Si può battere il Cska? Le indicazioni del Khimki

Si può battere il Cska? La domanda sorge spontanea dopo il successo del Khimki in Vtb

Si può battere il Cska? La domanda sorge spontanea dopo il successo del Khimki in Vtb. I gialloblù sono passati all’overtime, pur senza Anthony Gill, Jordan Mickey, Tony Crocker e Andrew Harrison. Quest’ultimo, guardia classe 1994, è arrivata dal mercato al posto di Dee Bost, tagliato.

Urge subito una precisazione. Il Cska ha incassato la terza sconfitta in questa Vtb, un dato minimo anche se il peggiore degli ultimi quattro anni nella massima lega dell’est Europa. Dura farne un “caso”, visto che Alexey Shved ha segnato 37 dei 73 punti di squadra, di cui 26 negli ultimi 25’ di gara. Il tutto con soli 2 assist, emblema di una dittatura tecnica in campo.

Ma alcuni aspetti restano. Il Cska ha segnato solo 72 punti in 45’, con 14/34 da 2 e 8/35 dall’arco. La scelta del Khimki è stata chiara: chiudere il pitturato, alzare le mani, piuttosto concedere dal perimetro, ma non in aggressione al ferro. Risultato, due stoppate hanno cancellato dalla gara Nando De Colo, espulso poi per eccessivo nervosismo. Per il francese 3 punti con 1/9 al tiro. E’ la seconda peggior gara di sempre in VTB.

Urge dirlo. Anche in VTB esistono regole sugli stranieri, e Dimitris Itoudis ha rinunciato al più pericoloso tiratore dall’arco, Alec Peters, e al lungo Othello Hunter. Quindi chiaro, le scelte di Rimas Kurtinaitis sono state vincenti anche per questo.

Ma il turnover lo si comprende solo a poche ore dal match, e quindi l’impronta rimane. Stefan Markovic, con Charles Jenkins, è stato la chiave in difesa, e in attacco il Khimki ha preferito camminare piuttosto che correre, controllando il ritmo e abbassando le realizzazioni.

Una buona riflessione per l’Olimpia Milano per la gara di venerdì alle ore 18.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
U.Fo
U.Fo
1 anno fa

Proviamoci, abbiamo poco da perdere. Fondamentale invece la prossima coi greci.

PS ieri il Real mi ha impressionato davvero, in una giornata in cui il Fener non ha brillato particolarmene. Prequel della finale?

trackback
Olimpia Milano, a Mosca si deve tentare. Inizia la “passione” playoff – REALOLIMPIAMILANO
1 anno fa

[…] per iniziare, reduce dal ko all’overtime di lunedì sera in VTB con il Khimki. Gara e chiavi di volta che abbiamo analizzato ieri, Othello Hunter e Alec Peters che tornano in campo dopo il turno di riposo forzato, Nando De Colo […]

Next Post

Olimpia Milano, a Mosca si deve tentare. Inizia la "passione" playoff

Olimpia Milano attesa alle ore 18 alla Megasport Arena di Mosca. Avversario il Cska, sei vittorie in fila, e manovra di aggancio già lanciata al Fenerbahce, capolista dominata a Madrid giovedì sera

Subscribe US Now

2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: