Giorgio Armani: Questa è la mia Olimpia più forte. Ettore Messina lo vorrei a vita

Giorgio Armani festeggia l’undicesimo titolo della sua gestione di Olimpia Milano e si concede a La Gazzetta dello Sport

Giorgio Armani festeggia l’undicesimo titolo della sua gestione di Olimpia Milano e si concede a La Gazzetta dello Sport. Ecco alcune delle dichiarazioni dell’uomo che ha rilanciato la pallacanestro a Milano.

SULLA VITTORIA IN COPPA ITALIA

«Grande vittoria, grande spettacolo. Dico bravi a tutti i giocatori e agli allenatori e lo staff. Questa vittoria mi riempie di gioia. La pallacanestro è uno sport meraviglioso che regala sempre emozioni. È l’aspetto che più mi attrae di questo gioco e che mi ha indotto a rimanere anche quando all’inizio non vincevamo. La pazienza mi ha ripagato».

SULLA MILANO DI OGGI

«Posso dirlo: questa è l’Olimpia più forte da quando sono diventato proprietario. In passato ce ne sono state di molto forti, ma quella di oggi le supera tutte».

SU ETTORE MESSINA

«Lui è perfetto per noi, per l’immagine dell’azienda, per quello che trasmette anche all’esterno. Perché ama competere ad alto livello. È un vincente e lo dimostra. Fosse per me lo terrei a vita nel nostro club. Perciò mi auguro che rimanga ancora a lungo. Ma non mi occupo di contratti per la squadra di basket, a quelli pensano le persone preposte alla parte sportiva».

SUGLI OBIETTIVI

«Siamo in corsa per l’Eurolega, un obiettivo al quale teniamo tantissimo. Ma teniamo molto anche allo scudetto. Se devo scegliere tra l’uno e l’altro, rinunciando a uno di questi due titoli, non scelgo proprio. Vorrei vincerli entrambi. È nella mia natura e in quella della mia attività puntare al massimo. E sono sicuro che questa squadra può farcela».

5 thoughts on “Giorgio Armani: Questa è la mia Olimpia più forte. Ettore Messina lo vorrei a vita

  1. Ecco, direi che queste parole di Armani mettono nella giusta luce le dichiarazioni di Messina e le completano. Quella di Messina è una ribellione contro una visione del basket fatta di episodi, per rivendicare invece il senso di un progetto. Siamo nella parte finale di un percorso triennale che è stato pensato come unitario, e che sta portando ad uno sviluppo di un’idea non solo di squadra, ma di società, un’idea complessiva di come s’interpreta il basket e di come le sfide si vincono o si perdono non tanto se si alza o meno un trofeo. La vera sfida è sviluppare un’idea di gioco e di collettivo che va a crescere costantemente, e che ti permette di stare ad alti livelli in maniera non episodica. Sarà anche un anno che non vincevamo un pezzo di latta, certo che la cosa importa, ma siamo dentro un’idea di basket in cui stiamo riuscendo a essere una di quelle società top in Europa che stazionano stabilmente nelle F8. Che noi siamo 17-7 in Eurolega e Bologna 6-6 in Eurocup non è frutto del caso, nè di episodi. Auguro alla Virtus di fare gli step necessari per portare il basket italiano a livelli superiori, ma non mi pare ancora pronta a livello “di manico”. Armani ci chiarisce cosa voglia dire “competere”, e quale sia l’idea di basket ( e di organizzazione) che c’é dietro, cosa che peraltro ha rivendicato Messina nell’intervista con parole più spontanee e dettate dall’immediatezza, ma che sono in linea col pensiero di Re Giorgio.

  2. Perfetta sig Armani una squadra un allenatore una società seguo dal 1965 Olimpia la terza Olimpia per me penso che sia il meglio Forza Olimpia lo scudetto

  3. La forza di una società non si misura solo nel numero di trofei alzati ma nella continuità ad altissimo livello. Questo è il gruppo Armani nel mondo, non una meteora che dopo qualche anno di successo finisce nel dimenticatoio ma un brand che rappresenta l’Italia nel mondo da decenni al suoi massimi livelli. E questo deve essere il “commitment” per l’Olimpia. Per raggiungere l’eccellenza occorre testa, pazienza e un pizzico di fortuna e la stabilità alla guida di simile progetto è fondamentale.
    Lunga vita a Giorgio Armani e a Ettore Messina.

Comments are closed.

Next Post

Ettore Messina rinvia a fine stagione ogni decisione sul suo futuro

Ettore Messina avrebbe rinviato a fine stagione la decisione di esercitare l’opzione biennale di rinnovo come allenatore di Olimpia Milano

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: