La Gazzetta: Olimpia finta capolista, dipende tutto da Brindisi

Vincenzo Di Schiavi firma su La Gazzetta dello Sport l’editoriale: «Olimpia “finta” capolista. Tutto dipende dai pugliesi»

Vincenzo Di Schiavi firma su La Gazzetta dello Sport l’editoriale: «Olimpia “finta” capolista. Tutto dipende dai pugliesi». Ecco alcuni passaggi.

L’istinto suggerisce che forse i colpi di scena non sono ancora finiti. Milano è di nuovo davanti a tutti ma, come in un gioco di prestigio, è Brindisi ad avere il destino nelle proprie mani.

Milano andrà a Pesaro domenica e poi riceverà Cremona all’ultima giornata.

Brindisi invece vuole salire sul treno della storia. Domenica prossima va a Trento, poi recupera in casa con Sassari il 28 aprile, prima del gran finale il 2 maggio, sempre al Palapentassuglia, contro Varese. 

La banda Vitucci ha, come detto, un colpo in più da sparare ed è immensamente più motivata. Ma ha un problema: è decimata dal covid. Pronostici? Facili come un giro di roulette.

7 thoughts on “La Gazzetta: Olimpia finta capolista, dipende tutto da Brindisi

  1. Onestamente, anche arrivare secondi non sarebbe male… Se tutto va come deve andare, al massimo ti giochi le finali senza fattore campo, e se mai Brindisi non ce la dovesse fare mentre noi sì, avremmo il fattore campo in finale… tutto sommato una situazione WIN-QUASI WIN

  2. Quoto @rikbon

    Penso che Brindisi possa solo “perderlo” il 1° posto ma vedremo

  3. Penso che Vincenzo Di Schiavi faccia bene il suo mestiere di giornalista, che in questo momento è di aiutare il movimento basket italiano nel suo complesso, creando interesse e magari perfino emozioni sulle partite che restano della RS.
    Giusto così.

    Sa benissimo, ovviamente, che a noi a Milano della posizione finale in RS di LBA importa poco, se non pochissimo, di fronte alla sfida terrificante che stiamo per affrontare in EL, e alla posta in palio.

  4. Visto quello che è successo ieri sera, sarà molto difficile, per Brindisi, vincere domenica prossima, a Trento.

    1. Noi abbiamo testa, gambe e cuore ai play off: sarà difficile anche per noi vincere ancora in lba

  5. secondo me Ettore sperava che Brindisi vincesse ieri, così le ultime due diventavano senza senso, invece così siamo costretti a provarci,
    pur sapendo che conta quasi zero…

    1. Beh, dobbiamo incontrare Pesaro, che sta subendo imbarcate a destra e a manca, e poi Cremona già salva. Mai come in queste due occasioni si potrebbe veramente giocare con Cinciarini, Moretti, Moraschini, Biligha, Wojcecoso, dando magari minuti a Roll che rientra dall’infortunio, a Micov, una decina di minuti Delaney, Tarcisio.
      Se si vince bene, se si perde si arriva comunque secondi.

Comments are closed.

Next Post

La Virtus Bologna è una polveriera dopo le parole di Djordjevic. Via anche Teodosic?

Agitato post-Olimpia Milano in casa Virtus Bologna anche tenendo conto delle parole di Sale Djordjevic. Molteplici gli scenari futuri
Sasha Djordjevic

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: