Buongiorno Olimpia | In EuroLeague una vittoria politica di Messina. Ora, però, soluzioni

Fine dell’era di Jordi Bertomeu in EuroLeague, con il CEO destituito il prossimo 30 giugno 2022. Per lui probabile un incarico istituzionale

Fine dell’era di Jordi Bertomeu in EuroLeague, con il CEO destituito il prossimo 30 giugno 2022. Per lui probabile un incarico istituzionale, mentre saranno i club a decidere la nuova via.

La rottura è forte, perchè 5 club su 11 avrebbero scelto la continuità, mantenendo compatti i fronti nazionali: spagnole e turche con Bertomeu, greche ed est Europa dall’altra parte. Ma la commissione di cinque club che lavorerà sulla successione sarà mista, con all’interno anche Olimpia Milano.

Si lavori dunque ad un ritrovato dialogo tra le varie potenze del basket internazionale, quel che invocò mesi fa Ettore Messina (questa è una vittoria politica per il club) nella sua lettera ad Eurohoops, diminuendo le competizioni europee, razionalizzando il calendario, e magari aprendo maggiormente EuroLeague al merito sportivo, e non ad un numero eccessivo di “licenze pluriennali” che impone, a chi vince l’EuroCup, di “salvarsi” solo conquistando i playoff nell’annata successiva. 

Il tutto sedendosi ad un tavolo con una FIBA che non può comunque essere “parte forte”, con il suo prodotto principale, le “nazionali”, oggi considerato superfluo non solo dalle franchigie NBA.

PS. Settimane fa le grandi agenzie europee hanno richiesto l’ingresso nel tavolo di dibattito di EuroLeague. Se il CDA rappresenta i club fondatori, ed ELPA i giocatori, gli agenti sarebbero in rappresentanza di chi? Per favore…

4 thoughts on “Buongiorno Olimpia | In EuroLeague una vittoria politica di Messina. Ora, però, soluzioni

  1. X me è sbagliato il concetto “più partite = più ricavi”. Io seguo l’olimpia dai tempi di Mcadoo…ora però fatico veramente a vedere tutte le partite. 4 a settimana nei turni infrasettimanali per me sono troppe. Vedere il basket per me deve essere un piacere (che bello finalmente domani c ” è la partita) non un peso (o mio Dio, domani c ‘ è ancora la partita).
    Si è esagerato. Più attenzione al tifoso, meno ai soldi. Altrimenti il gioco si rompe

  2. Iooi86. C è gente che vorrebbe una partita al giorno. Ovvio. In generale non credo sia così. Io spesso lavoro fino a tardi, ho famiglia, ho altri interessi. 4 partite in 8 giorni x me sono un peso.
    Aggiungi che giocare così tanto implica squadre di 15 elementi o più, indi costi. Sorvolando sull’aspetto infortuni.
    Si sta spremendo il tifoso (e il giocatore) come un limone. Per me è ora di dire basta.

  3. Meglio un campionato Europeo a 36 squadre ammesse sulla base della solidità economica e organizzativa sul modello NBA con un tetto salariale e penalizzazioni per chi lo supera con campionati nazionali in cui pescare nuovi talenti

Comments are closed.

Next Post

Giampaolo Ricci: A 30 anni nella squadra più ambita e ambiziosa. Voglio lo Scudetto

Giampaolo Ricci protagonista sul Corriere nell’intervista concessa a Daniele Dallera nel giorno della vigilia a Olimpia Milano-Barcellona
Olimpia Milano Sassari

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: