Marco Belinelli, ieri zero falli subiti: “Mi piacerebbe avere più rispetto dagli arbitri”

Dopo Ettore Messina, un nuovo piccato riferimento arbitrale arriva da una stella del nostro campionato, Marco Belinelli

Dopo Ettore Messina, un nuovo piccato riferimento arbitrale arriva da una stella del nostro campionato, Marco Belinelli.

Il primo a prendere la parola sul tema era stato proprio Ettore Messina: «Ci sono tanti bravi giocatori in questa lega, il livello sta salendo, ma chi non fa un passo avanti sono gli arbitri. Un’incapacità di comunicare incredibile».

Il coach di Olimpia Milano aveva trovato il sostegno diretto di Stefano Sardara, presidente della Dinamo Sassari, e di Luca Baraldi, CEO della Virtus Bologna. Dalla componente arbitrale era invece arrivata solo una maldestra frase del presidente nazionale.

Ieri il Beli si è espresso così: «Mi piacerebbe avere molto più rispetto dagli arbitri. Questa è una cosa di cui ne parliamo da anni, tutti quanti. Una cosa secondo me importante in una squadra come la nostra, la Virtus».

Il giocatore è uscito malconcio del match, con un solo viaggio in lunetta e nessun fallo subito. Urge sottolineare come oggi sia secondo in LBA per rapporto tra minuti giocatori e tiri liberi, dietro al compagno Mam Jaiteh e davanti a Amedeo Della Valle. 

Quali saranno state dunque le motivazioni del suo attacco televisivo? 

9 thoughts on “Marco Belinelli, ieri zero falli subiti: “Mi piacerebbe avere più rispetto dagli arbitri”

  1. Non mi sembra affatto che dica le stesse cose di Messina.
    Belinelli cerca chiaramente un vantaggio personale ( +rispetto dagli arbitri – ma perché scusa, perché sei una star? – bah).
    Oltretutto il Beli è uno dei “furbi”, quindi non mi pare proprio il caso da parte sua.

    Messina invece chiede una maggiore attitudine al dialogo da parte degli arbitri.
    Se si riuscisse a parlare di più e soprattutto meglio, sarebbe un vantaggio per tutti.
    Davvero non sarebbe il caso di accostarli, secondo me.

  2. Dai se si lamenta lui il Chacho dovrebbe scrivere alla corte dell’Aja

    1. No all’Aja ha scritto Strautinis dopo essersi impastato sul muro sir. Hines.

      1. ahahah beh se te la vai a cercare.
        Su quel muro ci sono tanti adesivi di fior di giocatori

  3. Uscita apparentemente priva di senso e non supportata da fatti concreti. La partita l’ho vista e sicuramente se c’era qualcuno in diritto di lamentarsi per alcuni fischi (non tanti, in verità) era Banchi.
    Certo, per uno a cui fischiano fallo a favore non appena accenna ad un movimento, un intero match senza, deve rappresentare un bel trauma. Ma lui è Belinelli e gioca nella Virtus. Nessuna richiesta di dialogo, solo un chiaro avvertimento al mondo arbitrale.

  4. HAHAHAHAHA!!!!
    E’ il basket bellezza, se non ti va bene dovevi darti alla pallavolo, visto che non mi sembra che ci siano state tante ingiustizie ieri.
    Non è che il ragazzo sta già mettendo le mani avanti per una ipotetica finale, contro una squadra che difende forte?

  5. Allora confermo che Belinelli è stato un ottimo giocatore. Ha navigato nella NBA out ricoprendo un ruolo che molti nella NBA possono fare, ma questo è e bravo lui e complimenti x la sua carriera. Mi è sempre piaciuto come tiratore puro peccato non lo abbia mai avuto a Milano. Ora è arrivato a fine carriera e sta dando un buon contributo alla Virtus anche se moltissimi tifosi bolognesi hanno sempre espresso qualche dubbio su di lui per tenuta atletica, difesa, costo ingaggio annuo e rendimento non costante (ovviamente negheranno tutti ma su Sportando, e non solo, le cose le hanno scritte e sono state lette). Lui come tutti i tiratori e’ sempre messo sotto pressione anche fisico atletico e qui nasce il punto che vorrei far presente. Ogni tiro accenna a un contatto moltiplicandolo all’ennesima potenza cercando di trarre in inganno gli arbitri, alcuni sono davvero imbarazzanti e gli arbitri si dimostrano impreparati o sofferenti di sudditanza psicologica. Risultato: spesso prende dei falli inesistenti soprattutto con tiro dall’arco con gambe allargate alla MJ e sbracciate alla Phelps. Il limite del tecnico per flopping è sempre sorpassato (idem Teodosic o anche ahimè Delaney) .. io partiree con un tecnico a inizio partita così per essere pari .. poi al primo flopping (ogni partita 2/3 ne fa) secondo tecnico ed espulsione 😂 Se il suo lamento è per mancanza di falli fischiati Be’ siamo a livello di elemosina. Se invece fa eco a Messina ok ma non si è prop o spiegato. Poteva stare zitto meglio di molto meglio Forza Olimpia

  6. La V da sempre e’ appiccicata alle sottane degli arbitri e appena si arriva all fase decisiva si buttano subito a fare cagnara per un fischio in più. Si stava meglio quando erano falliti, credetemi.

  7. Lamento ridicolo da parte di una squadra di picchiatori impunita dalla classe arbitrale italiana. Credo che in EL dove i falli li fischiano avranno un altro metro arbitrale.
    Siamo alle solite.
    Chiagnere e fottere.

Comments are closed.

Next Post

Attilio Caja: Dovremo cercare di ripetere l’ottima prestazione offensiva fatta domenica

Attilio Caja lancia gara-2 di Olimpia Milano vs Reggiana, quarti di finale degli LBA Playoffs 2022. Ecco le sue parole
Attilio Caja

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: