Ettore Messina: Subito troppo sotto canestro, siamo ancora indietro

Fabio Cavagnera 27

Il commento del coach biancorosso, dopo la sconfitta in finale di Supercoppa a Bologna

Così Ettore Messina commenta la sconfitta in finale di Supercoppa contro la Virtus: “Complimenti a Sergio e alla Virtus, hanno vinto con merito. Noi abbiamo iniziato sbagliando troppo e questo ci ha condizionato. Abbiamo avuto qualche buon momento, ma non è stato sufficiente, perché quando prendi 90 punti in una partita secca non hai molte chance. Male la difesa interna, sotto canestro abbiamo subito troppo, a livello di penetrazioni, posizionamento e attacco dei loro lunghi”.

La prova di Mitoglou? “Non ha giocato una buona partita“.

La situazione della squadra: “Prima di questa manifestazione, avevo detto eravamo indietro rispetto a quello che dovevamo fare. Abbiamo cominciato un po’ dopo e ci sono giocatori che stanno cercando di capire dove sono e cosa devono fare“.

La Virtus: “Loro hanno la fiducia derivata dalla fine della scorsa stagione,grande atletismo e Pajola in un momento splendido“.

27 thoughts on “Ettore Messina: Subito troppo sotto canestro, siamo ancora indietro

  1. Mi sono rotto il c…o di sentire Messina a fine partita fare i complimenti alla squadra avversaria. SVEGLIA !!!
    Ma uno forte sotto canestro lo prenderemo prima o poi ?

    1. A quanto pare no perché altrimenti bisognerebbe pagare l’ennesima buonuscita a Tarcisio il quale secondo me viene punito non facendolo giocare per non aver transato gratuitamente il suo contratto che ricordiamoci è stata una scelta di Messina.

  2. Caro Coach, il “momento” di Pajola durerà anni!! E son contento perché è un ragazzo che da sempre il massimo ed ha carattere

  3. Vediamo le poche cose positive: il Chacho si conferma il leader su cui contare quando la nave sbanda. Hall dimostra di essere competitivo, ha margini di miglioramento. Sul -17 la squadra dimostra carattere e piazza una bella rimonta fino al -6.
    Siamo a settembre, pazientiamo un mese e rimandiamo i giudizi disfattisti, molti equilibri devono formarsi e i nuovi devono inserirsi ancora nei meccanismi, troppi uno contro tutti sono proprio il simbolo di scarsa conoscenza reciproca.
    La Virtus ho meritato, stop, brava la Virtus.

  4. Non mi aspettavo queta gran sofferenza sotto canestro, sinceramente. Ora chili e centimetri li abbiamo.

  5. giocatori completamente fuori condizione e assenti, italiani “minori” poco coinvolti (ricci, Alviti, Moraschini, Biligha), problemi sotto canestro e nel contenere le penetrazioni contro un avversario fisico (cui mancava il piú fisico dei giocatori, Udoh), attacco che viene dissolto dall’energia di una intensa e appassionata difesa bolognese. che calvario sta partita, una sofferenza da gardare.
    I tanti cambi nel roster rispetto alla passata stagione hanno rigettatoo milano molto indietro, ma molto. contro un avversario serio non ha funzionato quasi nulla. speriamo lo staff tecnico ricostruisca in fretta e aggiusti difetti strutturali che conosciamo. datome e Delaney mi paiono persi per livelli di alta Eurolega, ma spero di sbagliarmi. Con un datome in questo stato abbiamo un problema non piccolo nel posto di ala piccola, ma non piccolo…
    Rodriguez é il faro tecnico e morale di questa squadra e spero si possa aggiungere Melli. comunque capiremo di più fra una settimana contro quella squadrata del CSKA. certo se giochiamo così ci sbranano, speriamo di vedere la milano tosta di Eurolega dello scorso anno.

  6. Messina davvero pensi di combinare qualcosa con i due play Rodriguez e Delaney… Quando la virtus mette dentro anche Mannion cosa racconterai? A giugno siamo stanchi, a settembre siamo indietro. La verità è che non sei stato capace di prendere un play che faccia la differenza. Quelli della virtus sistematicamente ci massacrano. E ci massacreranno. E arriveranno a fine stagione con 20 partite in meno. Stasera ci voleva una prova che desse morale ed è arrivata un’altra batosta. Quante partite inguardabili di Delaney ci vorranno per farti capire che ci vuole un top player nel ruolo di playmaker e non un giocatore inaffidabile? Il Chacho è super ma ha 35 anni e va preservato. Invece tocca spremerlo. Incredibile. E ci sono giornalisti che pensano che questo sia il miglior allenatore in Europa. Ma non scherziamo.

    1. Condivido al 1000 per 1000 la tua analisi e aggiungo che non ci sono solo i giornalisti che ritengono Messina il miglior allenatore in Europa….

      1. Grazie. A questa squadra serve un play titolare e non ce l’ha. Quando questa estate ho sentito dire da Messina che Mannion a Milano sarebbe stato chiuso ho pensato fosse uno scherzo. Se si vuole cambiare qualcosa bisogna iniziare a cercare un play. Ma un play forte davvero. Non un cambio. Mannion sarebbe stato perfetto: bravo, giovane ed italiano. Delaney è imbarazzante e ora non ha nemmeno l’alibi degli infortuni. Sono curioso di leggere quali saranno i prossimi alibi.. Ma poi si può fare il roster con 6 italiani di cui almeno 3 che non hanno punti nelle mani? Incredibile.

      2. @Marco prego e condivido quanto da te scritto. Aggiungo che tu sei stato buono a dire che almeno 3 italiani non hanno punti nelle mani perché io aggiungerei anche Moraschini..

  7. L’anno scorso a settembre eravamo incontenibili, ora siamo un po’ indietro, speriamo di essere avanti a giugno. Comunque il roster è stato costruito male, Hines non basta e manca un play italiano di ruolo. Armani si prepari a mettere ancora qualche soldo.

  8. Sicuramente non avrei tenuto Delaney, già Lo scorso anno era in continuo lamento ogni volta che lo toccavano mi sembra Teodosic ma senza talento.
    Al suo posto, lo scort anno avrete provato ad arrivare a Pangos.
    Poi, se sotto siamo leggeri, ieri avrei lasciato fuori MD e bhttatt dentro Kaleb, almeno a fare sentire il fisico lì in mezzo.
    Anche Melli mi ha deluso molto, non parliamo di Datome, giù fisicamente e sempre in difficoltà quando aggredito con o senza palla

  9. Per quanto possano sistemare la chimica di dquadra e il gioco con gli allenamenti e l’aiuto di Pozzecco, quest’anno in Eurolega la vedo brutta brutta. Dura raggiungere i playoff. Mercato sbagliato. L’hanno scorso era pieno di tiratori da tre. Ne abbiamo persi 4 e da fuori la percentuale è disastrosa e il gioco in area che doveva compensarla non c’è. Manca un play e mezzo, con Deleney a mezzo servizio. Di sicuro un play italiano. E manca un centro dominante. Datome è in netto calo.

    1. Che manca un play italiano sono stato uno dei primi a segnalarlo e allo attuale sinceramente non capisco veramente il ruolo di Pozzecco visto che il nostro coach è un accentratore di poteri che difficilmente lascia spazio agli altri..

    2. non raggiungeremo mai i playoff. Punto. La squadra è il triplo più debole dell’anno scorso.

  10. Ma perore e carro dei vincitori ? L’unico cambio indolore (deve iniziare ancora la stagione) è mandare a casa Messina e mettere come primo allenatore Pozzecco (le cui squadre hanno sempre reso oltre il loro potenziale).
    L’anno scorso abbiamo perso per manifesta stanchezza dei nostri play e per la mancanza di un centro da affiancare ad Hines e quest’anno abbiamo lo stesso problema; se non risolviamo il problema alla fonte l’anno prossimo siamo d’accapo.

    1. @Julius Pozzecco ce lo vedo più come capo allenatore che come secondo poi addirittura di Messina…

  11. Basta, è ora di finirla con attenuanti più o meno generiche. L’anno scorso avrei difeso Messina senza se e senza ma. Quest’anno assolutamente no, è il primo e unico colpevole di una gestione totalmente scellerata. Per la prima volta l’anno scorso dopo secoli avevamo una squadra di uomini veri, di atleti seri con una chimica davvero top. Ora si è stravolto tutto. Gestione pessima del mercato, degli acquisti e delle cessioni. Direi una vergogna. Bastava rinforzare leggermente il reparto italiani e invece no. Cacciato Brooks, mancata presa di Tonut e Mannion. E infatti le prime partite danno assolutamente ragione. Turnover inesistente come sempre, giocatori bolliti, infortuni appena iniziata l stagione (preparatori ridicoli), assenza totale di gioco, pressapochismo nelle scelte (palla a shields e si vedrà)

    1. È bello constatare che c’è qualcuno che davanti all’evidenza dei fatti riesce a cambiare opinione perché non ha il prosciutto davanti agli occhi. Bravissimo @GioScarpa 👍👍

  12. Alla fine se il problema è sotto canestro allora proverei Melli (5) Mitouglu (4) Shields (3) Hall (2) Grant (1) e darei fiducia a Ricci Alviti Moraschini … tenendo presente che Hines Datome Rodriguez Delaney non possono giocare 80 e passa partite … preferisco perdere qualche partita in LBA ma trovarmi a maggio con i nuovi inseriti e i senatori non spompi …

    1. Nel tuo quintetto manca sempre un centro perché Melli come Mitoglou è solo un paliativo come dimostrato dalla partita di ieri sera..

Comments are closed.

Next Post

La Visione del Guazz - Orrendi!

Doveva essere la serata del riscatto, della vendetta, della rideterminazione della superiorità. Siamo stati bastonati
La Visione del Guazz

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: