Vasa Micic è il nuovo Kill Bill: Olympiacos piegato all’ultimo tiro. Ataman: “One more”

E’ l’Efes la prima finalista dell’edizione 2022 delle Final Four di EuroLeague. Decide una giocata clamorosa sulla sirena di Vasilije Micic

E’ l’Efes la prima finalista dell’edizione 2022 delle Final Four di EuroLeague. Una giocata clamorosa sulla sirena di Vasilije Micic piega l’Olympiacos: 74-77 il finale con Ataman che urla ad EuroLeague TV: «One more».

Oly che gioca meglio nel primo tempo, e dopo tanta sofferenza al penultimo possesso torna in parità. Per i greci 12 di Shaquielle McKissic, 11 per Tyler Dorsey, Kostas Sloukas e Hassan Martin.

Nell’Efes sono 21 di Shane Larkin con 7 assist, 16 di Elijah Bryant e 15 di Vasilije Micic con 9 assist.

13 thoughts on “Vasa Micic è il nuovo Kill Bill: Olympiacos piegato all’ultimo tiro. Ataman: “One more”

  1. Bellissima partita che entrambe le squadre potevano vincere. Ma alla fine l’Efes ha avuto qualcosa in più.
    Peccato per il commento di Eleven veramente scarso e poco competente che non ne azzeccava una. Emblematica la sparata a 6 minuti circa dalla fine del secondo quarto sul contropiede Oly disquisiva sull’infrazione di campo!!?? Ma quando mai?
    Cosimino che ci fai lì?

  2. Gran partita. Certo che un po’ mi indispettisce il fatto che alla fine la vince chi ha l’upmo più forte. Un po’ come se tutto quello successivo in campo nei 39 minuti e 54 secondi non contasse nulla. Onore a quel marpione di Aataman

      1. Vero. Mi riferivo a quell’ultimo tiro, quasi da “campetto” – passatemi il termine.

  3. Molto simile alla nostra sconfitta dell’anno scorso …un tiro che cambia la stagione. Ma Micic ce l’hanno loro

  4. Chapeau ad Ataman,detestabile finché si vuole ma i risultati,l’unica cosa che veramente conta,gli danno ancora una volta ragione.Complimenti pure a Bartzokas,non per niente coach dell’anno,Oly a mio avviso vera sorpresa di questa stagione ( assieme al Monaco) al netto delle interferenze putiniane che hanno in parte influenzato il torneo, anche se alla fine le più forti sono tutte a Belgrado.
    Si conferma il fatto che quando veramente contano le partite le vincono molto spesso i campioni,l’Efes ne ha due e quando rispondono ambedue presente ben difficilmente il match non lo portano a casa in qualche modo.
    Non sarà certo la stessa squadra vista spesso in passato ma questi dall’ultimo posto della stagione 2017/18 hanno inanellato una serie impressionante ( ed invidiabile) di risultati positivi che non può essere solo frutto della sorte.
    In finale gli tocca l’avversario più ostico per le loro caratteristiche,se uno dei due dell’Apocalisse non fosse perfettamente in partita e Llull,Yabusele e Causeur continuassero a tenere il campo come nelle ultime sfide per i turchi sarebbe veramente molto dura.

  5. La difesa in single coverage sull’ultimo tiro di Micic: cambio, Walkup tentenna, finge l’aiuto/raddoppio alla fine se ne va.
    Mi ha lasciato l’amaro in bocca rispetto alla difesa con raddoppio e rotazioni a velocità folle dell’Olimpia almeno sul primo scarico. Io avrei pensato più a una cosa del genere e forse, probabilmente, sarebbe stato overtime.
    Mi ha lasciato l’amaro in bocca per come eravamo preparati tatticamente e siamo stati uccisi da una serata di Pleiss travestito da Nowitkzi. Purtroppo però è successo e siamo solo qui a guardare.

    Bellissime semifinali cmq, bellissima competizione EL

  6. Efes più performante nel momento che contava. Resto dell’idea che abbiamo perso la serie con quella scellerata gara uno. Nonostante le assenze, l’Efes era comunque una squadra completa. Plaiss potrebbe essere l’uomo partita contro il Real: se tira da fuori come contro di noi, Tabarez e Poirer devono uscire, liberando l’area alle scorribande dei magnifici due.

    Tra le sorprese della stagione metto anche questo Real che tre mesi fa sembrava a pezzi, con Laso in bilico. E invece….

    1. Signor Di.Me.le sue opinioni sono perfettamente condivisibili quando parla della prima scellerata partita con i turchi che ha condizionato una serie che con un po’ di fortuna poteva girare pure a nostro favore.Fossimo andati sul 2 a 0 ad Istanbul male che vada saremmo tornati per la quinta a Milano con tutte le incognite del caso.Resto pure dell’idea che in semifinale con l’Oly saremmo stati sfavoriti visti i precedenti durante l’anno ma un giro a Belgrado non avrebbe comunque fatto male.Sul Real sono invece parzialmente d’accordo con lei,considerato il potenziale erano a mio avviso la più grande delusione dell’anno e pure Laso ha rischiato il posto più volte,la grandezza di una società e di un coach si vedono però nei momenti difficili ed ora questi signori sono a giocarsi il titolo europeo con buone possibilità di vittoria (se la gara si mette su binari a loro congeniali) mentre noi stiamo a parlare di Reggio Emilia….
      Speriamo che un oculato rafforzamento del roster ci permetta il prossimo anno di tornare realmente in lotta per il primato tra i grandi anche se a sentire quel pagliaccio di Baraldi nel 2022/23 giocheremo tutti unicamente per il secondo posto.

  7. L’Efes, campione in carica e dominatrice dell’edizione non terminata, non è così lunga, anzi. Ma ha 2 giocatori inarrestabili ed un coach che gli lascia totale libertà, fin qua ripagato con ampissimi interessi.
    Anche ieri sera, 19″ dal termine TO sul 74 pari. Dice solo di aspettare, aspettare e aspettare fino a 6″ e poi va Micic.
    Quanti coach fanno così? Nessuno, tutti a scrivere schemi che poi i giocatori faticano a impostare in quei finali concitatissimi.
    Però devi averli quei 2 e li hanno solo loro, con dietro un centro che difende anche meglio di Hines e non tira mai.

  8. Sulla squadra corta non concordo. Tra gli infortunati c’era anche un certo Simon… Comunque è vero: con Micic e Larkin gli schemi servono poco, specie sull’ultimo tiro.

Comments are closed.

Next Post

No game? No series. L'Olimpia Milano passeggia anche alla Unipol e può sedersi sul divano: 3-0

Basta un timeout di Ettore Messina, un colloquio franco e pacato (più o meno), e la gara della Unipol Arena finisce sul 5-0 per i padroni di casa

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: