Olimpia Milano Mercato, non mancano i lunghi free agent in NBA. Ma c’è qualità?

Alessandro Maggi 14

Florian Kurth, giornalista tedesco, stila una lista di prospetti ora free agent in NBA potenzialmente interessati al mercato europeo

Florian Kurth, giornalista tedesco, stila una lista di prospetti ora free agent in NBA potenzialmente interessati al mercato europeo.

Parlando di lunghi, troviamo nomi accostati ad Olimpia Milano in questi giorni, senza al momento conferme determinanti, che non hanno bisogno quindi di presentazioni: Tarik Black e Jahlil Okafor.

Noah Vonleh, prodotto di Indiana, è un’ala forte di 208 centimetri che ha ha ottenuto spazio per alcune stagioni ai Portland Trail Blazers con apertura “alare” che ne fa un centro in Europa con anche tiro da 3.

Centro è ovviamente Aaron Baynes, australiano che nella passata stagione otteneva 18.5’ di media ai Raptors infortunato poi gravemente a Tokyo.

Ersan Ilyasova, 8.2’ di media nella scorsa stagione con gli Utah Jazz, è un classe 1987 di grande esperienza, accostato all’Anadolu Efes nelle scorse settimane.

Bismack Biyombo, congolese lasse 1992 di 206 centimetri, dopo la chiusura del rapporto con gli Hornets è stato accostato in Spagna al Baskonia.

206 centimetri è Marquese Chriss, classe 1997 l’anno scorso brevemente ai Warriors, legato poi a settembre da un non garantito con i Blazers.

Ala di 211 centimetri è John Henson, fermo dal marzo 2020 dopo l’esperienza con i Pistons. In aprile aveva firmato un contratto di dieci giorni con i Knicks senza trovare spazio.

Due mesi in Sud Corea invece per Omari Spellman, ala forte con tiro da fuori prodotto di Villanova dopo un tentativo alla Summer League con i Chicago Bulls.

Certamente tra i prospetti più interessanti è TJ Leaf, nativo di Tel Aviv, 10 gare con i Blazers un anno fa a 4.2’ di media, una buona carriera con UCLA e 208 centimetri con tiro da fuori in divenire.

Giocatore particolare Johnny O’Bryant, considerato un grande talento da sempre in Europa, 11.3 punti e 5.2 rimbalzi l’anno scorso nella sua EuroLeague con la Stella Rossa prima di passare al Turk. E’ un’ala forte pura, con un buon precedente al Forum…

Particolare la vicenda di Meyers Leonard, salutato da Miami per ragioni comportamentali, 216 centimetri di pura potenza che valeva 6 punti di media e 4.8 rimbalzi nel 2019-2020.

14 thoughts on “Olimpia Milano Mercato, non mancano i lunghi free agent in NBA. Ma c’è qualità?

    1. Okafor è una testa calda, Messina evita (giustamente) profili di questo tipo…

  1. Se lo prendiamo davvero sto lungo, non possiamo permetterci uno che arriva dalla NBA senza esperienze europee.
    Non abbiamo tempo di aspettare Suo adattamento.
    Spero che le esperienze di mack e daniels siano servite ad imparare qualcosa.

    1. Si vero .. tra quelli citati qualcuno ha esperienza europea … poi se mi portano Anthony Davis me lo faccio andar bene 😁

  2. Volevo solo ricordare che Okafor ha giocato ai Pelicans con Melli e i due si sono rivisti a Tokyo in Italia Nigeria.

  3. Potendo avrei preso Vildoza che ha passaporto italiano, anche se non è un lungo ti da la possibilità di schierare in LBA Hines e Kaleb risparmiando uno slot sugli esterni. Ovviamente può stare bene anche inEL viste le assenze di Delaney.
    Hanno scelto Baldasso e ci sarà un motivo.
    Per colmare due mesi di assenza non farei un acquisto come quelli di cui sopra, il gettonaro non ti risolve niente e per i nomi importanti ci vuole budget e voglia di riorganizzare il roster.

  4. Niente accende il blog come le voci di mercato su nuovi potenziali innesti.

    Molto significativo (vedi intervista a Scariolo e articolo di Maggi).

    1. Eh lo so che a te piace la polemica 😏 cmq credo che le voci di mercato non accendono innanzitutto perché non ci sono nomi che fanno impazzire e poi perché non si può stare dietro a ogni voce che esce quando la maggior parte di queste non sono veritiere.

  5. Mi piacerebbe che qualcuno diverso dal tipo qui sopra, mi spiegasse dove è la polemica nelle parole di Tom.

    1. O sei tardi ad arrivarci o sei prevenuto a prescindere. Anzi per te valgono entrambe. Cmq a scanso di equivoci io non ho detto che il commento di Tom è polemico ma solo che gli piace leggere quelli polemici che in questo articolo prima del tuo intervento nefasto non ce n’erano. Purtroppo come sempre chissà come mai ti senti sempre chiamato in causa ahahaha

      1. Provocazioni sono le tue trollate banalizzatore di final four che avresti dovuto astenerti. E con questo non ti risponderò anche se come tua abitudine insulterai pesantemente per inciso io non sono né vecchio né rintronato ma forse tu sì.

      2. Le provocazioni sono tue visto che vieni a trollare anche quando non ti nomino o per caso oltre ad essere Iellini sei per caso anche Tom?? I miei insulti sono solo la risposta a quelli tuoi. Che sei vecchio e rintronato non lo dico io ma lo dimostri tu tutti o giorni. E poi finiscila di dire sempre e ovunque che non risponderai più. Ma chi vuoi che ti creda? Ahahah

Comments are closed.

Next Post

Buongiorno Olimpia | Ha ragione Scariolo. D'altronde, si è banalizzata anche una Final Four

E’ anche la storia di Milano, e Sergio Scariolo lo sa bene, perchè la sua squadra, come tante altre, fu soffocata dal “risultatismo”
Buongiorno Olimpia

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: