmo peggio del -46 della Virtus….Io cmq qualche buon sprazzo di gioco l’ho visto…ma poi si perdono nel nulla e non si capisce perchè

  6. Ma come si fa e dare 6 insufficienze – tra 4,5 e 5, addirittura – a un coach che ha vinto 4 euroleghe, l’ultima nel recente 2008 e che ci ha fatto vincere uno scudetto? c’è un chiaro accanimento contro il supercoach e contro quelli che ha scelto e voluto LUI, che stando a queste pagelle sono tutti delle mezze pippe. Anche l’efes l’anno scorso era partito male e poi… forza olimpia!

    1. il 4,5 a Davies è immeritato…qualche buona giocata l’ho vista…poi ok è sparito, ma il ragazzone si sforza e ha fatto progressi….invece il 5,5 a Tonut non si comprende….non ha fatto nulla, anzi danni, un fallo su un tiro da tre che avrebbe commesso un principiante all’oratorio. Per me non è quel fenomeno che dipingono…Per me voto 3…e che ritorni a Venezia

  7. Torna a Venezia così ci butterà fuori ai play off con prestazione no stress. È un fatto che con Messina i giocatori regrediscono

  8. ennesima umiliazione dell’era armani, con un’altra proprietà e ci sarebbe stata, siamo milano non cantù, un budget minore ma magari un gioco come venezia e qualche coppa internazionale minore sarebbe arrivata.

  9. Se non ci sono play e Naz non lo usi come play, perché usare giocatori fuori ruolo come Hall e Baron, e lasciare Baldasso in panchina, che comunque vada un paio di triple te le mette? Hines tiene botta ma Davies fa pena, e Biligha ne.

    Inutile parlare di roster profondo, quando, tolti gli infortunati, non si sfruttano tutte le risorse. Baldasso avrebbe fatto peggio di quelli in campo adattati fuori ruolo? Non credo. Biligha avrebbe fatto peggio di Davies da 4.5? Non credo.

    In pratica con la sola eccezione di Hines giochiamo senza centri e senza play, dove molti degli altri sono costretti a giocare fuori ruolo (e male).

    Shields tornerà a primavera, Datome chissà. Pangos il mese prossimo, ma sembra l’anno prossimo. Se Messina aspetta di vedere come sarà l’Olimpia al completo senza provare i giocatori nei loro ruoli stiamo freschi. Sul mercato servirebbe un lungo al posto di Thomas ormai battezzato per la panca.

    Io vedo una gran confusione, molti giocatori fuori ruolo che diventano insicuri e rendono la metà di quanto potrebbero, vedo una squadra senza centri e senza play, ma con un centro e un play in panchina ever, come dimostra l’ne in pagella.

    Ovviamente di basket rispetto a Messina ne capisco zero, e non posso sapere ciò che succede in allenamento e negli spogliatoi, ma che cosi non vada si percepisce pure dal divano.

Comments are closed.

Next Post

La Visione del Guazz - Messina oltre la morte

Ok. Messina "fino" alla morte non basta. Messina "oltre" la morte forse rappresenta il concetto. Uno e uno solamente
La Visione Del Guazz

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: