Annunci

Le pagelle di RealOlimpiaMilano – Repesa maestro nel sedare isterismi, Repesa che deve cedere le chiavi a chi non voleva alla guida. E il «progetto giovani» esce bocciato da Capo d’Orlando

Olimpia Milano che vince 77-62 a Capo d’Orlando e chiude sul 3-1 la serie con gli uomini di Di Carlo. Sarà semifinale con l’Aquila Trento.

Macvan 7 – Capo d’Orlando si riporta a -8 e lui risponde con 8 punti che chiudono la partita. Mvp assoluto della serie, nonostante le precarie condizioni fisiche.

Kalnietis 5 – Il risveglio offensivo di gara-3, l’immediato ritorno nell’anonimato. La condizione è approssimativa, ma il 2/8 al tiro e 3 palle perse sono parzialmente compensate da 3 assist e 3 recuperi. Con lui in regia Milano va in difficoltà, e Cinciarini gli scippa sempre più il timone.

McLean 6 – Quanto meno dignitoso dopo le difficoltà delle prime uscite. Il quintetto con la sua presenza non decolla, ma 8 punti e 3 rimbalzi in 23’ non sono da buttare.

Cinciarini 7 – Milano chiavi in mano. Con lui Milano fugge, senza di lui Milano trema. Ha in mano le chiavi di un auto che Repesa non voleva inizialmente concedergli.

Simon 6.5 – Altro giocatore in condizioni approssimative, altro giocatore che si limita nelle scelte e colleziona un 18 di valutazione con 4/6 al tiro.

Cerella ne

Pascolo 7 – Sempre sotto i 20’ secondo il volere dello staff medico, scatta con 4/4 al tiro e chiude con 12 punti e 4 rimbalzi.

Fontecchio ne

Tarczewski ne

Hickman 5 – 10 punti con 3/10 al tiro, 3 rubate e 3 perse compensate da 3 assist. Scelte non sempre felici, gestione totalmente assente. Contro una Capo d’Orlando con energie ormai terminate, perde rapidamente il timone.

Abass 5 – Attendeva con ferocia il primo playoff da protagonista, bocciato nuovamente con un -3 di plus/minus in 12’. Specialista difensivo? Al momento no. E con Fontecchio, il «progetto giovani» esce ridimensionato dal primo turno playoff.

Raduljica 6 – 8 punti e 4 rimbalzi in 16’, in una Capo d’Orlando che ne ha segnato una timida volontà di risveglio. L’apice di gara-4? Il tecnico per proteste. Repesa lo abbraccia trionfante.

Coach Repesa 6 – Stringe anche le rotazioni e si conferma maestro nel sedare gli isterismi in una serie dove «il senso di superiorità» non deve mai venire meno.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Milano ed una semifinale voluta e meritata. Ma tutti in piedi per Capo d'Orlando.

Alla fine è giusto così. Olimpia in semifinale ed onore delle armi per un’Orlandina mai doma. Ha vinto il più forte e lo ha fatto rimediando ad un inizio di serie pessimo, il cui seguito  è stato gestito con maggiore attenzione e correttivi tattici importanti. Giusto partire dagli sconfitti, che, […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: