Virtus Bologna, ufficiale Toko Shengelia con un contratto al 30 giugno 2022

Virtus Pallacanestro Bologna S.p.A. comunica di aver raggiunto un accordo fino al 30 giugno 2022 con Toko Shengelia

Virtus Pallacanestro Bologna S.p.A. comunica di aver raggiunto un accordo fino al 30 giugno 2022 con Tornik’e Shengelia.

fonte: Sito Ufficiale Virtus Bologna

Le dichiarazioni del CEO di Virtus Segafredo Bologna Luca Baraldi“Ritengo che non ci siano più parole che rappresentino il mio personale sentimento di ringraziamento verso il nostro Presidente Massimo Zanetti, per quest’ultima operazione di mercato che annuncia l’arrivo di un grandissimo giocatore come Toko Shengelia. Toko aumenterà ancora di più il valore tecnico e l’esperienza sia a livello nazionale che internazionale del nostro roster. Anche in questo caso la trattativa con i rappresentanti del giocatore è stata condotta con successo dal nostro Direttore Generale Paolo Ronci. L’arrivo di Toko, che ha dimostrato di voler vestire la maglia delle V Nere, pur in presenza di altre importanti offerte, conferma l’immagine che Virtus Segafredo riscuote nel panorama cestistico europeo.”

Ala grande/centro di 206 cm, Shengelia nasce a Tbilisi (Georgia) il 5 ottobre 1991.
Cresce nelle giovanili del Valencia prima di esordire in prima squadra nella stagione 2008-2009 e vincere, l’anno successivo, l’Eurocup.
In seguito, dopo due anni allo Spirou Charleroi, viene scelto dai Philadelphia 76ers che lo cedono ai Brooklyn Nets con cui disputa la Summer League. Nel 2012 firma un biennale con i Nets e viene assegnato allo Springfield Armor in D-League. Termina la sua avventura oltreoceano nella stagione 2013/2014 tra le file dei Chicago Bulls.
Dopo 4 anni negli Stati Uniti decide di far ritorno in Europa, sempre in Spagna: dal 2014 al 2020 veste la canotta del Baskonia, diventando un’icona della società basca con la quale ottiene l’inserimento nell’All Euroleague First Team nel 2017/2018 e la conquista del Campionato spagnolo nella stagione 2019/2020.
Dalla stagione successiva il passaggio al CSKA Mosca dove vince un Campionato e una Supercoppa.

Virtus Segafredo Bologna dà il benvenuto ufficiale a Tornik’e Shengelia nella grande famiglia bianconera.

23 thoughts on “Virtus Bologna, ufficiale Toko Shengelia con un contratto al 30 giugno 2022

  1. Ho scritto in un altro post che si possono scrivere tutte le opinioni condivisibili o meno. Fra queste non è compresa l’ironia stupida o il dileggio a meno che tu non sia un tifoso Virtus

    1. Io sono un tifoso Olimpia, ovviamente. E la mia non è ironia stupida ma dileggio verso un adoratore del messia.

  2. Molto bene. Visto che sei con noi da poco ti ricordo, se la cosa ti può interessare che qualche tempo fa c’era un utente che rispondeva ossessivamente a tutti, che dileggiava/insultava i i pro messiniani ed alla fine è stato escluso. Quindi visto che ci tengo al tuo pensiero che non condivido ti consiglio di non seguire quell’esempio

    1. Ti riferisci al famoso Gaetano? Non so cosa facesse, ma per quanto mi riguarda ti assicuro che non intendo insultare nessuno, al massimo potrei prendere in giro qualcuno,vedi Orlando, assolutamente incrollabile nella fedeltà al suo pastore.Comunque quello che sostieni è condivisibile quindi vedrò di seguire il tuo consiglio. È bello poter dialogare in modo pacato ed educato.

  3. ecco usciti allo scoperto!
    Ma non erano i bolognesi che ci accusavano di spendere e spandere comprando un sacco di giocatori per non farli comprare agli altri. Ma dove li prendono tutti sti soldi per pagare sti contratti milionari? Teodosic.Belinelli Hacket Shengelia la marea di ali e pivot che hanno comprato che gli costano un occhio della testa. Per non parlare degli italiani.
    Occhio che Baraldi arriva dal Parma di Tanzi…
    E proprio vero che si accusano sempre gli altri dei propri peccati.
    sono per la famiglia ma sono divorziato e mi coltivo le escort.

    1. Comunque non ci possiamo lamentare di quanto spende la Virtus, se anche noi avessimo potuto fare mercato probabilmente avremmo fatto la stessa cosa, dai. Hackett non poteva venire a Milano, e Toko,che fra parentesi mi piace un sacco, neppure. Al di là dei visti esauriti, un giocatore non può passare da una squadra di EL ad un’altra. Bologna lo può fare perché non fa la EL. È chiaro, no? Si va verso una finale scontatissima tra noi e Virtus in LBA, probabilmente la finale di più alto livello tecnico degli ultimi 10 anni. Anzi, senza il probabilmente.

      1. No, ritengo che Milano non avrebbe mai approfittato di una situazione come l’attuale. E’ una questione di stile e di rispetto verso altre squadre dello stesso torneo. Ma è una mia idea.

      2. Io la vedo da un altro lato: gli atleti che scappano dalla Russia, in quanto si oppongono al loro sistema, è giusto che colgano l’opportunità di continuare fare il loro lavoro se ne hanno l’occasione, perché non hanno nessuna colpa di quanto sta accadendo in Russia. In una situazione di normalità tutto ciò non si sarebbe verificato.

  4. vedere in LBA uno shenghelia ed un Hackett, sarà bello comunque. Si alza la qualità del basket italiano. Speriamo che migliori anche i dirigenti della federazione così incapaci nel promuovere il basket, sempre in lite ora con eurolega/eurocup ora con i club x la qualificazione dell’ Italia

  5. Come tifoso Olimpia forse vedo la rastrellatura di Bologna come anni fa i non tifosi Olimpia vedevano i vari acquisti di Milano che poi non portavano risultati positivi.

  6. Per una volta sono d’accordo con quel viscido di Baraldi,chiunque ami il basket non può che plaudere l’impegno finanziario profuso dal patron di Bologna per migliorare qualitativamente il suo club ed elevare di conseguenza pure il livello del nostro basket.
    Parlando però di basket giocato io qualche riserva sull’effettivo impatto che avranno i due nuovi acquisti nei prossimi 4 mesi ce l’avrei.
    Daniel(che avrei comunque voluto pure da noi)non riuscirà a spostare di molto il valore di un reparto guardie che già con Cordinier era di buona qualità offensiva anche se assai carente in difesa e non potrà lui da solo cambiare questo standing.
    Su Toko il discorso e’ più articolato,niente da dire sulle sue qualità individuali ma Baskonia a parte, niente ha dimostrato in NBA e non molto di più in un top team come il Cska dove faceva si la sua onorevole parte ma non così spesso la differenza,
    La Virtus perso Pippo si e’ ritrovata imprevedibilmente troppo scoperta in posto 4 e lui sicuramente una mano la darà ma il buco che hanno in zona 5 resta ed il solo Jaiteh e’ tutto da verificare ad alto livello; e comunque se Dinos ritorna quello che ci aspettiamo ,in zona 4,Shenghelia o non Shenghelia,li facciamo comunque a pezzi.
    Diverso sarebbe stato invece se il buon Zanetti avesse potuto pescare dai russi i due veri assi che hanno ( Clyburn e Milutinov),
    Bilanci del suo gruppo alla mano,i denari non gli sarebbero certo mancati e per noi diventava dura,forse pure troppo…..

    1. Sono d’accordo con BORLETTI, due ottimi acquisti che alzano il livello ma portano ad una “bocciatura” abbastanza evidente per Mannion (Teo, Hackett e Pajola davanti a lui) e comunque non migliora lo spot da 5 dove l’assenza di Udoh ha lasciato un grosso buco. Però credo che ADESSO siano veramente una ottima squadra che potrà lottare in Europa ed in Italia alla pari delle squadre favorite

  7. Vabbè giá erano favoriti. Così han fatto un grosso step. Non credo saremo in gradi di competere con loro in un eventuale finale ai play-off

  8. Due grandi colpi, nulla da dire. Sicuramente hanno colto l’occasione ma c’è anche da dire che evidentemente a Bologna non pensavano di avere un roster che potesse vincere in Europa ed in Italia come del resto i pessimi risultati ottenuti sino ad oggi stavano a dimostrare. Strano perchè invece fra i “tifosi” di Milano c’era chi era convinto che il roster fosse già talmente forte da asfaltare comunque l’Olimpia in una futura ipotetica finale…

  9. Personalmente di Bologna mi importa zero. Sono concentrato sull’Olimpia e sul grandissimo lavoro che sta portando avanti il coach con il suo staff, che siano gli altri a preoccuparsi di battere l’Olimpia e non viceversa.

  10. Per Scariolo l’unico problema è trovare l’amalgama e l’equilibrio. Se ci riuscisse oggettivamente con un numero di partite minore nelle gambe e la profondità del roster sarebbero sulla carta i favoriti per lo scudo. Poi che i 6 stranieri della Virtus siano meglio dei nostri mi sembra tutto da dimostrare, che i 12 Virtus siano meglio dei nostri 12 mi sembra tutto da dimostrare.
    Shengelia contro Milano quest’anno non ha toccato palla, né all’andata né al ritorno, aspetterei a fasciarmi la testa.

    1. Tutto giusto ,per vincere non resta che arrivare freschi ai playoff. Il problema è che, continuando di questo passo ,ai playoff i nostri big arriveranno cotti,esattamente come lo scorso anno,e l’anno prima ancora, se ci fossimo arrivati.

      1. Mi sembra che l’unico cotto stracotto e decotto sei tu con le tue tiritera ripetute odiose ed inutili oltreché fasulle, fatti un piacere sparisci !

  11. mnhjkkjlll jkkklkòò lpòòòòlàòòà lòlkiogyuhgtyyukl. lkjppèljiugfiooooooooooooooo lllllllllllllllllllllllllllkhuttryry6rtfgfvcbn gdrrertyygtu

  12. Baraldi adesso come farà a lamentarsi che Milano ha i soldi e gli altri no? Ma forse Toko e Hackett vengono perché ad entrambi piace il caffè.

Comments are closed.

Next Post

EuroLeague sceglie la sua classifica: Olimpia Milano, sei ai playoff

L’Olimpia Milano ha conquistato per il secondo anno in fila i playoff di EuroLeague. La conferma arriva dalla Gazzetta dello Sport
Olimpia Milano Virtus highlights

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: