Il pagellone di Olimpia Milano | Giocatore per giocatore, il giudizio di ROM

Si entra nel nuovo anno, e in attesa della sfida con il Real arriva il pagellone Olimpia Milano del 2020, restando sulla stagione attuale

Si entra nel nuovo anno, e in attesa della sfida con il Real Madrid arriva il pagellone del 2020, restando sulla stagione attuale. Giocatore per giocatore, il nostro giudizio.

Scorri in basso per cambiare pagina

10 thoughts on “Il pagellone di Olimpia Milano | Giocatore per giocatore, il giudizio di ROM

  1. Per Moretti direi che “stagione di studio” sia una definizione assai cortese: a me quella di messina pare una chiara bocciatura, moretti non vede quasi mai il campo e nei suoi minuti in LBA ci sono anche ultimi quarti con Milano talmente avanti che la partita l’avrebbero portata a casa anche stando già nella docce. Ci sono giovani (più giovani di Moretti) che in Eurolega giocano molto e non sono certo dei fenomeni (alba berlino docet) e altri che più giovani di Moretti stanno dando segnali di un futuro assai roseo e giocano tanto (Jokubaitis ad esempio).
    Biligha pure invece di SV merita 5. Gioca troppo poco, è vero, ma quando gioca non si rimpiange la sua assenza. Mentre il Cincia, il capitano fantasma, almeno ci mette energia. nelle pagelle non sono riuscito a trovarlo. Spero sia il suo ultimo anno a Milano, perché abbiamo bisogno di gente di cui il coach si fidi.
    Micov, da me assai amato, spero sia anche lui all’ultima stagione biancorossa. non ce la fa più, in Eurolega, a stare sul pezzo, soprattutto quando “il pezzo” attacca spesso in 1vs1ed è veloce di gambe. Il grande Vlado si può sostituire con gente magari meno elegante e sapiente, ma più utile sui due lati del campo. comunque grande giocatore, sempre capace di illuminare con una giocata, per quanto al rallentatore.
    E a Rodriguez io darei 7,5. Non sarà sempre impeccabile, ma la sua energia è fondamentale per tenere assieme la squadra nei momenti di crisi, è il collante del gruppo, quello che mette prova a buttare il cuore oltre l’ostacolo: poi magari non ci riesce, ma intanto ha acceso gli altri e a volte ci pensano loro.
    E su Messina, vada il 7 per il momento, ma l’obiettivo di vincere in Italia non é sincere, né tantomeno il primo: bisogna costruire una squadra che stia stabilmente in zona playoff di Eurolega e arrivi alle F4. questo è lo scopo del progetto, l’Italia è un campo di allenamento e di confronto con la Virtus, che a oggi è inferiore e non di poco con il roster europeo e ci sta sotto perfino se siamo costretti a mettere Moretti, Biligha e Cinciarini fra i 12.

  2. Giudizi condivisibili con magari qualche differenza. Roll e Delaney sicuramente meglio di Moraschini.
    I SV sono in effetti insufficienza pesante non essendo ritenuti all’altezza e per Moretti questo vale anche per il campionato. Gravissimo errore da parte sua perdere un anno di gioco.
    Non mi trova d’accordo il 7 a Messina che sembra un voto più alla persona a prescindere che alla performance. Ha chiare responsabilità nelle 3 sconfitte in EL con squadre alla nostra portata in casa e ai cali devastanti che si sono visti anche in certe vittorie (Efes): 6-.

  3. Concordo con la maggior parte dei giudizi e faccio tre appunti:1) Moretti, che in supercoppa ha fatto vedere un tiro dalla lunga mortifero non ha però il fisico per essere efficace in difesa e in altre situazioni offensive, ben altra cosa rispetto ad A. D. Valle; per lui, forse anche da noi, un futuro da specialista situazionista per intenderci alla Portaluppi, chiaro che Messina ci deve lavorare, ma secondo me il ragazzo in quest’ottica merita una chance. 2)Moraschini che anche per me aveva buone prospettive ad inizio stagione ha via via deluso le mie aspettative e forse anche quelle di Messina: sembra ormai spaesato, insicuro, indeciso nell’attaccare il ferro, senza più fiducia nel suo tiro da fuori, per lui vedo la strada in salita e anche ripida. 3) Punter per me è un buon giocatore, lungi da essere un campione, e va già bene cosi, ma argomento: è senza dubbio un grande tiratore in uscita dai blocchi, nell’arresto e tiro e nei tiri dalla lunghissima, è un buon difensore sulle linee di passaggio e in pressing MA non sa creare gioco, non ha buone letture,se tiene troppo palla pasticcia e quando va in zingarata raramente ne esce vivo, credo che sia il nostro giocatore più stoppato.

  4. Voti abbastanza condivisibili.
    Solo a dati ma darei meno, lo paragono a Delaney: aspettative alte, resa in divenire, qualche problema fisico. Ma sono i due che se si mettono a regime ci danno svoltare.
    Chacho un mezzo in più per la leadership, Messina un mezzo in meno perché in EL, almeno una W in più poteva/doveva starci. Le famose 3 perse sono state tutte di approccio mentale, che ci sta non avere sempre al top, ma perderne troppe in cui sulla carta sei favorito rode

  5. @tab Moretti magari mettendo qualche kg riesce ad avere un ruolo anche più ampio, anche da play ha numeri. Ad ora fisico e difesa sono indietro. Non è paragonabile a altri, in primis jokubaitis che è proprio un altro livello. Mi auguro che i 5 anni di contratto abbiano alle spalle un percorso condiviso e chiaro tra coach e giocatore.

    Su morasca io sono invece fiducioso. Purtroppo gli strascichi da covid a volte sono pesanti, diamogli un Po di tempo come bolgia e carattere ha gia mostrato molto.

  6. Punter concordo quando si innamora della palla fa spesso danni. Va educato a non strafare e a non fare cose non sue.

  7. Primo obiettivo e’ vincere in Italia e anche conquistare i play off in EL. Sia chiaro. Questa Milano deve svoltare, fare un passo in piu’, un salto di qualita’. Fallire quell’obbiettivo sarebbe un grosso fallimento. Prr qyesto Messina non merita piu’ di un sei, per ora.

  8. Punter: buon giocatore che ha punti in mano e buona difesa ma definirlo campione mi sembra un po’ eccessivo;
    Leday: si sta rivelando una vera sorpresa più di quanto si potesse immaginare e secondo me meriterebbe 8 in proporzione a Punter 7,5, speriamo che non venga troppo spremuto per non ritrovarcelo stanco nel momento clou della stagione;
    Moretti: giusto non assegnargli nessun voto, non è pronto per la LBA figuriamoci per l’Olimpia Milano e sinceramente la cura Messina nn ha dato i frutti sperati anche se a sua parziale discolpa c’è da dire che Messina a parte la Supercoppa l’ha utilizzato con il contagocce;
    MIcov: per quanto stimi il “professore” non posso negare che quest’anno il suo apporto è quasi nullo per via prima degli infortuni e poi del Covid e il 5,5 è fin troppo generoso;
    Moraschini: in parte il suo stato confusionale deriva anche dal coach che lo utilizza in 3 ruoli e secondo me questo incide sulla fiducia e sicurezza in sé stesso;
    Roll: giocatore sopravvalutato e a dimostrazione di ciò basta guardare il suo rendimento in campionato che è migliore rispetto a quello europeo dove vede pochissimo il campo;
    Rodriguez: è lui il vero farò della squadra con la sua classe cristallina e bisogna preservarlo visto che purtroppo per noi non è più giovanissimo;
    Tarczewski: anello debole di questa squadra che praticamente ha solo un centro forte e atipico (Hines), i suoi limiti sono sempre stati palesi ma non vorrei che il contratto triennale l’abbia adagiato sugli allori…;
    Cinciarini: in quelle poche occasioni che ha avuto a disposizione si è sempre fatto trovare pronto e quest’anno gli è stato preferito come play addirittura anche Moraschini, a cosa serve avere giocatori come Cinciarini e Biligha se questi non hanno la fiducia del coach?
    Biligha: a differenza di Cinciarini il.suo contributo è pari a zero ma anche per lui a sua parziale discolpa c’è lo scarso utilizzo da parte di Messina perché è difficile entrare in forma e dare il proprio contributo senza giocare quasi mai e quelle pochissime volte solo a risultato acquisito;
    Delaney: dopo un ottima partenza ora sembra un po’ appannato ma il suo valore è indiscutibile e io gli avrei dato mezzo voto in più (6,5);
    Shields: il migliore in assoluto della stagione europea e italiana dell’Olimpia Milano e gli avrei dato mezzo voto in più (8,5);
    Brooks: ormai sono 3 anni che va a corrente alternata, unica sua dote il passaporto italiano, altro giocatore sopravvalutato come Roll;
    Hines: finora stagione strepitosa e dobbiamo solo incrociare le dita che non arrivi logoro quando sarà il momento decisivo della stagione visto e considerato che è l’unico vero centro della nostra squadra;
    Datome: condivido in pieno l’analisi di ROM, anche se non sempre è stato brillante è stato decisivo in più occasioni tra LBA e Eurolega;
    Messina: per me vale 6 perché il cammino europeo al giro di boa è molto simile a quello dell’anno scorso e ci manca quella continuità di risultati.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Buongiorno Olimpia | Dilettanti e giovanili in campo? Se paga Petrucci

Buongiorno Olimpia, la rubrica semi-quotidiana di cui non si sentiva il bisogno che ci accompagnerà quasi ogni mattina al risveglio
Buongiorno Olimpia

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Olimpia Milano post Fenerbahce
Olimpia Milano e minuti: i dati, giocatore per giocatore

Minutaggi, tema sempre centrale quando si parla di Olimpia Milano. Ci viene in aiuto un nostro sostenitore, Luca Nardo

Chiudi