Parte l’Eurolega: quattro davanti a tutte, l’Olimpia tra le outsider

Il borsino della stagione 2021/22 alla vigilia dell’inizio dell’annata, con la sfida dei biancorossi al Cska

Ora la stagione entra davvero nel vivo. Dopo il campionato, domani si alzerà la palla a due sulla nuova stagione di Eurolega. Un nuovo cammino per l’Olimpia Milano, a caccia della continuità europea, dopo la strepitosa cavalcata di un anno fa, quando furono raggiunte le Final Four di Colonia. Ripetersi sarà durissima, andare nuovamente ai playoff è però fondamentale.

Olimpia Milano Eurolega | La griglia di partenza

Di analisi sulla squadra di Ettore Messina ne abbiamo fatte e ne continueremo a fare nel corso della stagione, ma dove si posiziona in un’ipotetica griglia di partenza? Noi la mettiamo nel gruppo delle outsider, quelle a caccia di un posto nei playoff, ma con il sogno di poter fare lo sgambetto alle quattro grandi favorite. Sì, perché Cska, Efes, Barcellona e Real hanno qualcosa in più, almeno sulla carta. Sono loro le squadre su cui fare la corsa per provare a sognare Berlino.

Come dicevamo, però, Melli e compagni devono centrare i playoff, perché restare tra le prime otto d’Europa vuol dire trovare continuità ad altissimo livello. Poi dipenderà dallo stato di forma, dall’avversaria ed anche un po’ di fortuna per fare il passo successivo, ma essere nella post-season vuol dire aver dato un seguito e non reso la scorsa annata un unicum, come era accaduto nel 2014. Le possibilità ci sono tutte, anche se i biancorossi sembrano attualmente un po’ in ritardo di condizione.

Olimpia Milano Eurolega | Le rivali

Detto delle quattro favorite, su chi dovrà fare la corsa l’AX Armani Exchange? Fenerbahce e Zenit sembrano le due formazioni più attrezzate, anche se i russi hanno perso il loro faro Pangos nel corso dell’estate. Il mercato è stato però di alto livello, con un Napier molto intrigante e la solidità di Mickey vicino a canestro, in una squadra già formata. I turchi, con Djordjevic in panchina, hanno giocato una grande seconda parte della scorsa stagione ed hanno aggiunto giocatori di livello alto come Henry, Polonara e Booker.

Dopo la grande campagna dell’anno scorso, il Bayern Monaco di Trinchieri si presenta con una squadra con il nucleo di un anno fa e con alcune aggiunte interessanti come Walden e Hilliard. Dunque, una possibile rivale, così come Olympiacos e Maccabi Tel Aviv, che vogliono tornare a recitare una figura importante, dopo qualche anno in sordina. Infine, da non sottovalutare due compagini spesso in grado di restare nelle zone alte seppur meno accreditate al via, come Baskonia e Zalgiris.

17 thoughts on “Parte l’Eurolega: quattro davanti a tutte, l’Olimpia tra le outsider

  1. L’impressione è che il livello si sia ulteriormente alzato. Il Fener che sbaglia due stagioni di seguito non ce lo vedo, e lo Zenit ha avuto un ulteriore step di crescita (anche se l’infortunio a Napier è una bruttissima tegola), queste due ce le vedo senza problemi alle F8. Noi staremo a fare a sportellate con Baskonia, Bayern, Maccabi e Olympiakos per due posti, impresa non facile, avremo bisogno che tutti i tasselli siano a posto, perché non vedo un roster in perfetto equilibrio competitivo. Senza contare che tra Monaco, Kazan, Villeurbane, Kaunas e Oaka qualche W la lasceremo per strada…

    1. Tra il quinto e il nono posto secondo me balla pochissimo. E conta molto anche la “fortuna “. Lo scorso anno ci è girato tutto bene. Quest anno vedremo. Spero nel posto 5, non sarei troppo sorpreso del posto 9

      1. Come del resto anche lo scorso anno 1 W faceva la differenza di alcune posizioni. Questo è il bello e il brutto della EL, grande equilibrio e grandi giocatori in ogni squadra in grado di cambiare una partita. Basta una distrazione e ti giochi il PO.

      2. L’anno scorso la differenza l’ha fatta una vittoria in più in positivo e una in meno in negativo. Anche secondo me balliamo tra il 5° e il 9° posto ma del resto anche l’anno scorso ci davano se non erro tra il 6° e il 9° posto per poi arrivare sorprendentemente al 4° posto per cui le sorprese possono essere dietro l’angolo e nel caso in cui si dovesse aprire uno spiraglio bisogna coglierla subito.

    2. Concordo perfettamente. Oltretutto, iniziare questa avventura, senza il sostituto di Kevin Punter, sarà un handicap notevole per noi. Considerando che, nei prossimi 15 giorni, dovremo affrontare CSKA, Baskonia, Maccabi ed Efes.

      1. Infatti proprio per questo caro Dario a mio parere ci voleva un’altra guardia per giunta sapendo che Daniels veniva da un anno di inattività.

    3. pur’io ci vedo a lottare dal 5 posto in giu forse come dici bene tu pure fener e zenith davanti a noi molto dipendera’ dall’ambientamento di daniels dai recuperi – fisico – di delaney e psicologico di kaleb

  2. Scusate se non ho capito nulla. Domani sera si potrà vedere l’Olimpia su Eurosport player? Altrimenti che devo fare? Grazie a tutti

    1. No, si vede solamente su Sky Sport o su Eleven Sport, le due reti che hanno i diritti di Eurolega per i prossimi 3 anni

  3. Sarei contento con un risultato di 2 W e 2 L. Approfittiamone per vedere Shields da 2 e Hall con maggiori responsabilità.

  4. Squadra costruita senza un filo conduttore, mi sembra un puzzle ancora in divenire. Per le prime 8 nutro forti dubbi, per le F4 praticamente nessuna speranza

  5. Milano ha la possibilità di entrare nelle F8 per il secondo anno consecutivo ma per farlo servirà una stagione perfetta, più dell’anno scorso e una buona dose di kiulo, sotto forma di pochi infortuni e qualche distrazione altrui. Si dovrà fare bottino pieno con i team inferiori e sperare in qualche impresa con le big. L’EL si conferma una competizione durissima e selettiva ai massimi livelli, altro che regolar season di NBA….

Comments are closed.

Next Post

Gianmarco Pozzecco: Al termine di questo percorso sarò un allenatore migliore

Prime parole dal suo arrivo in Olimpia Milano per Gianmarco Pozzecco, a colloquio con Vincenzo Di Schiavi su La Gazzetta dello Sport
Brindisi Ettore Messina

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: