Olympiacos vs Olimpia Milano | Le pagelle di RealOlimpiaMilano

Giornata sottotono per la maggior parte dei biancorossi: solamente Rodriguez e Roll trovano buone soluzioni con continuità

LeDay 5.5 – Bene su Printezis in avvio, con anche alcune giocate pregevoli offensive, poi si spegne come il resto della squadra.

Moretti sv – Gioca gli ultimi 30 secondi

Moraschini 5 – Dieci minuti senza particolari cose da segnalare.

Roll 7 – Il suo lo fa, senza dubbio e molto più di altre occasioni. Trova i canestri nel momento di massima difficoltà, ma è troppo solo.

Rodriguez 6.5 – Finché lui fa il fenomeno, l’Olimpia resta davanti. Poi cala nella ripresa ed i compagni, questa volta, non riescono a prenderne il testimone. 

Tarczewski 5 – È in ritardo di condizione e lo conferma anche in questa serata, dove conquista 6 rimbalzi, ma va spesso in difficoltà.

Cinciarini ne

Delaney 5 – I cinque assist non bastano per contrastare il 2/7 dal campo ed anche delle difficoltà a livello difensivo.

Shields 5 – Confusionario. È sempre molto attivo, ma forza più di una giocata.

Brooks 4.5 – Paga anche a livello di energia, rispetto ai diretti avversari.

Hines 5 – Stranamente anche lui gioca una partita sottotono, sbagliando canestri non da lui, con anche un paio di distrazioni.

Datome 5.5 – Alterna alcune un paio di giocate ad errori su conclusioni aperte.  

Coach Messina 5 – Non è la solita Olimpia. Prova a giocare quintetti più fisici e grossi, visti gli avversari, però trova solamente a tratti le giuste soluzioni. E nella ripresa è ‘tradito’ dai suoi big. 

14 thoughts on “Olympiacos vs Olimpia Milano | Le pagelle di RealOlimpiaMilano

  1. Salvo solo Rodriguez ed un grande Roll che si dimostra un giocatore da Olimpia ma questo non può bastare per battere l’Olimpiacos con uno Sloukas che non siamo riusciti a fermare.
    Peccato perchè dopo il loro tecnico potevamo prendere un vantaggio ma bravi e più determinati loro.

    Senza nessun intento polemico ma per dare l’idea di cosa è l’Eurolega quella squadruccia deboluccia di Monaco ha battuto il Maccabi

  2. Brutta partita, con prestazioni molto poco convincenti di tanti.
    Alcune scelte tra cui uno shields inguardabile nel secondo tempo e un hines mangiato vivo sotto canestro poco comprensibili.
    La zona con leday davanti e regolarmente saltato con vantaggi regalati per 4 5 azioni di fila, pure lì incomprensibile.
    Come i mismatch cavalcati pochissimo da noi è tantissimo da loro sui nostri cambi sistematici e mai forzati.
    Letture pessime di Messina oggi e a parte chacho nessuno dei big che ha tolto le castagne dal fuoco.
    Nota a margine: Il bayern che vince a Tel Aviv è cosi scarso?

    1. Credo che Messina le abbia provate tutte. Magari nei momenti sbagliati, ma tutte. Shields tanti errori, vero, ma non è che ci fossero molte alternative, il cambio oggi era Roll

  3. Non dubito le abbia provate tutte ma sia la zona non ha convinto sia soprattutto il primo tempo doveva vederci più avanti. In parte per buoni tiri sbagliati, in parte per mismatch non letti cosa poco accettabile visto loro invece proprio coi mismatch ci hanno ammazzato.
    Poi per carità la serata storta ci sta ma qualcosa di meglio ci poteva uscire.

    Delaney secondo voi sta bene ? Nel senso che forse sta subendo psicologicamente la situazione covid (esclusione di domenica e sui tweet dopo i test). Non mi sembra sul pezzo al 100%

  4. Anche per me Delaney, più di altri avverte la pressione extra basket mi è parso faticasse a trovare la concentrazione. Per il resto la zona per funzionare ha bisogno di adattamenti che non dubito Messina saprà spiegare in particolare a LeDay che non pare sia stato cazziato a dovere. Bene Roll ed el chacho ma troppo soli. Per Tarzan forse la cura Hines lo mette in confusione ma solo Messina sa se vale la pena insistere.

  5. In una serata cosi negativa di Delaney, si poteva dare qualche minuto a Cinciarini per provare a pressare Sloukas. Non abbiamo perso per quello, comunque.

  6. un pó di crisi di Messina l’ho vista anche io, quando loro hanno iniziato a difendere con grande energia non ha trovato una chiave (giochi) per permettere ai suoi giocatori di alleggerire la pressione della difesa greca. ha ruotato un pó gli uomini, ma senza un piano preciso per spezzare la pressione avversaria e mandare a vuoto la difesa, almeno mi é parso.
    a me inquieta la faccenda rimbalzi e presenza nel pitturato. se LeDay gioca “normale” abbiamo davvero poche armi offensive da quelle parti e a rimbalzo paghiamo quasi costantemente (per ora solo con ASVEL abbiamo un saldo positivo, peraltro minimo in una partita dove abbiamo sempre condotto) e Hines é un gran giocatore ma ora come ora in questo inizio di Eurolega lascia troppi rimbalzi offensivi agli avversari. Tarczewski completamente fuori condizione, sicuro, ma anche senza molta convinzione nei propri mezzi, mi pare. insegue le palle che gli lancia Rodriguez con precisione non millimetrica (si fa per dire) e tira giù i suoi rimbalzi (almeno lui!). poi finisce li. Tarczewski DEVE svoltare perché solo Hines non basta nemmeno lontanamente. serve prendere qualcuno nel ruolo per l’Europa?

  7. Non sembrava, ma evidentemente per tenerli dietro nel primo tempo, stavamo facendo fatica.
    Quindi nel terzo quarto siamo crollati, e poi abbiamo mollato.

    Mollato: si sono viste tante cose che per questa squadra non erano abituali; Brooks che si lascia scappare un pallone già suo da sotto le mani in area difensiva; Hines che subisce e non trova il canestro; Datome evanescente; Moraschini ininfluente.
    Tutto questo meriterebbe una spiegazione, che forse al momento nessuno saprebbe dare – come ha puntualizzato Messina nell’intervista di fine partita.
    Di spiegazioni quindi perora non ce ne sono, a volere essere onesti, ma si possono fare delle ipotesi in base a quanto s’è visto.

    Che lo staff temesse molto l’Olympiacos – e giustamente direi – si è visto dal nostro quintetto iniziale: Delaney, Shields, Datome da 3, LeDay, Hines. Grossi.
    Ma forse non adeguati: perché Shields da 2 è sprecato, e non era questa la partita per Datome da giocare da 3.
    Inoltre purtroppo i cardini che secondo me sono fondamentali per questa squadra, Delaney e Shields, non hanno funzionato, e piano piano la serata è sfuggita di mano.
    Che Delaney e Shields siano i cardini della squadra lo dimostra, secondo me, paradossalmente proprio la partita straordinaria del Chacho, e mi auguro che le faccia tutte ancora così – eppure purtroppo non è bastato.
    È un grandissimo, può essere decisivo nei finali, ma non è il cardine di questa squadra – niente di male in questo, quando Delaney sarà a posto lo sarà lui alla grande – si è già visto.

    Penso che Delaney non stia bene ancora, per quello che ha riposato in LBA, e Shields forse è anche giovane e non abituato a una certa pressione, anche se è certamente un gran campione: certo hanno sbagliato la partita – Shields pronti via tre palle perse – la squadra secondo me è inciampata sulle loro rovine, capita.
    No problem, secondo me.
    Diciamo che non hanno nemmeno tentato di arrivare ai supplementari per timore che gli chiudessero l’aeroporto – motivo per cui la partita è stata anticipata di 90 minuti…

    L’Olympiacos poi ha giocato molto bene, con uno Sloukas veramente motivato e concentrato, che ha fatto la partita e quello che ha voluto.
    Un Delaney in forma non gliel’avrebbe permesso, ne sono certo.
    Un Olympiacos che comunque ha dato pochissimi minuti nientemeno che a Spanoulis, e questo racconta qualcosa del livello della partita, secondo me, nonostante sia potuto sembrare che in campo si sia vista una vittoria facile dei greci.
    Ma facile direi che non è stato nemmeno per loro, nonostante troppi dei nostri siano stati troppo sottotono.

    Per esempio: visto l’arbitraggio scandaloso nei momenti critici – come solo i grandi arbitri sanno fare, di apparire equanimi, ma influire fortemente nei momenti di cresta, che si può cadere di qua o di là – ci si sarebbe aspettata una reazione nervosa dai nostri, tecnici, rabbie, sostituzioni per nervi, ma invece niente.
    Siamo arrivati lì domati, abbiamo fatto un bel primo tempo, poi abbiamo lasciato tutto a Sloukas e non si capisce perché.
    Neanche Messina lo capisce, come ha dichiarato, ma lo capirà. Non ce lo dirà, ovviamente, ma saprà e reagirà.
    Già contro Madrid?
    Non so, non credo, ma spero. Perché Madrid ha quell’accoppiata, gran play, centro forte, che noi soffriamo per costituzione.

    Vai Milano, facci vedere una reazione! Se ci sarà, il risultato non avrà importanza.

  8. Penso che le partite siano soprattutto storie ed emozioni – la tecnica da sola non basta e non racconta l’esperienza degli spettatori, forse neanche quella dei tecnici, certamente non quella dei giocatori e dei campioni.
    Di quello, storie ed emozioni, cerco di parlare nei miei commenti.

    Penso che durante una partita di basket vediamo il triangolo o la flex, ma quasi senza accorgercene: vediamo invece l’energia e la forza dei giocatori, le debolezze e le paure, vediamo lo sforzo il sacrificio e il talento, ed è il motivo per cui andiamo al palazzetto o accendiamo internet.
    Resta una gran voglia di parlare di quanto abbiamo visto, e poche parole tecniche secondo me non bastano, almeno per me.
    Spero di non annoiare e spesso mi scuso dell’ovvia lunghezza, a volte invece penso che sia un pregio.
    Del resto secondo me uno non viene qui a leggere i commenti degli altri “per fare presto” 🙂

  9. Due quarti e mezzo buoni, un quarto e mezzo molto male e non te lo puoi permettere se non segni tanto. Delaney molto male, peccato, spero ritrovi tranquillità mentale. Non ho visto un’Olimpia messa in difficoltà dall’avversario però, ho visto un’Olimpia che si è messa in difficoltà da sola. Se è così, si può migliorare decisamente.

  10. Palmasco continua così ti prego aiutaci a vedere gli uomini dentro i giocatori e lo staff

Comments are closed.

Next Post

Sergio Rodriguez raggiunge Diamantidis nella classifica all-time degli assist

Il Chacho Sergio Rodriguez scala la classifica all-time degli assist, dando sempre maggior lustro ad una carriera straordinaria

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: