Olimpia Milano, le prospettive in LBA ed EuroLeague

Solo parole nel basket all’epoca del Coronavirus. Ma quali sono ad oggi le reali strade del futuro prossimo di Olimpia Milano?

Solo parole nel basket all’epoca del Coronavirus. Ma quali sono ad oggi le reali strade del futuro prossimo di Olimpia Milano?

E allora, torniamo alla sostanza, che è poi quella che interessa i tifosi biancorossi. La FIP vuole interrompere il campionato LBA, ed è notizia che ha fatto filtrare tramite La Gazzetta dello Sport per dimostrare chi comanda nei giorni scorsi.

Mentre Olimpia Milano, come tutti i grandi club del mondo, inizia a trattare un ragionevole taglio degli stipendi con i singoli giocatori, la LBA non si pronuncia oltre e attende la decisione univoca del CONI e del Governo, in modo da fornire agli altri club l’arma della «sospensione per forza maggiore» nelle dispute con i tesserati.

EuroLeague tace, perché a differenza delle Federazioni nazionali, essendo lega privata ha ragioni e regolamentazioni commerciali che vanno oltre le decisioni dei singoli Comitati Olimpici. In tutto questo, ha creato anche due sindacati, giocatori e allenatori, che poco possono fare.

Un sindacato ha ragione di essere, sino in fondo, in un sistema dove risiedano anche in contratti. Non è questo il caso, visto che le regolamentazioni sono quelle dei Governi, e delle Federazioni nazionali.

Resta la realtà dei fatti: a Olimpia Milano mancano sei gare, con le trasferte in Paesi al momento “blindati” come Serbia, Spagna e Russia. In questo ultimo caso, contro uno Zenit che ha visto giorni fa annullare la stagione di VTB.

Giusto attendere, giusto ragionare di testa, ma la base di EuroLeague è soggetta a troppe variabili nazionali e governative. Come sarà possibile tornare in campo?

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Doc63
Doc63
7 mesi fa

Forse con lockdown finito ad aprile e con Maggio e Giugno davanti, senza campionati nazionali di mezzo, l’eurolega si potrebbe finire. 15 gg per ripresa allenamenti, 3 settimane per completare la stagione e 3 settimane per playoff e f4. Non è irrealistico se la situazione sanitaria migliora. Partite a porte chiuse a maggio e per giugno si deciderà

GAE
GAE
7 mesi fa

Non è realistica la soluzione proposta da Doc perché l’evoluzione del coronavirus nei paesi europei non coincide con quella italiana perché noi siamo stati il primo paese europeo a dover combattere l’emergenza dovuta al coronavirus poi a seguire gli altri paesi europei..quindi anche l’Eurolega si può tranquillamente definire chiusa perché in ogni caso è impossibile che l’emergenza termini per tutti i paesi europei nello stesso giorno..

Next Post

Giocatori USA, il Dipartimento di Stato intima il rientro immediato in patria

Il Segretario di Stato, Mike Pompeo, ha intimato a tutti i cittadini americani all’estero il pronto rientro in patria. Effetti sui giocatori Usa in Italia
Kaleb Tarczewski

Subscribe US Now

3
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: