Ettore Messina: Nessuna tolleranza nei confronti del doping

Le parole di Ettore Messina in sala stampa, dopo l’importantissima vittoria sui tedeschi al Forum

Così Ettore Messina ha commentato il successo sul Bayern al Forum: “Una vittoria importante, alla fine di una giornata molto difficile. La squadra ha iniziato nervosa, senza fare circolazione di palla per 18 minuti e anche la nostra difesa è stata soft. Nel secondo tempo siamo cresciuti, abbiamo alzato la fisicità ed il ritmo, trovando i tiri da 3 punti. Abbiamo segnato 51 punti, i nostri leader hanno fatto giocate importanti“.

Il fattore campo: “Importante per averlo, però non vuol dire molto visto il livello delle avversarie, tutte in grado di vincere in trasferta. Oggi abbiamo avuto un appoggio importante dal pubblico, speriamo di averle il palazzo pieno per i playoff”.

Il caso Mitoglou: “Noi come società credo, sia negli anni passati che quest’anno, si è sempre fatto il massimo per competere in modo corretto, rispettando noi, gli avversari ed il gioco. Non abbiamo nessun tipo di tolleranza nei confronti del doping, che sia per superficialità o per dolo. Spero Mitoglou abbia il modo di difendersi, ma questa è l’unica cosa che conta, noi il doping non possiamo accettarlo. Sono estremamente dispiaciuto per quelli che lavorano nel nostro staff medico, è gente che ricorda a tutti quali sono le regole, dalla mattina alla sera. Sta attentissima a tutto. Se poi succedono queste cose fuori, è una cosa che mi disturba parecchio e ci disturba parecchio“.

L’importanza del finale di primo tempo di Melli: “Lui aveva fatto la stessa cosa con il Barcellona in casa. Oggi l’ha fatto in un momento ancora più difficile, la sua presenza sotto canestro ci ha dato equilibrio, portandoci poi a giocare meglio nel secondo tempo”.

5 thoughts on “Ettore Messina: Nessuna tolleranza nei confronti del doping

  1. Ho come l’impressione che l’avventura di Dinos a Milano sia già conclusa….

  2. E’ un gran peccato. Una brutta tegola per il finale di stagione; garantiva rimbalzi e, tornando in forma, punti da sotto, dalla media e anche da lontano…un rebus per le difese avversarie. Girano le palle a pensare al tempo investito per costruire un sistema che preveda anche uno con le sue caratteristiche. Se poi dovesse interrompersi l’avventura a Milano peggio ancora, considerando che è giovane e nel pieno della crescita, e che dobbiamo già pensare ad un play top e poi in prospettiva ad un centro…
    Va beh, basta! Oggi si pensa solo a festeggiare per aver battuto i tedeschi e stop.

  3. Assolutamente condivisibili le osservazioni del coach soprattutto nell’inciso “ per superficialità o per dolo”.
    Continua la maledizione dei greci :Sigalas,Kalaitzis,Fotsis,Bourussis ed ora pure Mito,deve essere l’aria di Milano che gli fa male….
    Sulla partita poco da aggiungere ,prova mostruosa di Shavon,ottima di Nicolo’,mai data l’impressione di poterla perdere,sui tedeschi un Lucic con noi sempre al top ed un grande Trinka,allenatore che sa veramente il fatto suo.
    La squadra da l’impressione di entrare nuovamente in forma e fortunatamente nel periodo più importante ma sarà necessario uno step in alto di Ben se l’assenza del greco sara’ confermata,ora il bis con Monaco.

    1. Bravo, ho fatto la stessa riflessione sui greci a Milano: evidentemente non è cosa…..Mitos? Poteva essere, ma tra una storia e l’altra non è mai stato e la squadra è diventata tale lo stesso……per cui fiducia!

  4. Messina è il presidente della società, oltre che l’allenatore, e lui sente molto questa responsabilità nei confronti di Giorgio Armani e di tutto il gruppo, per quello è così (giustamente) rigido su vicende come queste, capisce che il danno d’immagine può essere rilevantissimo. Una tragedia, sportivamente parlando, e se fosse anche solo per superficialità sarebbe da linciare. Questo caso rischia di rovinarci la stupenda stagione fin qui disputata. Io sono dalla parte di Ettore: chi sbaglia paga.

Comments are closed.

Next Post

Olimpia Milano vs Bayern | Le pagelle di RealOlimpiaMilano

Le pagelle dell'importante successo biancorosso, valso il fattore campo nei playoff: i migliori in campo sono Shields e Melli

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: