L’Olimpia suona la prima, il maestro è Micov

Milano è volata a Podgorica con l’assoluta necessità di una vittoria e l’ha portata a casa,  seppur con qualche sofferenza di troppo che gli stessi Pianigiani e Nedovic hanno correttamente sottolineato.

Era fondamentale per i biancorossi (a proposito, perché lo scempio dei colori? Io capisco il marketing, ma i colori vanno rispettati… c’è già il calcio che ci propone cose assurde tipo il City arancio e rosso…), soprattutto nell’ottica della settimana entrante, che vede il Real in arrivo al Forum, prima di volare al Pireo. Ed era fondamentale perché, come sottolineato più volte in questa preseason, eventuali sconfitte contro le 4 del lotto che partono con possibilità inferiori (GC-BAY-DARU-BUD) possono costare moltissimo nella corsa Playoff, cui Milano è iscritta a pieno titolo.

Il Buducnost ha fatto quanto nelle proprie possibilità, sbagliando una cifra assurda di layup ed effettuando scelte errate nei due momenti in cui la gara avrebbe potuto girare…

View original post 714 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...