Micov: James giocatore incredibile, la frase non era un attacco a lui

Il giocatore serbo chiarisce quella polemica social con l’ex compagno: “L’ho chiamato e gli ho spiegato. Lui mi ha risposto che era tutto a posto”

Non parla tantissimo, ma quando lo fa Vlado Micov è sempre molto interessante e non dice mai cose banali. In una lunga intervista video, realizzata della trasmissione Siskauskast, è tornato anche sul tema Mike James, per il quale è stato al centro di una polemica qualche tempo fa.

Il serbo ha parole di grande elogio per l’ex compagno, in questa intervista tradotta da Backdoor Podcast:

Mike è un giocatore incredibile, ha fatto tanto per noi ed è un realizzatore clamoroso come ha anche dimostrato a Mosca con il CSKA

E sulla polemica social:

Ho rilasciato una lunga intervista in cui ho detto quella frase (il basket è un gioco di squadra ndr) ma non l’ho detta a James e non l’ho riferita direttamente a lui. Quando ho terminato l’allenamento tutti i compagni che avevano i social mi hanno mostrato ciò che si diceva, chiedendomi cosa avessi combinato. A quel punto ho chiamato direttamente Mike e gli ho spiegato che non era un attacco verso di lui. Lui mi ha risposto che era tutto a posto e d’ignorare la questione

33 thoughts on “Micov: James giocatore incredibile, la frase non era un attacco a lui

  1. Un giorno però vorrei sapere tutta la storia del “taglio “ di James, giocatore certamente difficile ma dal talento unico. Perché se è vero quello che dice Micov, allora non è stato lo spogliatoio a volerlo cacciare, si erano chiariti. Quindi perché Messina prima lo ha motivato a restare e poi lo ha liquidato? Solo per piazzare il colpaccio Mack?

  2. Se lo spogliatoio non era così fratturato, perché Messina ha liquidato un talento difficile ma raro come James? Solo per piazzare il colpaccio Mack? Chi non me la racconta giusta?

  3. Questa è l’ennesima dimostrazione che non è stato lo spogliatoio a non volere James in squadra perché Micov è un grande uomo che non si è mai nascosto e se deve dire una cosa la dice in faccia a chi di dovere .se Micov ha detto che quella sua frase non è riferita a James io gli credo ad occhi chiusi e la risposta di James a Micov è stata da grande campione e non ho motivo di dubitare di Micov..io non ho mai creduto ai pettegolezzi e alle dicerie fatte uscire ad arte da giornalisti ed addetti ai lavori solo per mettere zizzania nel gruppo e per vendere di più..la verità è che James è stato fatto fuori dal Messia e non dal gruppo anche visto e considerato che non sono poi così tanti quelli che sono rimasti da Pianigiani al Messia..già il fatto di un allenatore che a parte Rodriguez acquista gregari e manda via il giocatore più talentuoso della squadra la dice tutta..

  4. L’elogio è d’obbligo da avversario lo devi rispettare. Da compagno è diverso, non dipendeva dagli altri MJ si autoescludeva. Talento certo, carattere bizzarro pure ed è praticamente quando ad invito a difendere come concetto il fenomeno ha risposto che si conservava per l’attacco il coach ha persa la speranza dì recuperarlo

  5. @Orlando tu eri presente nelle chiamate o negli incontri tra il Messia è James per affermare che James gli ha risposto che si conservava per l’attacco o come prevedibile ti basi su pettegolezzi scritti da giornalisti per fare notizie e per vendere di più?? E poi come puoi scrivere che il Messia ha perso le speranze di recuperarlo quando non l’ha mai allenato in carriera? Sei prevenuto quanto il Messia nei confronti di James..cmq in ogni caso sono contento che James non sia rimasto altrimenti sarebbe stato l’alibi perfetto per la stagione deludente del Messia

  6. Mandare via James è stato solo uno dei colossali errori di Messina che è stato “salvato” dal fallimento totale solo per le note vicende che ancora ci affliggono. Diamogli un’altra possibilità, cosa che comunque non è stata fatta per nessuno se non per l’uomo dalle molteplici cariche. James naturalmente è, e sarà uno dei top players di EL.

  7. Mandare via James è stato solo uno dei colossali errori di Messina che è stato “salvato” dal fallimento totale solo per le note vicende che ancora ci affliggono. Diamogli un’altra possibilità, cosa che comunque non è stata fatta per nessun’altro.

  8. Comunque, con tutta l’ammirazione che ho per Micov, le sue parole non le ha fraintese solo James, ha fatto benissimo a chiarire. Ad oggi, James, è il vincitore indiscusso su questa diatriba.

  9. Incredibile quanto si acriva ancora oggi su James!
    Scelta giusta o sbagliata, e’ la scelta che ha fatto il coach. Punto e basta. Io continuo a credere che non deve essere stato oer nulla facile rinunciare a proori a uno cosi’, tra l’altro amato da una buona parte dei tifosi e ancora sotto contratto. Se son badtate quattro o cinque telefonate imnagino che qualcosa sia successo. In ogni caso le recenti parole di Micov noni sembra che dicano che James era il compagno ideale. Cioe’: magari l’appunto a chi difende poco non era diretto a lui ma altre cose non dette alla stampa si’.
    Senza essere dentro l’ambiente, che cosa possiamo saperne noi??

  10. @Orlando non c’è bisogno di informarsi perché sono i fatti che parlano chiaro e la scelta è stata del Messia e visto e considerato come è andata la stagione è stato uno degli errori del Messia..poi informarsi da chi? La verità la sanno solo il Messia e James gli altri scrivono solo per supposizione o per spettegolare o per vendere
    @Di.Me infatti è stata una scelta del Messia e ora che è terminata la stagione possiamo dire tranquillamente che e stato solo uno dei colossali errori del Messia come ha scritto giustamente Giorgio..poi cosa sia successo tra Micov e James e tra il Messia e James lo sanno solo e unicamente i soggetti in questione e non certamente noi tifosi ne tantomeno i giornalisti e gli addetti alla stampa..io valuto solo i fatti e questi dicono che la scelta di rinunciare a James oltre ad essere stata dispendiosa dal punto di vista economico poichè era sotto contratto è stato anche un errore sotto il profilo sportivo perché tutto si può dire ma non che la stagione sia stata positiva..chiarito ciò io da grande fans di James sono strafelice che non sia rimasto perché altrimenti sarebbe stato l’artefice della disfatta di quest’anno e l’alibi perfetto per il Messia

  11. @GAE Scrivi come se tutto girasse intorno a James. Per altro non abbiamo la controprova, ovvero che con James saremmo stati primi in LBA e magari terzi o quarti in EL.
    Accetto il tuo giudizio, non lo prendo come verita’ assoluta. Anzi: io credo che tenere in squadra uno che il coach non apprezza puo’ portare a peggiorare l’ambiente. E dunque anche i risultati. Magari con James saremmo stati sesti in LBA e quattordicesimi in EL. Chi puo’ dirlo?
    E poi, permettimi: si chiama Messina, non messia. Magari qualche religioso non gradisce il paragone, anche se scherzoso….

  12. IL BASKET E’ UN GIOCO DI SQUADRA Entiende? Chi non vuole fare squadra è bene che esprima il suo egocentrismo in altri campi da noi no e quel che più conta la pensano nello stesso modo i vertici della società per cui basta frantumare i cabasisi con questo James.

  13. Gae ha la straordinaria capacità di esprimere teorie e passarle per verità.
    Che con James sarebbe stata una stagione diversa non c’è dubbio, che sarebbe stata migliore nessuna dimostrazione.
    Ma tant’è, Gae lo ripete da mesi come un mantra e come se lui stesso fosse un messia de notarti.
    A me i messia non sono mai piaciuti, sono agnostico e mi tengo la mia idea, che in quanto a basket sta lontana da James come la terra dal sole.
    Con questa storia di James avete rotto davvero i cabasisi, fatevi l’abbonamento con il CSKA e trasferitevi da Putin.
    L’ultima è solo una battuta, il resto invece è il mio serio pensiero.

  14. @Di.Me ovviamente non abbiamo la controprova ma penso che difficilmente avremmo potuto fare peggio di quest’anno..e cmq per me è un bene che il coach lo abbia scaricato perché come ho già scritto sono contento che James non sia rimasto altrimenti sarebbe stato il colpevole n. 1 di questa deludente stagione e avrebbe nascosto le colpe del Messia..a proposito se a qualche religioso non sarò particolarmente simpatico me ne farò una ragione non si può piacere a tutti 😂😂😂

  15. Caro Tom naturalmente non abbiamo.nessuna dimostrazione che con James sarebbe stata una stagione migliore ma credimi sarebbe stato molto difficile fare peggio..io non.sono un messia e non aspiro a diventarlo e poi noi abbiamo già il Messia in squadra 😂😂😂 non c’è bisogno di andare fino da Putin per ammirare James perché non so se tu lo sai esistono anche le TV 😂😂😂 a me basta che la stragrande maggioranza dei tifosi di Milano ami James il resto non mi interessa o tu Tom pensi che i tifosi di Milano siano solo gli utenti che scrivono in questo blog?? 😉😉😉

  16. Gae solo per amore di discussione.
    E leggi con attenzione perché ho provato a spiegartelo tante volte ma non sono mai riuscito. Colpa mia ovviamente.

    Io ero a Desio, partita chiave contro il Pana.
    Te la ricordi, no? Steccata da James, cosa per me comprensibile. Non l’ho colpevolizzato per questo, perché io NON fischio mai i giocatori durante la partita se non fanno veramente cazzate. Io tifo e gioco in campo con loro.
    Eppure quando, credo nel quarto tempo a partita persa e PO buttati al vento, James ha tentato un passaggio sotto le gambe assolutamente fuori luogo, il palazzo è venuto giù con fischi e insulti.
    A me è dispiaciuto e l’ho trovato anche ingiusto. Infatti io non ho fischiato, ho invece sofferto.
    Ma ho anche capito quello che tu ti ostini a non capire, James non era e non è un giocatore da Olimpia.
    Tutto quello che è successo dopo viene da lì e non è una decisione SOLO di Messina e una diretta conseguenza di quello che è esploso quella sera e poi maturato nelle ultime partite EL dove abbiamo letteralmente sprecato un’occasione dopo l’altra e nei terribili play off scudetto dove Mike camminava.
    Li si è rotto tutto.
    Come fai a pensare ancora che la scelta sia stata di Messina e basta?

    Al contrario di quello che tu dici, un ipotetico e orrendo referendum (orrendo perché le decisioni deve prenderle la società che ci mette i soldi e la faccia tecnica, mica il tifoso) lo boccerebbe.
    Senza speranze.
    Milano su queste cose non perdona, che ci piaccia o no.

  17. Caro Tom che James abbia toppato qualche partita tipo Desio è fuori discussione anche perché quale giocatore non ha mai toppato una partita?? Che abbia sbagliato alcuni atteggiamenti è altrettanto fuori discussione però per correttezza e coerenza dobbiamo allo stesso tempo ammettere che ci ha regalato emozioni e deliziati con le sue giocate..chiarito ciò bisogna riconoscergli alcune attenuanti: 1- è arrivato a fine stagione spremuto a causa dei tanti infortuni di alcuni suoi compagni di squadra..2- se ti ricordi bene verso la fine della stagione regolare si è infortunato e quando è rientrato nei Play-Off non era nella sua forma fisica ottimale..inoltre ti ricordo che nel basket come in qualsiasi altro sport di squadra è impossibile vincere o perdere da solo..per quanto riguarda chi ha fatto la scelta di scaricarlo quella è imputabile solo e unicamente al Messia perché rivestendo la doppia carica quale Presidente Operativo (non ad Honorem) e allenatore le scelte sono esclusivamente sue..se fosse stato solo allenatore sarebbe stato sicuramente diverso..lui ha preteso il doppio incarico per allenare Milano e la società ha accettato accordandogli fiducia e delegando a lui le scelte pertinenti la squadra..e cmq è stato il tuo adorato Messia ad ammettere che la scelta di mandare via James è stata esclusivamente sua quindi vuoi discutere anche le parole del tuo idolo Messina?? Che poi James non è facile da gestire è vero però un grande allenatore quale si ritiene il Messia avrebbe dovuto almeno provarci e non scegliere la via più facile cioe mandarlo via..cmq anche io sono contrario ad un referendum perché trovo, giusto o sbagliato, che sia la società a dover decidere ma in un ipotetico refetendum tra chi lo avrebbe confermato e chi lo avrebbe voluto mandare via avrebbero vinto di gran lunga coloro che lo avrebbero confermato..non è una mia supposizione e infatti a tal riguardo basta andare a leggere per esempio un articolo di qualche mese fa uscito su questo sito quando la stragrande dei tifosi di Milano hanno inserito James nei loro quintetto ideale dell’Olimpia Milano dove è risultato uno dei più votati..e questo sito non è mio 😂😂😂

  18. Gae, non vuoi proprio capire…
    James è stato scaricato dalla società insieme a Pianegiani, non sto discutendo se sia giusto o no, ma così è stato.

    Ps. Sono stato deliziato da James molte volte e sempre l’ho applaudito e mai fischiato. Ma anche io l’avrei lasciato, anzi non l’avrei neppure preso perché non è il tipo di giocatore che mi piace. Ma il mio giudizio non conta niente, non è di questo che si parla.

  19. Tom magari sei tu che non vuoi capire..dipende dal purto di vista di ognuno di noi..che non ti piace come tipo di giocatore è un tuo giudizio e lo rispetto perché ognuno ha i suoi gusti..ora invece parliamo di fatti e ti spiego la differenza tra Pianigiani e James..Pianigiani è stato scaricato dalla società altrimenti il Messia non sarebbe potuto venire a Milano..per quanto riguarda James non si può dire altrettanto perché se fosse come scrivi tu sarebbe dovuto essere cacciato dalla società prima che arrivasse il Messia invece siccome era sotto contratto la società ha preferito giustamente aspettare di scegliere il nuovo allenatore e delegare a costui ogni decisione sui giocatori con il contratto in essere tra i quali James..e così è stato infatti il Messia ha avuto diversi incontri/colloqui con James dopodiché è stato scaricato..e non ti dimenticare che è stato lo stesso Messia ad assumersi tale responsabilità dichiarando che la scelta di rinunciare a James è stata sua..poi è naturale che la società abbia avallato la sua scelta ma sarebbe stato lo stesso se il Messia lo avesse confermato..ma poi vuoi stare a sindacare anche una dichiarazione del tuo idolo?? 😂😂😂😂😂

  20. Messaggio alle3/4 vedove in gramaglia avete stancato con gli attacchi a Messina, gli incensamenti al fenomeno, e le vostre critiche senza costrutto non e senza proposte alternative. La squadra è questa piaccia o non piaccia e a me e soprattutto alla società piace così pertanto o fate analisi e proposte credibili o smettiamo di parlare del nulla, James è partito e Messina resta comandante non si può piacere a tutti, fatevene una ragione

  21. Vabbè GAE ci rinuncio.
    Ogni tanto mi scappa di riprovarci ma è inutile. Ne fai sempre una questione personale e non riesci ad uscire dal tuo mantra. Va bene così.

  22. @Orlando lo stesso vale per te..non sei obbligato a leggerci e tantomeno a risponderci quindi le parole che hai scritto valgono per te..poi se a te la squadra piace a me no..ognuno ha i suoi gusti e non puoi impedire di scrivere a chi non la pensa come te..e stai tranquillo che prima o poi (speriamo prima) anche il Messia se ne andrà via 😂😂😂

  23. Caro Tom potrei scrivere lo stesso di te che non riesci ad uscire dal tuo mantra..ti voglio porre solo una domanda e rispondi se vuoi solo a questa..vuoi mettere in discussione anche la dichiarazione del tuo adorato Messia quando si è assunto la responsabilità della rinuncia a James??

  24. Permettetemi una brutta similitudine con ilondo del calcio (che proprio non riesco ad amare): James e’ come Balotelli. Ti delizia, ha classe, talento, e’ bello da guardare. Ma e’ fuori da ogni schema, da quello che e’ il concetto di squadra. Senza scomodare i grandi dei del basket, cito alcuni nomi di giocatori incredibili che hanno capolito che per vincere si gioca insieme, da Magic a Bird, Da James (il prescelto) allo stesso Jordan che ha sempre preteso dai suoi compagni impegno e dedizione massimi. E alla fine ha premiato Paxon lasciandogli uno dei tiri piu’ importanti della stagione. Questa e’ la mia visione del basket, dello sport di squadra.
    Poi che abbia deciso Messina o la societa’ e tutti insieme non lo so e non credo che lo sapremo mai.
    Ricordo infine a Gae che anche nel Real di qualche anno fa l’allenatore era anche presidente….

  25. @U.Fo infatti poi in seguito il Real ha cambiato struttura societaria ed è tornata sulla formula classica con due distinte persone nei ruoli di coach e presidente..in ogni caso noi non siamo al livello del Real Madrid e quest’ultimo è un caso raro perché sia a livello italiano che europeo nessuno ricopre la doppia carica..e cmq proprio perché il Messia ha preteso il doppio ruolo è giusto che ne risponda a tutti i livelli societari inerenti la squadra

  26. Gae ti rispondo.
    Si Messina si è preso la responsabilità, ci mancherebbe altro.
    E ora rispondi tu a me: c’eri a Desio? E al Forum nei PO c’eri?
    Ti sei accorto dei fischi oppure ascoltavi solo quello che volevi ascoltare.
    Te lo ripeto ancora: io non fischiavo e trovavo ingiusto che fosse fischiato.
    Ma la storia era già scritta. Il rapporto si era rotto.

  27. Tom ora tocca a me risponderti..io non c’ero ne a Desio ne ai play-off però le ho viste in TV..a Desio ha completamente toppato la partita già dall’approccio ed è stata la sua peggior partita in maglia biancorossa mentre ai Play-Off ha pagato quello che è successo a Desio e la scarsa forma fisica dovuta all’infortunio che ha avuto verso la fine della stagione regolare senza contare che per via dei vari infortuni che abbiamo subito è stato sovrautilizzato..però credimi Tom se non avessimo avuto tutti quei infortuni di giocatori chiave e avessimo vinto lo scudetto il rapporto si sarebbe ricucito e cmq nonostante tutto la maggior parte dei nostri tifosi lo rimpiangono e questo non lo scrivo io ma basta leggere alcuni articoli su questo sito e su altri.

  28. Non sono tra quelli che fanno una colpa a chi non c’era, ma credimi viste dal vivo quelle partite erano segnali chiarissimi.
    To ho già detto che in parte ho trovato ingiusto il trattamento (come lo è stato con Gentile, anzi direi che con Gentile è stato MOLTO piu ingiusto), ma cosi è stato.
    Poi ci sono giocatori intelligenti che non reagiscono e ricuciono un rapporto e altri, come James, che in riposta ai fischi smettono di rientrare in difesa e punzecchiano su Twitter.
    Quando arrivi a quel punto, in una piazza come Milano, sei finito.
    Questa è stata la storia di James.
    Senza infortuni sarebbe stata un’altra storia? Può darsi, anzi probabile, ma se la mia nonna avesse le ruote sarebbe stata un carretto.
    Così non è, quindi niente carretto e niente James.
    Capisco che ti dispiace, ma devi fartene una ragione e colpevolizzare Messina per questo può essere un modo per digirerire il boccone ma non è conforme alla realtà.
    Il pubblico lo aveva già abbondonato. Crudele e spietato.
    Dici che i commenti dicono il contrario?
    Beh, come diceva quel bastardo di Mourinho: ‘prova a chiederlo a tutti quelli sugli spalti, ma priprio a tutti, non solo quelli che scrivono su Facebook e poi ne riparliamo…’
    Fine, chiudiamola qua., dai.

  29. Tom i tifosi di Milano non sono solo quelli che vanno sugli spalti che poi non sono sempre gli stessi ma sono molti di più perché non si è tifosi solo se si va al palazzetto e penso che questo lo dovresti sapere..io penso che tutti nella vita dovrebbero avere una seconda possibilità perché tutti possiamo sbagliare e questo per me vale in tutti i campi..ti faccio un esempio..facciamo finta che il virus non ci fosse stato e il Messia avesse fallito nel senso che non si fosse classificato ai Play-Off di Eurolega e non avesse vinto il campionato tu lo avresti mandato via o lo avresti confermato dandogli una seconda chance? Io sono sicuro al mille per mille che tu gli avresti concesso un’altra opportunità..quindi come vedi 2 pesi 2 misure..questo mi fa arrabbiare e stavolta non mi riferisco al Messia perché lui è libero di compiere le sue scelte in piena autonomia assumendosi poi le sue responsabilità..cmq è andata così e non si può più tornare indietro e forse è stato un bene che sia stato mandato via altrimenti sarebbe stato il capo espiatorio di questa deludente stagione..non tutto il male viene per nuocere..

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Ettore Messina: La sfida è restare uniti dopo l'emergenza

Ettore Messina su Sportweek: Ho imparato a fare tante cose più lentamente, che spesso significa farle meglio. La prima cosa che farò sarà andare al mare
Ettore Messina

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: