Nicolò Melli: Ci mandiamo molto a quel paese negli allenamenti, perchè ci teniamo

Nicolò Melli, 13 punti e 9 rimbalzi nella gara di esordio dell’Italbasket a Tokyo, racconta il momento su La Gazzetta dello Sport

Nicolò Melli, 13 punti e 9 rimbalzi nella gara di esordio dell’Italbasket a Tokyo, racconta il momento su La Gazzetta dello Sport.

SUL VIA OLIMPICO

«Non dovevamo essere qui, invece ci siamo­. Esserci è aver fatto la torta. La vittoria sulla Germania è aver glassato il primo piano. Poi cercheremo di glassare anche gli altri piani e metterci una bella ciliegina».

SU ITALBASKET

«Siamo una bella squadra.Non lo dico perché abbiamo vinto, ma perché stiamo bene insieme e ci divertiamo. Ci siamo anche mandati molto a quel paese durante gli allenamenti, ma è perché ci teniamo».

SUL GALLO

«Abbiamo inserito un elemento fondamentale come Gallo pur senza avere un’amichevole di preparazione­. Gli equilibri sono cambiati un po’, perché giocare con lui è ovviamente diverso. In meglio, ma chiaramente diverso».

SULL’ESSERE CAPITANO

«Mi onora esserlo, mi rende molto orgoglioso. Ora mi dispiace il triplo quando non gioco bene e non riesco ad aiutare la squadra, a prescindere dai canestri. Però è molto facile essere il capitano di questa squadra, perché stiamo davvero bene insieme. È venuto tutto molto spontaneo, come se ci fossimo trovati nonostante tutto. Dentro c’è un mix di ragazzi esperti ma con tanta voglia, come posso essere io,Gallo o Achille Polonara, e ragazzi giovanissimi alla prima esperienza internazionale. I ruoli sono abbastanza ben definiti, ma la cosa bella è che anche quelli che hanno un ruolo più importante, che sono davanti nelle gerarchie, non hanno problemi se la squadra gioca bene. Si vede anche in campo, perché facciamo tutti le cose sporche, difendiamo. Così è davvero bello. E poi vincere aiuta».

10 thoughts on “Nicolò Melli: Ci mandiamo molto a quel paese negli allenamenti, perchè ci teniamo

  1. A Proposito dell’inserimento del Gallo, non vorrei che, a patirne, ma spero proprio sia stato solo un passaggio a vuoto, sia Polonara, le cui bombe al laser servono come il pane

    1. Al contrario, meno male che c’era il Gallo, ieri, che ha sopperito alla serata no di Polonara.
      Sottolineerei l’ottima prestazione di Melli, soprattutto nel secondo tempo ha giocato benissimo sia in attacco che in difesa.

    2. Quanto a fraintendere siete i numeri uno, ovviamente lungi da me pensare che il Gallo non sia utile…..testolina

      1. Non ho capito cosa avrei frainteso ma va bè… per me quella di ieri è stata unicamente una serata no al tiro per Polonara, che per il resto non aveva comunque demeritato; serata no a cui fortunatamente ha potuto “rimediare” il Gallo, senza il quale invece avremmo probabilmente pagato cara la scarsa vena realizzativa di Achille.
        Polonara alla fine ha giocato quasi gli stessi minuti di Melli e Gallinari, questi 3 sono i lunghi che schiereremo maggiormente, con qualche minuto di Tessitori il quale comunque con questo livello c’enttra ben poco. Senza Gallinari avremmo schierato Ricci, oppure Polonara sarebbe dovuto rimanere in campo nonostante le difficoltà al tiro

  2. Melli è il capitano ma il trascinatore in campo si chiama GALLO. grazie GALLO che sei alle olimpiadi. E poi sono fantastici FONTECCHIO, …e tanti altri. Forza Italia

  3. Visto che insisti te lo spiego per benino: alludevo al fatto che Polonara potrebbe soffrire psicologicamente dell’arrivo di uno(il Gallo) che per status lo sovrasta e occupa in campo anche i suoi spazi e può togliergli tiri e minuti (non è detto che sia cosi, ma ho manifestato una mia preoccupazione), domani vedremo se si riproporranno le sue difficoltà

    1. Ma ho capito benissimo cosa tu intendessi, ed ho semplicemente risposto che per me Polonara ha semplicemente avuto una serata storta al tiro e fortunatamente adesso c’è Gallinari che rende “sopportabile” per la squadra la serata no al tiro di Polonara. Cioè, non capisco perchè tu debba continuare a rispondermi in modo apparentemente stizzito come se ti abbia messo in bocca poi chissà quale concetto completamente errato…
      Polonara è uno che lo scorso anno giocava al Baskonia con Shengelia, non vedo perchè debba soffrire la presenza di un compagno forte che anzi può aiutare la squadra ad ottenere risultati migliori di quelli che magari otterrebbe senza di lui. Ho anche evidenziato come alla fine Polonara abbia giocato gli stessi minuti di Gallinari e Melli, aggiungo pure che era partito in quintetto con Gallinari giustamente utilizzato da Sacchetti entrando dalla panca. Gallinari gli toglierà qualche minuto, i tiri non più di tanto perchè Polonara tira molto più da 3 del Gallo. Gallo che da il cambio anche a Melli e quindi gioca minuti in coppia proprio con Polonara. In ogni caso, uno che eviti a Polonara di spararsi 32 minuti a partita come a Belgrado penso sia ben visto anche da lui stesso…

      1. Una delle cose che potevano succedere con l’arrivo del Gallo, oltre chiaramente a rafforzare il reparto lunghi e la squadra, era quello di creare dei disequilibri laddove questi, invece si erano creati e può essere che sia Polonara a soffrirne; se era solo una giornata storta al tiro tanto meglio, il miglior giudice è il campo e le occasioni per verificarlo non mancheranno

  4. Non penso che Pollo sia così fragile mentalmente, vedremo

  5. Se non ricordo male Polonara ha giocato per intero il 1° quarto e forse il piano originale era soprattutto quello di alternare Melli e Gallinari in posto 5 (anche se non centri di ruolo, sono i due piu’ stazzati); in seguito come ha scritto Cap, e magari proprio a causa della scarsa vena realizzativa di Achille, abbiamo visto alternarsi le 3 “coppie” in 4 e 5. Non e’ detto che qs non sia la soluzione migliore anche per le prossime partite.

Comments are closed.

Next Post

Riccardo Moraschini e il rilancio di Tokyo. Guai a rinunciare al Califfo di Cento

L’esordio di Riccardo Moraschini a Tokyo, 8 punti in 12’ con 2 rimbalzi, rilanciano il “califfo di Cento” dopo una stagione agrodolce
Riccardo Moraschini

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: