Luca Baraldi: Il mercato per appianare il gap da Milano. Ma l’Olimpia resta sempre davanti

Luca Baraldi, CEO di Virtus Segafredo Bologna, ospite sulle colonne de La Gazzetta dello Sport nella settimana che porta a Virtus vs Olimpia Milano

Luca Baraldi, CEO di Virtus Segafredo Bologna, ospite sulle colonne de La Gazzetta dello Sport nella settimana che porta a Virtus vs Olimpia Milano. Ecco alcune sue dichiarazioni.

SUL MERCATO

«Parlandone con coach Scariolo abbiamo sempre convenuto, fino a un mese fa, che c’era un gap da colmare, sotto l’aspetto della profondità di organico, nei confronti dell’Olimpia. Adesso ci sentiamo di averlo appianato anche se l’Olimpia resta sempre davanti. Lo dice il suo percorso in Eurolega. Oggi siamo molto più competitivi. Perciò va ringraziato il nostro azionista di riferimento, dottor Zanetti, che ci ha dato ampia disponibilità di sforare il budget per essere la contender più vicina al potenziale di Milano».

SUL PROSSIMO DERBY D’ITALIA

«Intanto sono convinto che uscirà una bella partita, un grande spot non solo per il basket italiano, anche per quello europeo. E mi aspetto di fare il pienone da 9 mila spettatori col 100% di ingressi. Per noi è importante anche sotto l’aspetto del ricambio generazionale dei nostri nuovi abbonati che per l’80% sono Under 25. La Virtus attira un pubblico sempre più giovane, è un bel segnale per il futuro. Sarà un test probante per verificare la tenuta e il seguito della Serie A dopo 2 anni di pandemia. La posta in palio è alta, c’è in ballo il primo posto della griglia playoff.Finire primi o secondi non è indifferente. È vero che l’anno passato abbiamo vinto lo scudetto da numero 2 ma il primato dà sempre più fiducia e consapevolezza».

SUGLI OBIETTIVI

«Corriamo per due obiettivi, ma per lo sviluppo futuro del club, l’Eurolega è quello primario, un traguardo molto importante per noi. Personalmente, sarei pronto a sacrificare lo scudetto per tornare tra le big d’Europa».

16 thoughts on “Luca Baraldi: Il mercato per appianare il gap da Milano. Ma l’Olimpia resta sempre davanti

  1. La notizia è che il buon Luca smentisce le convinzioni del nostro DiMe, pretattica? Certo, ma anche senso di inferiorità e poca consapevolezza dei propri mezzi. Per una volta mi piacerebbe dare ragione al Baraldino ma, per farlo occorre batterli sul campo, consapevoli sin da ormai, i che sarà un 5 vs. 8

  2. che io sia preso come riferimento è per me un onore 🙂

    scherzi a parte, per me quel GAP in termini di singoli è stato appianato. E, sempre per me, loro restano i favoriti perchè sono i campioni in carica, perché giocheranno almeno venti gare in meno di noi, prima della finale (sempre che ci si arrivi entrambi) e perchè probabilmente giocheranno in casa più spesso, con il “peso” dei loro tifosi. Ma, come dice Messina: se vuoi vincere lo scudetto devi saper vincere fuori casa.
    Resto dell’idea che il finale di stagione di EL ci prosciugherà mentalmente, come è gusto che sia, e che il campionato sarà solo una necessaria passerella.
    Per ora, godiamoci i nostri playoff.

    1. @Di.Me adesso sono d’accordo con te. Ho sempre criticato chi sino a qualche mese fa sosteneva che il roster V fosse superiore al nostro ed il percorso delle due squadre lo smentiva ampiamente. E’ vero che noi adesso senza Mito e con i loro innesti i roster sono paragonabili come valore. Poi come dici tu ci sono tutti gli altri fattori che potrebbero dare qualche vantaggio a Bologna. Ma intanto godiamoci i playoff e puntiamo alla F4 poi ci penseremo
      PS ho visto il docufilm su Amazon Prime sulle F4 dello scorso anno. Molto bello e soprattutto dà veramente il senso del traguardo raggiunto lo scorso anno. Vedere la nostra Olimpia nel gotha del basket europeo ( e ripensare che siamo stati ad un tiro dalla finale) dovrebbe solo renderci orgogliosi. Anche se Bonamico probabilmente non sarà d’accordo…

  3. Essere un riferimento per il Baraldino è certamente un onore 🙂
    A parte gli scherzi, credo che quel GAP a livello di singoli sia stato colmato. Resta l’organizzazione di squadra e la gestione, in mano ai due coach. Ci sarà da divertirsi, in caso di finale con Bologna (non scontatissima, direi)

    1. Finale con Bologna non scontatissima perché se Bologna ai playoff prende Tortona con cui ha perso sia in campionato sia in Coppa Italia ci sarà da ridere.

      1. Intanto Tortona si dovrebbe qualificare per i play-off, cosa non così scontata, vedendo l’attuale classifica e poi ogni partita è a se. Ora sono più rodati e hanno aggiunto due pezzi da 90 come Hackett e Shengelia che spostano gli equilibri.

  4. Le final eight di Coppa Italia, avevano chiaramente evidenziato il gap esistente.( Vinta, senza Shields e Mitoglou ) Il conflitto in Ucraina, ha permesso loro, di colmarlo in parte. Il Sig. Bonamico, non sarà certamente d’ accordo con Baraldino che, come sempre, mette le mani avanti…

  5. Ma come? Fino a poco fa la Personcina tuonava contro chi era in EL “senza meriti sportivi” ed ora chiede di entrare al posto delle russe…. Baraldino Baraldino sei sempre il master dell’italianissimo e sano “chiagnere e fottere”. Del resto il tuo curriculum ti rispecchia in pieno.

  6. Lo stesso vale per tutti i tifosi V che su altri blog sino ad oggi hanno sempre criticato l’Eurolega perchè non premia la meritocrazia. Voglio vedere se dovessero entrare con una wild card al posto delle russe…

  7. Tra l’altro ho dato un’occhiata al format dell’eurocup e, sebbene le avversarie non siano tutte fortissime, non è così scontato che la Virtus riesca a vincerla (arrivare in finale non basta per accedere all’EL, visto che Monaco si è qualificata ai playoff). Infatti nella seconda fase tutte le partite saranno in gara unica. Dunque per arrivare in EL bisognerà vincere quattro gare consecutive, senza mai perdere. Insomma: difficile anche per i più forti. Staremo a vedere

  8. Continuo a sperare che la Virtus entri nell’EL per vedere di nascosto l’effetto che fa. Se guardiamo la carta d’identità dei loro 4 top player non c’è da stare allegrissimi. A parte Toko gli altri tre sono in linea coi nostri adorabili vecchietti…. e ciò che vale per noi vale anche per loro a livello di usura e possibilità di infortunarsi.
    La tegola Mitoglou sposterà e non poco gli equilibri e le F8 di EL contro presumibilmente l’Efes saranno un ulteriore corrosivo del nostro stato di forma mentale e fisico. La mia visione è sempre e solo EL, andare forte per le F4 poi quello che sarà sarà. Per il campionato LBA ci penseremo più avanti se resteranno energie

  9. Efes credo sia quasi certo del quinto posto. Per il sesto, ora del Maccabi, teoricamente potrebbe rientrare anche il Bayern, nonostante la sconfitta di ieri sera. Anche se per liro, giocare ogni due giorni per quasi due settimane, rappresenta una difficoltà non da poco.
    Dovessimo vincere giovedì e dovesse perdere il Real potremmo strappare un terzo posto, incontrando proprio il Maccabi.

    1. Caro Di.Me, guarda che il Bayern, ha il confronto diretto a sfavore, con il Monaco. Quindi, a meno di un miracolo, terminerà la stagione regolare, in ottava posizione, incrociando così, il Barcellona.

  10. Non avevo guardato gli scontri diretti….
    Avendo più gare da giocare, pensavo potesse, sulla carta, puntare anche al sesto

  11. L’ipocrisia non e’ tra i miei moltissimi difetti dunque con la massima sincerita’ mi auguro di cuore che la Virtus continui a marcire a lungo in EuroCup senza se e senza ma.Una volta sistemata la pratica Eurolega vedremo poi cosa verrà fuori pure in campionato,e se andrà male pure quest’anno non perderò di certo il sonno se saremo stati capaci di fare grandi cose dove conta veramente.

  12. Se a Zanetti e al marchio Segafredo interessa così tanto l’Eurolega, tanto a loro dire da porlo come obiettivo primario rispetto alla scudetto, proprio malaccio come lega europea non dov’essere.
    Poi si potrà dire quel che si vuole, ma il vero e proprio basket è quello che giocano lì, puoi cercare in giro per il mondo, ma lì torni.

Comments are closed.

Next Post

Asvel vs Olimpia Milano, torna a disposizione Nicolò Melli

Nicolò Melli torna in squadra. Lo annuncia Repubblica-Milano. Dopo due gare di stop il capitano biancorosso è a disposizione

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: