Olimpia Milano post Cska | Fisicità, Devon Hall, e il valore di un successo

Olimpia Milano post Cska. La magica notte di Olimpia Milano vs Cska ci riporta ai pensieri positivi della scorsa stagione

Olimpia Milano post Cska. La magica notte di Olimpia Milano vs Cska ci riporta ai pensieri positivi della scorsa stagione e ha il merito di introdurre nel migliore dei modi la competizione regina di ogni stagione. Ma mettiamo via lo spumante, che è mattina, e torniamo sul match di ieri.

La cronaca della partita

La fisicità

Ovvio, il Cska dopo 2’ ha messo da parte Nikola Milutinov, che è la fisicità principe di tutta la competizione. Ma qui parliamo di una squadra con gente come Joel Bolomboy, Johannes Voigtmann, Will Clyburn, Toko Shengelia e Nikita Kurbanov.

Milano l’ha semplicemente mortificata, concedendo 29 punti nel secondo tempo, mettendo il corpo in ogni situazione appena la palla si avvicinava all’arco, diffondendo il tarlo dell’incertezza nei giocatori moscoviti anche nel momento del più facile appoggio al canestro.

La Visione del Guazz

L’Olimpia lo ha fatto con Nicolò Melli e Kyle Hines, certo, ma anche ottenendo il massimo dai 12’ di Mitoglou e Ricci. L’ex capitano della Virtus, giocatore di 201 centimetri, dimostra cosa siano approccio e rudezza quando vanno di pari passo.

Ma attenzione anche alla gara di Jerian Grant: offensivamente spaurito, difensivamente un corpo robusto difficile da circumnavigare, otre che un intelligente stopper sin dalla metà campo.

Ettore Messina ha parlato di squadra più fisica. Lo ha detto quest’estate. Questo il primo segnale.

Il valore di un successo

“Basket di settembre”? Ovvio che sì, d’altronde bastava guardare il calendario ieri. Il concetto vale per tutti, e non siamo certo noi a sparare sentenze ogni ora, ogni giorno, ogni settimana, annunciando Karl Malone altrui e bollando Shelvin Mack nostrani.

Le parole di Itoudis

Il valore di un successo sta nel fattore psicologico, che è poi la valenza di ogni W: fiducia nel proprio percorso. Dopo lo 0-4 delle scorse finali Scudetto, dopo il passo falso d’approccio nella finale di Supercoppa, l’Olimpia Milano aveva bisogno di questo. Di un sorriso. 

Devon Hall

Il primo tempo di Devon Hall è qualcosa di impressionante. Per coraggio, volontà di sovvertire, capacità di fare male palla in mano. 11 punti in un quarto, a riportare l’Olimpia Milano sotto.

Quindi il bastone del comando passa a Shavon Shields, con almeno due giocate da star assoluta, e al Chacho, il miglior giocatore d’Europa nel mettere i chiodi alle bare altrui.

Le pagelle di ROM

Attenzione, perchè l’esterno ex Bamberg è stato uno dei colpi di mercato accolti con maggior positività dagli addetti ai lavori d’Europa. Il ragazzo sta mostrando il perchè, vista anche l’abnegazione difensiva.

Ps. Pippo Ricci come solo Dada Pascolo e Bruno Cerella.

Ps2. Caro Guazz, io sono più forte di Shengelia.

Ps3. L’attacco di Itoudis al metro arbitrale, con una dialettica anni ’70 paragonabile solo a “non parlo mai male degli arbitri, ma…”, è da LOL.

Ps4. Nei commenti del sito sono spariti alcuni nomi eccellenti. Staranno ancora festeggiando?

4 thoughts on “Olimpia Milano post Cska | Fisicità, Devon Hall, e il valore di un successo

  1. Condivido in pieno!
    Secondo me Mitoglou ha buoni margini; col tempo, assimilando i movimenti di squadra, può diventare un fattore anche in fase realizzativa; ha i movimenti d’attacco, ma ancora gli manca quella scioltezza e naturalezza che servono per far canestro con buone percentuali.
    Contento di leggere commenti positivi su Grant; vedendo solo il secondo tempo mi era parso ancora indietro. Idem e ancora di più per Kaleb che però già a Napoli era stato fra i migliori per atteggiamento ed efficacia.

  2. Ieri grande partita, la Milano di eurolega è una gran bella squadra, il problema è che in campionato giocano 6 italiani, compresi quelli che ieri erano in tribuna e Moraschini… Non è una differenza da poco.

    1. @Marco più che “giocano 6 italiani” sarebbe più giusto scrivere “dovrebbero giocare” perché l’unica certezza è che per regolamento vengono inseriti a referto.

Comments are closed.

Next Post

Nicolò Melli: Soffrire e lottare insieme. Questo quello che mi è mancato di più

Nicolò Melli ha commentato così il successo di Olimpia Milano ieri sera con il Cska nel primo round di EuroLeague
Nicolò Melli Cska

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: