La Visione del Guazz – Orrendi!

guazzoni 37

Doveva essere la serata del riscatto, della vendetta, della rideterminazione della superiorità. Siamo stati bastonati

Doveva essere la serata del riscatto, della vendetta, della rideterminazione della superiorità. Siamo stati bastonati, come e peggio di tre mesi fa. Inaccettabile. Perché non esiste mezzo alibi di fatica e stanchezza al 21 settembre, nessun tipo di giustificazione ad un obbrobrio del genere, contro chi ha perso centro e playmaker titolari in poche settimane. Orrendi e basta. Più orrendi delle analisi di Bagatta. Non si salva nulla della preparazione alla sfida, nulla dell’approccio, nulla dell’esecuzione generale. In estate si è deciso di fare a meno dei solisti, dei giocatori mono-dimensionali, di quei finalizzatori che ti tolgono dalle secche nei momenti di difficoltà ma che fagocitano tiri. Puntare sul sistema. Che ancora non si vede. Perché la circolazione della palla è ferma, non c’è capacità di attaccare da squadra, di concerto. Siamo al guardare Shields e Rodriguez e “pensateci voi”. Delaney è tornato dalle serate a Baltimora in modalità saturimetro a 50: in queste condizioni non serve, diventa dannoso perché non è nemmeno mai in controllo dei nervi, come dimostrato in semifinale contro Perkins e certificato contro il “miracolato” Pajola (cit.). Speriamo che Grant sia in grado di dare il cambio di passo e regger botta dietro, perché più che un terzo playmaker mi sembra già il designato a legare questa squadra. Lo spruzzo di orgoglio finale non basta, non può mitigare la delusione e la rabbia. Serviva presentarsi in maniera ben diversa: sudore e sangue. Perché Milano, per tradizione, può vincere solo così.

Il disastro si completa in difesa: pessimi ad accoppiarsi nelle transizioni, pessimi nel contenere il primo passo avversario, pessimi nelle rotazioni. La Virtus resta forte ma la Milano vista in finale è impresentabile. Si impari la lezione, si accumulino motivazioni, ci si spacchi il culo in palestra. Quel 4-0 deve diventare un’ossessione, questa stessa sconfitta deve diventare un’ossessione, entrarci sotto pelle. Come le magliette #Apritemilano, con un clamoroso doppio senso per scarsa comprensione della lingua italiana di chi le ha immaginate. Benzina nel fuoco sacro che serve per raggiungere il top. Anche quest’anno la tripletta in Italia ce la scordiamo: resta una maledizione. Che si portino a casa gli altri due trofei perché questa resta comunque la stagione dove tirare le somme.

Ps. Abbiamo perso contro uno che ha giocato per un tempo con la maglietta lunga…

37 thoughts on “La Visione del Guazz – Orrendi!

  1. Io sono più seriamente preoccupato per la salute mentale di Armani.
    Dopo le divise x le olimpiadi, con queste si è superato . Fanno vomitare.
    Ma che roba è??

    1. Ma tu stai a guardare le magliette, ma hai visto come abbiamo giocato? Secondo il mio giudizio qusta e’una squadra vecchia ci vogliono i giovani per vincere.

  2. Queste divise sono seconde per bruttezza solo alle magliette nere con le scritte argentate che non si riescono a leggere tanto sparano. Patron Armani delega a quelli del marchio AX o EA7 le divise, ma evidentemente non supervisiona o ha perso l’equilibrio a partire dalle divisi degli Azzurri ai Giochi. Una divisa tutta bianca sarebbe stata perfetta, ieri, invece quella botta di rosso in mezzo era proporzionale al gioco dei nostri ed alla miopia degli arbitri. Quanto alla partita, malgrado la reazione d’orgoglio nel finale, l’Olimpia è stata impresentabile, non solo ieri ma anche in semifinale con Brindisi. Non ci si può privare di 4 sicurezze nel tiro da tre punti, infisicare la squadra e sperare di farla franca, con Chacho, Hines e Datome e Delaney con un anno in più sul groppone.
    Al momento questa Olimpia non mi garba. E manca un centro, perché nel periodo in cui Hines non è in campo, gli altri sono sempre in vantaggio di un centro dominante, che l’Olimpia non ha. Mitoglu fa solo le veci, ma è un 4, non un 5. Per me la Supercoppa doveva essere considerata non un torneo da vincere, ma come uno scrimmage in cui provare il terzo play Grant. Perché quando lo si vuole testare? In Eurolega contro il CSKA? O ritenerlo brutto in partenza e relegarlo alla LBA? Delaney si sa quello che può dare, lo si poteva risparmiare al primo turno contro Treviso e in seminifinale. Ieri sera hanno giocato in due, Shields e Chacho e si è salvato Hall. Per l’Eurolega la vedo brutta brutta. Ah già “Ma la preparazione è iniziata tardi per accumulare poca stanchezza e inizio stagione e gli altri vincono perché sono più avanti di noi”.

  3. Il colpevole e’ sempre uno e sempre quello…il porta Gatorade di Pop.Bolso,senza un idea che sia una,si faccia da parte insieme al suo GM greco che non azzecca una presa che sia una .Ci dovrebbe spiegare il perche’ della conferma di un mentecatto idiota come Delaney,con gia’ la testa al ghetto di Baltimora ,e se possibile piu scemo di James che pero’ almeno sapeva giocare a basket.Ci deve spiegare il perche’ ha preso tutto tranne cio’ che serviva,un play e un centrone .Ci deve spiegare il perche’ di Alviti Ricci Biligha che potrebbero giocare a Tortona e la conferma di Datome che sembra un vecchio che cammina a malapena.Sto rivalutando perfino Pippo Faina e Paperoga Crespi al confronto di questo finto guru del basket.Tre anni di fuffa,e ringraziamo l Efes che si e’ ballato la partita di regular season con noi qua a Milano ,altrimenti le F4 le vedevamo con il binocolo.)0 mln di euro di budget in 3 anni per vincere una supercoppa e una coppa italia.VATTENE

    1. @Corrado finalmente uno che scrive le cose come stanno senza giri di parole 👍👍

    2. Cosa dire: Corrado complimenti! Addirittura dovremmo ringraziare l’Efes come se la final 8 sia stata costruita solo in quella partita. Dimenticando la final 4 e la partita con il Barca persa all’ultimo tiro. Presumo tutto demerito delle squadre avversarie! Passando alla Supercoppa: l’anno scorso in finale la Virtus è sempre stata sotto e poi ha perso. Chissà forse anche i tifosi bolognesi allora avevano buttato giù nel cesso la stagione. O forse no. E poi sappiamo tutti com’è finita.

  4. Circolazione di palla zero. Cuore ❤ poco. Arbitraggio pessimo. Testa altrove. Abbiamo fatto sembrare dei giganti una squadra che non lo merita. Che era priva del pivot e del play titolari.
    Uno schifo più che una delusione.

    1. Detto questo armiamoci di pazienza e non traiamo conclusioni. È solo l’inizio dobbiamo crescere e costruiremo.

  5. Non poteva la Supercoppa essere la rivincita di alcunchè, se non l’ultima partita del precampionato, altro che tripletta, la Scoppa nulla contava l’anno scorso e nulla conta quest’anno, piuttosto se qualche indicazione doveva dare, senza esagerare i toni perchè non siamo al consuntivo, ma solo al preambolo, ci ha detto che la Virtus molto somiglia a quella squadra che ci ha spennato in finale, mentre noi, per ora, non siamo ne carne ne pesce, ma visti i tempi non possiamo che aspettare ancora almeno 1 mese e mezzo dando fiducia allo staff…..poi potremo seriamente preoccuparci

    1. Il punto è che non so se reggo un mese e mezzo della scialba pochezza vista ieri… 😉

  6. Ma tu non eri la pecora preferita del tuo pastore ? Quindi non sono saliti i miscredenti sul carro, sei sceso tu.

    1. @Julius ma non vedi che prima scrive una cosa e dopo un secondo risponde a se stesso con il contrario? 😂😂😂

      1. Questi mezzucci che vi sono tipici li lascio volentieri a voi
        S mio parere la nuova squadra fatica a trovare la sintesi del sistema che sta cominciando ad acquisire.
        Oggettivamente la partita di ieri è stata brutta ma mentre per voi è il frutto delle scelta del coach per me è molti altri compresi Maggi e Guazxoni, è altro.

      2. Come volevasi dimostrare passato il momento di lucidità durato la bellezza di 6 righe è tornato a delirare..

      3. Intanto mentre tu lodi Messina anche quando perde nettamente gli altri vincono..

  7. Mi fa piacere che anche Guazz stia vedendo il grande bluff di questo progetto mangia soldi. Chiediamo subito scusa a Trinchieri per la conferenza stampa dell’anno scorso e chiediamogli se ha già impegni per l’anno prossimo.

  8. Forse il Guazz dovrebbe chiarire meglio il suo pensiero, a quanto pare sono in molti a scivolare verso la critica acriticamente.

    1. Guarda che Guazz è stato abbastanza chiaro ma non avevo dubbi che tu interpretassi il suo pensiero a modo tuo come solito fai…

  9. Quando dicevo “Ma tu non eri la pecora preferita del tuo pastore ? Quindi non sono saliti i miscredenti sul carro, sei sceso tu.”, parlavo del GUAZZ. Poi,se qualcuno si è sentito preso in causa avrà le sue ragioni…. Dopo aver stalkerizzato tutti quelli che non la pensavano come loro ora mettono la cosa sotto il culo.
    Ah, questa squadra è sta costruita male (dopo anni che si spende un patrimonio) e senza qualche aggiustamento le cose non andranno meglio.
    Spissu era li che aspettava una nostra chiamata, italiano subito pronto. Ma no, non avrebbe avuto spazio. Mani di sapone dopo il contratto triennale è ancora in tribuna. Sembra di avere a che fare con un folle ( e le sue pecore 🙄).

    1. @Julius questa volta devo ammettere che anche io ho frainteso il destinatario del tuo commento perché anche l’altro si definisce pecora del suo pastore 😂😂

  10. tipica tradizione italica, perdi una partita ed è tutto da buttare ( parlo dei commenti, non dell’articolo) .
    Alcuni tifosi hanno poca ( o zero) memoria e sposano la tesi di quel simpaticone di bonamico, l’anno scorso non abbiamo vinto nulla ( perchè l’anno scorso supercoppa e coppa italia non contavano,mentre quest’anno pare siano importantissime) , quindi tutte quelle immense gioie che ci hanno regalato x mesi non contano una cippa…
    io dico che abbiamo fatto una partita orrenda,ma aspetto a giudicare la squadra e aspetto al varco tutti questi pessimisti.
    pace e amore

    1. Come aspettavi al varco l’anno scorso e poi come abbiamo visto in finale di LBA da favoriti abbiamo preso una scoppola epocale. Direi di continuare ad aspettare…invano…

    2. Amico mio, quel libro di cui parli e del quale non rinnego le gioie che ci ha dato, è stato già scritto, ora, non basta voltare pagina, perchè la sfida, dovuta ai tanti cambiamenti nel roster, ci impone di scriverne un altro altrettanto bello ( epilogo finale escluso) e, visto il prologo, si può già dire che non sarà impresa semplice

  11. a Pasqua potremmo sostituirle agli agnelli così ce ne disfiamo e possiamo rifondare.

  12. @ ilbeps La partita in se conta poco (anche se moli l’anno scorso l’annoveravano tra i successi), ma se non hai visto i difetti strutturali che denuncia lo stesso Messina possiamo anche lasciar perdere.
    – C’è una squadra che per “vincere tutto e subito” è nata già vecchia; Datoma, Hines, Rodriguez, Delaney, i giocatori più –
    rappresentativi di questa squadra (escludo Melli che comunque ne ha 30) sono già vecchi.
    Sul vincere tutto e subito ne parleremo alla fine dell’anno, comunque già dall’anno prossimo si dovrà rifondare.
    – Il gruppo degli italiani ti sarai accorto che non è nemmeno paragonabile a quello della Virtus. Eppure di soldi ce n’erano di più.
    – Sembrava fosse chiaro che per migliorare la squadra dell’anno scorso ci voleva un play a supportare Rodriguez e Delaney e un centro che sostituisse Tarcoso, ma nemmeno questo è stato fatto.
    Se il problema ti sembra davvero questa partita persa mi spiace per te.
    Questo progetto non ha nessuna programmazione, nessun futuro e l’anno prossimo si dovrà rifare tutto dopo (forse) non avere vinto niente. Ma mi sembra che tu non lo stia vedendo come un problema.

    1. Mi sa che @ibeps faccia parte di quel gruppo di tifosi per i quali va tutto bene purché ci sia Messina al timone..

  13. La buona notizia è che l’anno prossimo potrebbe esserci un altro pastore e senza nemmeno pagargli la buonuscita che è stata la sua strategia di mercato in questi anni.

    1. Messina ha come opzione altri 2 anni di contratto..bisogna vedere a favore di chi o per quale ragione potrebbe scattare automaticamente il rinnovo..

  14. posto che odio i social e le risse da social, quindi non mi faro’ mai tirare dentro in questo giochino,
    dico solo che io non ho le sicurezze che ha julius, guardo e gioco a basket da 40 anni,ma penso che chi lo fa di professione da altrettanti ( o di piu’) possa capirne piu’ di me.
    Quindi , anche ho alcuni dubbi su come è costruita la squadra,ma ( come molti di voi sicuramente) l’anno scorso avevo dei dubbi ( ad agosto)su punter e leday e invece sappiamo com’è andata.
    Dire che Messina è bollito e il greco non ne azzecca una mi sembra sia un filo fuori luogo.
    di nuovo pace e amore….

  15. @ Primo, parti con la premessa sbagliata perchè nessuno ti vuole tirare dentro in risse da social, mi sembrava di stare argomentando.

    Secondo, bastasse l’anzianità per capirne di basket non avremmo tanti allenatori/giocatori giovani e capaci e qualcuno meno giovane e meno capace quindi arroccarti sui tuoi 40 anni di esperienza lascia il tempo che trova.

    Terzo, vedi, subito un’esempio, io sulla squadra costruita l’anno scorso avevo un solo dubbio Tarcoso. Consideravo Shields una gran presa e Punter una scommessa ben fatta. Forse l’errore tarcoso ci costò l’EL perchè con un centro come si deve (visto lo scarto minimo) probabilmente non avremmo avuto rivali.

    Quarto, non aver viso gli errori della nuova gestione, i giocatori sbagliati, i soldi buttati al vento, l’errata programmazione (l’anno prossimo tutto da rifare perchè tutti vecchi), i risultati mediocri (il primo anno la pandemia ci risparmiò un’umiliazione, eravamo staccati da Bologna di 10 punti e mi sembra fossimo terzi o quarti in classifica) è davvero incomprensibile. Vedere quello che tu non vedi mi sembra tutt’altro che fuori luogo.

  16. Invidio tutti voi che avete tutte queste certezze, ovviamente certezze di catastrofismo…

  17. Tutte le volte che sento parlare Messina non mi sembra affatto bollito, anzi mi sembra che abbia bene in mente come qualità importante quella di mettersi in discussione (prova ne è l’aver scelto il Poz come secondo). Poi ci sono dei dubbi sul mercato, si può essere d’accordo o meno sulle scelte, si vedrà durante la stagione.

    Condivido gran parte delle critiche legate all’ultima partita.

    Più in generale non ho obiettivamente l’occhio e la competenza di altri che scrivono e men che meno le certezze, però so che l’Olimpia dell’anno scorso mi ha riavvicinato al basket dopo tanti anni e non dimentico le emozioni di Coppa Italia, LBA e soprattutto dell’EL ed il terzo posto conquistato che nessuno pronosticava neanche lontanamente ad inizio anno (e non venitemi a dire che non sia stato meritato). Porco boia, erano decenni che in Europa un’italiana non faceva niente di che, ma sembra che le final four di maggio non siano esistite!! Tutti bolliti e incompetenti, boh…

    Quindi “resto sul carro” e spero che si ritrovi l’umiltà e l’unità di intenti per sudare e lottare in allenamento ed in ogni partita per ridurre il gap che oggi effettivamente c’è. Semplicemente mi sembra giusto concedere un po’ di tempo ad un gruppo che ha cambiato tanto nel roster e ha oggi giocatori differenti da quelli dell’anno passato che devono ancora inserirsi e rendere al meglio.

    1. Appunto perché cambiare così tanto una squadra che aveva fatto benissimo in Eurolega? Perché non confermare Leday e Punter che avevano fatto così bene e oltretutto erano state due scommesse vinte proprio da parte del nostro coach al punto di rinnegare se stesso? Ti vorrei solo ricordare che chi fa e smonta la squadra non siamo noi tifosi ma il Presidente Operativo/Coach Messina che sicuramente non sarà bollito ma non ci sta capendo un granché visto che continua a fare gli stessi errori..

  18. Non male 35 commenti per lo più di accuse al duo Messina/Stavro e previsioni di catastrofi future per aver perso una coppa che quando vincemmo l’anno scorso, per gli stessi criticoni, non valeva una cippa di minkia…..
    Lo sport è questo, si vince e spesso si perde, poco importa quanti soldi si spendono ogni anno per giocatori e coach (buttare l’occhio sul calcio please….), ci vuole tempo pazienza e una notevole dose di kulo per raggiungere i risultati sperati.

    1. Io non ho cambiato idea sul valore della supercoppa italiana che secondo me aveva un senso quando si facevano solo le semifinali e finale. A me non è piaciuto il modo in cui abbiamo perso ed è questo per me è l’aspetto più importante della sconfitta in sé. E cmq l’Olimpia Milano non punta a partecipare ma a vincere ogni competizione all’interno dei nostri confini. Poi ovvio che non è sempre così scontato ma perdere in questo modo per me anche no!

Comments are closed.

Next Post

Olimpia Milano post Virtus | Il centro, il gioco, gli italiani: disfattismo a settembre

Olimpia Milano post Virtus che prevede l’atteso copione in caso di sconfitta: disfattismo. Ma andiamoci piano
Olimpia Milano post Virtus

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: