Coach Simone Pianigiani cerca di mettere nella giusta prospettiva la gara di giovedì 24 gennaio contro lo Zalgiris Kaunas: “Per noi è importante non guardare la classifica o pensare ai playoff, piuttosto alla storia di questa stagione. E la storia dice che per 18 partite siamo stati tra le prime otto e dopo 19 siamo ancora in corsa quindi vogliamo tenere vivo quest’obiettivo. Se abbiamo perso solo con scarti da uno a tre canestri significa che siamo sempre ad un passo dal poter comporre una striscia di vittorie come quella che abbiamo prodotto all’inizio. Quindi chiunque vada in campo contro lo Zalgiris – ad ora devo considerare in dubbio Gudaitis e Cinciarini -, lo farà dando tutto e combattendo assieme al pubblico. Sono sicuro che la nostra gente riconosce lo sforzo che abbiamo fatto finora e che questi giocatori continueranno a fare e ci aiuterà a capovolgere a nostro favore gli episodi che di recente ci hanno punito. A cominciare da questa partita con lo Zalgiris”

Andrea Cinciarini soffre di un risentimento all’adduttore sinistro che gli ha impedito di giocare anche a Brindisi. Arturas Gudaitis è stato colpito da un attacco influenzale.

Sullo Zalgiris, Coach Pianigiani dice: “Sono fisici e aggressivi, applicano questa caratteristica in difesa nel tentativo di stritolarti con la loro taglia e in attacco giocando il pick and roll per attivare i lunghi, che sanno tirare anche da fuori, e andando spalle a canestro anche con gli esterni perché quasi sempre in quei ruoli hanno un vantaggio fisico sugli avversari, compresi noi. Quindi è chiaro cosa dobbiamo fare”.

Annunci

1 Comment »

  1. Dunque… Nedovic fuori
    ..Tarczewsky fuori…. Gudaitis influenzato…. Bertans idem…. Cinciarini fuori (ed e’ meglio non rischiare un rientro affrettato per evitare ricadute ben piu’ lunghe)… Stato di forma al minimo….  Arriviamo ad una gara fondamentale in condizioni davvero pessime. Per tenere vive le speranze di post season dovremmo fare tre vittorie nelle prossime tre. In queste condizioni sara’ quasi impossibile, a cominciare da domani. Lo stato psicologico, poi, non appare dei migliori. Insomma: non ci si attende nulla di buono. Se davvero Arturas e Cincia non dovessero farcela (ma non saranno comunque al massimo)  avremo rotazione di soli sette uomini + ADV.  Non credo infatti che il coach rinneghera’ le sue convinzioni, dando spazio a Burns. Fontecchio non lo considero nemmeno. Sono curioso di vedere cosa ne verra’ fuori.

Rispondi