Sassari-Olimpia Milano | EA7 sempre rimaneggiata, ma con il ritorno di Tonut

Le ultime notizie dalla secondaria del Forum, verso la trasferta di domani pomeriggio in Sardegna

Dall’Europa all’isola felice italiana. L’Olimpia Milano si rituffa in campionato, dove la situazione è decisamente opposta a quella europea, con il secondo posto in classifica e delle buone prove alle spalle. Domani c’è una trasferta storicamente ostica, come quella sul campo della Dinamo Sassari, seppur i sardi non abbiano iniziato bene la stagione (3-5 il record).

Ovviamente sarà sempre un’EA7 rimaneggiata, con le assenze di Shavon Shields, Kevin Pangos e Gigi Datome, mentre si rivedrà per qualche minuto Stefano Tonut, dopo circa tre settimane dallo stop avvenuto nella gara europea con la Virtus. Come dicevamo ieri, nessun problema per Timothé Luwawu-Cabarrot, dopo il colpo subito a Vitoria.

27 thoughts on “Sassari-Olimpia Milano | EA7 sempre rimaneggiata, ma con il ritorno di Tonut

  1. Gigione sempre infortunato oppure ammalato, direi che siamo al capolinea per gli alti livelli europei. >Potrà dare qualche cambio in LBA dove le difese sono meno asfissianti

  2. Veramente abbiamo tenuto Gigi per dare qualche cambio in Lba ?Lui deve dare minuti qualità in eurolega e in Italia nei playoff,se lo farà bene,altrimenti sarebbe un’altra valutazione sbagliata riguardo alla squadra di qs anno.Aspettiamo giugno,poi però valutazione senza alibi di ogni singolo elemento dal coach al custode del campo….

    1. Veramente Datome i minuti di qualità lì sta dando in infermeria. Altro che LBA o EL..

      1. Grande GMP…sempre lucido nelle analisi.. Solo che se proviamo a dire che il roster è male assortito e che alcuni giocatori hanno una carta d’identità molto datata e che hanno dato il meglio in altri Club,, oramai tanto tempo fa, la setta del Santone (unica depositaria della verità)…si arrabbia e comincia ad offendere,

      2. Ormai sono abituato alle offese della setta del Santone che neanche mi toccano più.
        La loro verità è artificiale: l’unica realtà che loro non possono e non potranno mai cambiare è che al momento, dopo 11 giornate, con uno dei migliori budget a livello europeo, siamo, non solo fuori dalla zona play-off, ma addirittura ultimi come ai tempi del tanto vituperato Pianigiani.

  3. Parlare di Datome è come sparare sulla croce rossa. Al riguardo ho già mosso le mie critiche e stranamente quasi nessuno si è levato a baluardo difensivo del giocatore. Piuttosto il silenzio, a significare che Gigi è indifendibile.

    Rispetto per il campione che è stato. Purtroppo, dopo il rinnovo al ribasso con l’Olimpia, non si è riposato d’estate dopo una stagione pesante che l’ha visto logorato nel fisico, ha saltato la preparazione estiva, ma ha dato tutto alla nazionale giocando addirittura 4 partite in 6 giorni. Al rientro in Olimpia si è iscritto da subito in injury list, salvo due apparizioni da zombie (per la squadra che lo paga). Di conseguenza, spero che l’estate prossima nè il coach nè qualsiasi manager preposto al mercato decidano di confermarlo.

    Ottima notizia il rientro di Tonut. Poco alla volta l’injury list si svuota, e dato l’attacco asfittico da 60 punti a partita in EL ogni giocatore che porti soluzioni offensive è il benvenuto.

    Forza Olimpia per Sassari e speriamo che stavolta la trasferta sarda non porti sfiga come in estate, quando in amichevole proprio contro Sassari assistemmo al primo infortunio stagionale di Shields. Vabbè che piove sul bagnato, ma davvero non abbiamo bisogno di altri stop.

    1. Sulle tue osservazioni su Datome, risponde il silenzio a causa della rottura di palle per la reiterazione dell’argomento, se hai una fissazione tienitela.

    2. “A significare che Gigi è indifendibile”?
      Una comoda lettura di comodo, magari.

      Magari significa invece che il modo sporco di attaccare un grande giocatore – sporco perché approfitta della debolezza della malattia, che il virus colpisce indifferente se d’estate si gioca o si riposa – sporco e ingrato, arrogante e maligno di attaccare un giocatore esemplare NON MERITA RISPOSTA.
      Se non del pagliaccio di turno, ben allineato con te, che vedrai che arriva presto.
      Complimenti! Bella compagnia!

      1. quando non ci annoi con i tuoi pipponi sai solo offendere chi esprime un parere, bella gente complimenti.

      2. Ma lui è così, si crede di essere il padrone di casa e noi glielo facciamo credere ahahaha

      3. Da quando è iniziata la stagione Datome è stato quasi sempre fuori per infortunio e il virus è solo l’ultimo contrattempo di una lunga catena di infortuni, questi sono fatti accertati, non opinioni di tifosi o pagliacci come da te definiti.
        Cmq è bella la tua compagnia, una banda capitanata in primis da te che si distingue per maleducazione, arroganza e per presunzione.

  4. Ma lucaluca, scusa scusa, quello che tu chiami “esprimere un parere” sarebbe di insultare un giocatore di grande rilievo, di grande storia, di grande carattere, di grande successo, nel momento in cui è malato?
    Quello per te sarebbe esprimere un parere?

    Sbagli. Non è un parere.
    Quello è niente, è cattiveria, ignoranza, cinismo, arroganza.
    L’arroganza di potere parlare male di un grande, voi che non siete niente.

    1. Palmasco. Hai iniziato la stagione dando addosso a Naz Mitrou-Long ad ogni piè sospinto quando nemmeno aveva messo il piede in campo, insultandolo e dicendo che era inadatto all’Olimpia e avrebbe fatto schifo, quando invece è l’unico che in Eurolega ha combinato qualcosa. Prima di fare la morale agli altri rifletti, please.

      Su Datome ho solo espresso un parere urbano portando dati oggettivi che riepilogo:

      1) a fine stagione Gigi faceva il sostenuto dicendo “non so se resto, sono free agent” solo perché la società voleva confermarlo al ribasso.
      2) la scorsa stagione lo ha visto logoro nel fisico e Gigi ha mostrato tanti bassi e pochissimi alti
      3) ha saltato il riposo estivo di cui aveva grande bisogno
      4) ha saltato la preparazione pre-stagionale
      5) è andato in nazionale dove ci ha tirato dentro alla morte, giocando fino a 4 partite in 6 giorni
      6) dal ritorno dalla nazionale è scomparso ma non è stato nemmeno citato in injury list, quindi non era malato, solo completamente fuori forma.
      7) in tre mesi ha prodotto solo poche apparizioni da zombie
      8) alla fine ha avuto in virus non meglio menzionato (covid, influenza?)

      Questi, caro Palmasco, non sono insulti ma fatti oggettivi, che descrivono il comportamento di un “professionista” che per andare a scannarsi in nazionale ha saltato il primo trimestre in campo con l’Olimpia che lo paga. Tu credi veramente che la società la pensi diversamente da me sul mistero Datome? Doveva avere la saggezza di emulare Belinelli che ha detto “non ce la faccio a reggere l’Eurolega e pure la nazionale, per cui salto gli azzurri quest’estate per riposare”.

      Come mai da quando Naz ha inizato a giocare bene non l’hai più menzionato, tu che nella pre-season l’avresti cacciato a pedato, tanto ne parlavi male?

      Per cui fammi il piacere, Palmasco, prima di pontificare e dire che io insulto Datome, fermati a riflettere sul pulpito da cui stai facendo la predica. Smile e Forza Olimpia.

      1. Nego fermamente le parole che cerchi di mettermi in bocca su Naz.

        Di Mitrou ho detto molto presto, non subito, ma dopo averlo visto giocare un paio di volte, che non è un play: mi pare confermato, anche ora che qualche volta segna.
        Ho anche detto che Messina stava facendo dei tentativi di accordare la squadra al suo disordine, per sfruttarne le caratteristiche a giochi rotti. Mi pare molto confermato anche questo.
        Il mio giudizio su Mitrou è sempre stato rispettoso e attento. Aggiungerei anche, senza falsa modestia: esatto.
        Come qualsiasi altro parere che esprimo.

        Certo non mi permetto di insultare un campione perché è malato, o perché ha deciso di rendere onore alla nostra nazionale.
        Quella è roba disonesta, da poveretti.

      2. Sei proprio un bugiardo nato, capace di distorcere a tuo piacimento i tuoi stessi commenti.
        Tutti abbiamo letto le tue critiche e insulti a Mitrou Long per qualche amichevole e sottolineo amichevole tra scapoli e ammoliati e ora invece nonostante sia un rokie è uno dei migliori in questo disastro, a parte il match con il Baskonia. Che poi, per te, non sia un play è un altro discorso, e ad oggi salvo infortuni lo stesso si può dire di Pangos che a tuo, sempre dire, vale 2 volte il Chacho a 36 anni, che invece ancora oggi può insegnare basket a chiunque sopratutto a Pangos.
        Tanto negherai anche questo perché sei un infame.
        Mi chiedo cosa possa insegnare agli altri uno come te che ritiene di essere depositario unico della verità. Ma ti pagano per avere il copyright della verità? Falso e ipocrita che non sei altro.

      3. “faceva il sostenuto” ? Ma tu con che diritto ed in base a quali evidenze reali puoi scrivere questa frase. Questi sono insulti ed illazioni.
        “Si scannava in nazionale”. Ti sono piaciute le partite dell’Italia o sei un leghista della prima ora che sostiene “prima gli italiani..pardon prima l’Olimpia”
        Si Datome è sempre stato un professionista ed uno attaccato alla maglia e dovremmo andarne fieri.
        Mi sembra , magari mi sbaglio, che anche tu quando aumentano le difficoltà perdi un po’ il controllo..mi spiace

        Su Naz grandi doti alla Punter, ma toglieteli il pallone di mano e i insegnateli come si difende 1vs1.
        Questo al momento è l’unica pecca nelle scelte di mercato, ma aspettiamo a dare un giudizio perché anche a lui bisogna dare tempo ma per ora dire che è un play è una bestemmia

      4. Certo che faceva il sostenuto.
        Appena finito il campionato dichiarò di essere libero, evidentemente da buon messiniano non te lo ricordi perché eri ancora ubriaco per lo scudetto appena vinto.
        Cmq state tutti sereni che a fine stagione ci saluterà e noi saremo lì ad applaudire la sua ultima partita sempre se starà bene.

      5. Caro Lupo non serve a nulla dialogare in modo civile con certi soggetti perché questi ti insultano a prescindere se il tuo pensiero non corrisponde al loro.

        Hai due possibilità con loro:
        1) rispondere a tono abbassandosi al loro misero livello;
        2) ignorarli e continuare ad esprimere la propria opinione.

        Ciò dipende dal carattere di ognuno di noi.
        Il loro obiettivo è quello di sfiancarti per estrometterti dal blog perché gli procuri fastidio.
        E oggi ne hai avuto l’ennesima dimostrazione: hai scritto la tua opinione e subito sono partiti gli insulti dal solito noto.
        E per chi si attacca alla ripetivitá del concetto, dico che non è reato e ricordo che qui c’è uno che scrive da anni tutti i giorni gli stessi noiosi polpettoni.

  5. Sembra e dico sembra che i “pensierini “ su Datome siano già stati da te espressi in passato ripetutamente @lupo, tutto qui; la stagione di Gigi, ad oggi, siamo tutti in grado di giudicarla, non vi è alcun bisogno che ci elenchi punto per punto il perché è il percome, tutto qua; ma tu non perdi occasione per tediarci con le tue elucubrazioni; il primo ad essere dispiaciuto per l’andamento delle cose è quel galantuomo di Datome

    Capito mi hai??

  6. Cazzo Gae quanti nicknames falsi che usi : lucaluca, lupoellisson,gmp,number 8

    meno male che ti avevano bloccato

    sono ironico,ovviamente

    1. Non hai ancora capito che chiunque critica Messina sono io? Naturalmente compreso tu eh

      Ovviamente anche io sono ironico caro sc74

  7. Siamo in un sito di tifosi,qui sono chiacchiere da bar,se fossimo professionisti saremmo seduti su qualche panchina o in campo.Quindi tutti ci sentiamo coinvolti dalla nostra Olimpia,e come sempre quando c’è trasporto ci sono magari anche eccessi di ottimismo o pessimismo,ci sono passioni e avversioni per certi giocatori,per certi allenatori per certe squadre.Lo dobbiamo accettare.
    Lupo è indispettito da Datome,come Palmasco da Naz.Accettiamolo,anche se non lo condividiamo.
    Perché poi è tutto relativo,o perlomeno dipende da come si vuole vedere la cosa.Ad esempio su Pianeggiani c’è l’odio atavico della rivalità ex senese.Beh anche Messina ha vinto tutto con la nostra rivale storica….Guardiamoli con occhi più distaccati,sono professionisti,anche il grandissimo Dan arrivava da li…Gente come Rubini non nasce più nello sport moderno…

    1. NO caro @number8 non tutte le critiche sono uguali.
      In questo caso la critica a Naz è sul suo ruolo in campo e sulle capacità di fare il play : quindi una critica tecnica
      Nel caso di Datome la critica è sul comportamento e le scelte personali, quindi una critica sulla persona (peraltro fatta su illazioni senza nessuna base di verità…..si dice che abbia fatto il sostenuto, chi lo dice chi l’ha visto, certo l’ho letto nel blog quindi è così)
      Non è la stessa cosa e non essendo più un adolescente credo che tu capisca la differenza.
      Non è questione di idee diverse che ci stanno ma di attacchi personali che sono fastidiosi e che, se noti, arrivano quando si perde .Poi capisco la frustrazione ma non gli insulti
      Così per mettere i puntini sulle i

  8. E basta dire che se alcune persone la pensano uguali sono lo stesso individuo che moltiplica i nick.Number 8 sono solo io e unico….come lo era il più grande play di tutti i tempi di Milano…va beh che se fate ragionamenti da bambini probabilmente non eravate ancora nati quando esultavamo a Losanna….

  9. Eh no, non è per nulla la stessa cosa.
    La critica tecnica può essere sbagliata o corretta ma ci sta perché si basa su quello che TUTTI possiamo oggettivamente vedere sul campo. Se ne può discutere per giorno senza litigare o anche litigando da Bar Sport, ma qui sta il divertimento.

    La critica alla persona si basa su illazioni e conoscenze parziali e a me fa sinceramente schifo.
    Ne abbiamo avuto esempi e vittime illustri, da Nedovic a Datome passando per Delaney.

    Non si può non capire la differenza tra i due casi. Enorme differenza.

Comments are closed.

Next Post

Fioretti: A Sassari è stata storicamente sempre una battaglia

Le parole della vigilia in casa biancorossa, sulla trasferta di domani pomeriggio al PalaSerradimigni
Olimpia Milano post Sassari

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: