Prosegue il nostro consueto appuntamento estivo con “un semplice giudizio del roster” dei #meninred. Parliamo di Olimpia Milano Roster, ma singolarmente, un giocatore al giorno. Dopo Sergio Rodriguez, Shelvin Mack, Andrea Cinciarini, Amedeo Della Valle, Nemanja Nedovic e Riccardo Moraschini, si prosegue con le ali che, dopo Vlado Micov, Michael Roll e Jeff Brooks arrivano a Aaron White, il Barone Rosso.

Olimpia Milano Roster | Cosa può dare Aaron White

– Per dirla alla Ettore Messina, è unico giocatore del roster con Kaleb Tarczewski a garantire esplosività e verticalità. Interessante anche comprendere le possibili contemporaneità con Jeff Brooks;

– Le due stagioni di Kaunas lo hanno reso un giocatore con importante esperienza di EuroLeague, con un playoff e una Final Four. Uno dei pochi nel roster di Olimpia Milano;

– Ala forte purissima, è molto abile nell’attacco dal lato debole. L’accoppiata con Sergio Rodriguez può espandere non poco la qualità del gioco di Ettore Messina;

Olimpia Milano Roster | Criticità

– Ha già “visto” l’Europa con Zenit e Bonn, ma si è formato nettamente a Kaunas, in una realtà senza grandi pressioni ma con massima dimensione “formativa”. Saprà reggere il nuovo salto di qualità lontano da Jasikevicius?

– Rispetto alle aspettative ai tempi del college non ha saputo ancora costruirsi un tiro dalla distanza affidabile, diminuendo anche nell’ultima stagione tentativi e realizzazioni;

– Nell’alternanza con Jeff Brooks avrà da subito anche grandi responsabilità difensive pur abbassando credibilmente i minutaggi rispetto ai 24.4′ della scorsa stagione. Tanto in meno tempo, rispondendo presente senza pausa. E’ il prezzo del salto di qualità. Missione non semplice.

Annunci

Rispondi