Le pagelle di RealOlimpiaMilano – Repesa maestro nel sedare isterismi, Repesa che deve cedere le chiavi a chi non voleva alla guida. E il «progetto giovani» esce bocciato da Capo d’Orlando

Olimpia Milano che vince 77-62 a Capo d’Orlando e chiude sul 3-1 la serie con gli uomini di Di Carlo. Sarà semifinale con l’Aquila Trento.

Macvan 7 – Capo d’Orlando si riporta a -8 e lui risponde con 8 punti che chiudono la partita. Mvp assoluto della serie, nonostante le precarie condizioni fisiche.

Kalnietis 5 – Il risveglio offensivo di gara-3, l’immediato ritorno nell’anonimato. La condizione è approssimativa, ma il 2/8 al tiro e 3 palle perse sono parzialmente compensate da 3 assist e 3 recuperi. Con lui in regia Milano va in difficoltà, e Cinciarini gli scippa sempre più il timone.

McLean 6 – Quanto meno dignitoso dopo le difficoltà delle prime uscite. Il quintetto con la sua presenza non decolla, ma 8 punti e 3 rimbalzi in 23’ non sono da buttare.

Cinciarini 7 – Milano chiavi in mano. Con lui Milano fugge, senza di lui Milano trema. Ha in mano le chiavi di un auto che Repesa non voleva inizialmente concedergli.

Simon 6.5 – Altro giocatore in condizioni approssimative, altro giocatore che si limita nelle scelte e colleziona un 18 di valutazione con 4/6 al tiro.

Cerella ne

Pascolo 7 – Sempre sotto i 20’ secondo il volere dello staff medico, scatta con 4/4 al tiro e chiude con 12 punti e 4 rimbalzi.

Fontecchio ne

Tarczewski ne

Hickman 5 – 10 punti con 3/10 al tiro, 3 rubate e 3 perse compensate da 3 assist. Scelte non sempre felici, gestione totalmente assente. Contro una Capo d’Orlando con energie ormai terminate, perde rapidamente il timone.

Abass 5 – Attendeva con ferocia il primo playoff da protagonista, bocciato nuovamente con un -3 di plus/minus in 12’. Specialista difensivo? Al momento no. E con Fontecchio, il «progetto giovani» esce ridimensionato dal primo turno playoff.

Raduljica 6 – 8 punti e 4 rimbalzi in 16’, in una Capo d’Orlando che ne ha segnato una timida volontà di risveglio. L’apice di gara-4? Il tecnico per proteste. Repesa lo abbraccia trionfante.

Coach Repesa 6 – Stringe anche le rotazioni e si conferma maestro nel sedare gli isterismi in una serie dove «il senso di superiorità» non deve mai venire meno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...