Olimpia, il punto sul mercato: i contratti e cosa manca al roster

Quando siamo arrivati all’inizio di luglio è tempo di un primo recap sulla campagna acquisti biancorossa

Il mercato dell’Olimpia Milano è entrato nel vivo, tra partenze ed arrivi. Per una squadra già con una base solida, con molte conferme dalla scorsa stagione, ma ancora da completare e con ancora più di una situazione da monitorare e risolvere. Probabilmente in tempi non troppo lunghi, come abbastanza da consuetudine per la società biancorossa.

Olimpia Milano mercato | Il roster attuale

Playmaker: Delaney, Rodriguez, Cinciarini
Guardie: Hall, Grant, Moraschini, Moretti
Ali: Shields, LeDay, Datome, Mitoglou, Alviti
Centri: Hines, Tarczewski, Biligha

Partenze: Micov, Roll, Punter, Brooks, Wojciechowski
Arrivi: Hall, Grant, Mitoglou, Alviti

Olimpia Milano mercato | Il punto

Due pedine mancano, attualmente, al mercato biancorosso: il sostituto di Kevin Punter ed un altro lungo. Per il primo la situazione è molto fluida e, al momento, non c’è ancora un nome caldo, mentre per il secondo è ovviamente Nicolò Melli il grande obiettivo e, secondo le ultime indiscrezioni, c’è ottimismo sulla possibilità di riportare il giocatore reggiano all’ombra della Madonnina. Si attende la fine del preolimpico, invece, per l’arrivo di Giampaolo Ricci, in uscita dalla Virtus Bologna. La prossima settimana, dunque, è atteso l’annuncio.

Restano, poi, delle situazioni da valutare per chi ha un contratto. Sicuramente destinato a lasciare l’Olimpia è Davide Moretti, per il quale verrà cercata una soluzione in prestito per potergli dare minuti, possibilmente nella massima serie, per farlo crescere. Anche Kaleb Tarczewski pare non essere più nei piani di Ettore Messina, anche se va trovata una soluzione (non semplice) per risolvere il contratto, rinnovato un anno fa. Su questo fronte, dunque, non sono escluse delle sorprese. Che potrebbero anche portare ad altri cambiamenti all’interno del reparto lunghi. 

Infine, resta da verificare la situazione di Andrea Cinciarini e Riccardo Moraschini. Il capitano è una bandiera biancorossa e non ci sono certo preclusioni alla sua permanenza, ma c’è da verificare se vorrà rischiare un’altra annata come quella appena trascorsa, dove lo spazio è stato davvero minimo. Per il secondo (che ha sempre manifestato la voglia di restare in biancorosso) resta da verificare la situazione italiani. Se arriveranno sia Ricci che Melli, dando già per scontata la partenza di Moretti, sarebbero sette nel roster. Ed uno tra questi due potrebbe dunque partire.  

Olimpia Milano mercato | Tutti i contratti

Davide Moretti pluriennale
Riccardo Moraschini 2022
Sergio Rodriguez 2022
Kaleb Tarczewski 2023
Paul Biligha 2022
Andrea Cinciarini 2022
Malcolm Delaney 2022
Shavon Shields 2022
Zach LeDay 2022 (escape 2021 Olimpia)
Kyle Hines 2022
Gigi Datome 2023
Jerian Grant 2023
Dinos Mitoglou 2023
Devon Hall 2023
Davide Alviti 2024

30 thoughts on “Olimpia, il punto sul mercato: i contratti e cosa manca al roster

  1. Mi verrebbe da pensare che si stia risparmiando per andare all in su Melli.
    Scelta piuttosto rischiosa a mio avviso.

  2. Se Melli continuerà a giocare cosi male nel preolimpico chi vuole che se lo accatti, certo verrà da noi, senza bisogno di ALL- IN, ma con lo sconto; per il resto vedo ancora il Tarc, dato per partente (partito?) una decina di giorni fà (vuoi vedere che ce lo teniamo?….sul gobbo), Moretti?non c’è la fila per averlo manco gratisse; il Zinza, anche lui si godrà l’ultimo cospicuo anno di contratto seduto in panca? Nodi gordiani da sciogliere o da tagliare?

  3. Non c’è preclusione nell’avere 7 italiani in roster che senso ha rinunciare a Moraschini?

  4. Come guardia, per sostituire punter, spero venga preso un giocatore che abbia già giocato almeno in Europa (Hollins/Dorsey?). Aspettare qualche taglio in NBA secondo me sarebbe troppo rischioso, sia a livello di tempistiche che per l’apporto che potrebbe dare alla squadra, essendoci possibilità di fare un buco nell’acqua come con Mack.
    Per quanto riguarda il reparto lunghi, secondo me servirebbero 2 innesti.
    Il primo dovrebbe essere melli che, a giudicare dal roster attuale, giocherebbe anche da 5. Penso che sarà lui a spartirsi i minuti con Hines e tarczewski.
    Il secondo dovrebbe essere un sostituto con le stesse caratteristiche di tarczewski (Black?) ma ovviamente più costante ed affidabile.
    Il migliore sarebbe stato Reynolds, ma a questo punto penso che o si resterà così o si aspetterà qualche taglio dall’NBA.
    Infine, per il gruppo italiani, senza dubbio saluterei senza rimpianto Cinciarini. Inutile sia per lui stare in panchina che per noi pagarlo senza farlo mai giocare. Al suo posto metterei moraschini a giocare da play, considerato l’arrivo di alviti e quello eventuale di ricci.

    1. L’affare Mack credo/spero sia irripetibile, sia per errore veramente inspiegabile nella scelta sia per le prestazioni del giocatore. Mack arrivava come perno dell’attacco, come Delaney, un ruolo di una delicatezza unica. Il ruolo di Punter è molto meno complicato e credo che un giocatore che arriva dall’NBA possa occuparlo, posto ovviamente che sia il giocatore giusto. La logica credo debba sempre essere il miglior rapporto qualità/prezzo.

  5. Via Moretti, Cincia (solo se chiede di andare a giocare di più) e Tarczewski

    Dentro Melli e 1 centro grosso (Per me Mitoglu può fare il 5, così come Melli)

    Non prenderei Ricci

  6. Ricci Leday Melli Mitoglu Hines Biligha e Datome: se dovesse restare Tarczewsky saremmo in sovraffollamento. Che senso ha prendere Ricci se arriva Melli? Che senso ha prendere Melli e farlo giocare soprattutto da 5?
    Dove è il pivottone che tanto ci è mancato quest’anno?

    Avere sette italiani non guasterebbe ma necessitiamo anche di altro, tipo una guardia pura.
    Vedremo

  7. Il mio desiderio per la prossima stagione : 6 Italiani : Moraschini, Tonut, Alviti, Datome, Melli, Ricci. ( eventuale settimo Biliga ) 8 stranieri già presenti : Delaney, Rodriguez, Grant, Hall, Shields, LeDay, Mitoglou, Hines. Rimane il dubbio Tarzceswki.

    1. Dario la penso come te, in più Tarczewski lo terrei e credo sia anche il desiderata della società. Che poi ci si riesca è un altro paio di maniche

    2. Tutto perfetto..aggiungerei solo una guardia forte con tanti punti nelle mani poi per me direi che saremmo a posto.

  8. Alla fine rilascerei Biliga e proverei a prendere Melli … magari Tarcisio con un 4 lungo tipo Mito o Melli ritrova qualche certezza … anche se la vedo dura …

  9. Potrebbero anche stare pensando che il 5 che fa la differenza non c’è, al prezzo che possono pagare, quindi si stanno organizzando diversamente. Vedremo…

  10. Ma come si può pensare che uno che non ha giocato nemmeno le finali scudetto possa rimanere davvero non lo so. 🥱

    1. Solo per via del contratto e per non pagargli la buonuscita..

  11. Quest’anno abbiamo perso Punter e l’anno prossimo scadranno i contratti di alcuni dei nostri giocatori più forti (Shields in particolare) e altri saranno un anno più vecchi. Credi davvero che per non spendere i soldi per spesare il centro che ci ha condizionato la stagione perderemo l’ultima vera occasione (prima di rifondare la squadra) per vincere l’EL ?

    1. Il tuo discorso non fa una piega ma devi valutare due aspetti collegati l’uno all’altro:
      1) sul mercato non ci sono centri dominanti liberi e quelli forti le grandi squadre se li tengono o tutto al più gli dovresti pagare il cartellino + l’ingaggio;
      2) pagare la buonuscita a Tarczeweski
      Per tutto quanto sopra quanto ci costerebbe un centro forte?

      1. Oltretutto, ammesso e non concesso, che ci sia la volontà, risolvere un contratto a 24 mesi dalla scadenza, non è affatto semplice.

  12. Siamo onesti, il 3 posto in EL ci sta ma non deve illudere che con un piccolo rinforzo siamo quotati per vincere! Il Real sta rifacendo la squadra, Efes resta più o meno quello e così pure il Barcellona e il CSKA. Lotteremo ancora per i PO e poi vediamo come risponderanno i nuovi e se l’età dei senatori non peserà troppo.

    1. Secondo me lo scorso anno ci sono state una lunga serie di situazioni favorevoli (ambientali, di squadra, di infortuni) che ci hanno portato alle f4. Pienamente meritate. Ma se qcs non fosse girato per il meglio, non ci saremmo arrivati.
      Magari le cose si ripetono. Ma non ci farei più affidamento di tanto.

  13. L’obiettivo della società è chiaro, sia perché l’hanno detto sia perché è logico in base a budget e possibilità: cercare di entrare in maniera costante ai playoff (2 anni ogni 3?) e lottare sempre una volta ai playoff per giocarsi le F4. Poi, questo anno è stato unico, con tanti colossi che sono crollati e con l’Olimpia che è stata bravissima a finire 4a ma fortunata ad aver pescato poi una squadra di cui aveva già preso il numero. Fare i playoff 2 anni su 3 e giocarsi le F4 in uno di quei 2 anni sarebbe un salto di qualità europeo clamoroso su cui non riesco a immaginare chi non metterebbe la firma. Vincere l’EL non può essere per una società come l’Olimpia l’obiettivo di partenza ma qualcosa che si può materializzare a stagione in corso in base a una serie di parametri.

  14. Appunto . Ricordiamo spesso che siamo arrivati a 1 tiro dalla finale. Verissimo.
    Ma dobbiamo ricordare anche che per ben 2 volte abbiamo sconfitto i tedeschi all ultimissimo tiro (con 2 giocatori fondamentali infortunati) e che in rs abbiamo avuto 1 vittoria in più dell ottava.
    Tutto meritato, ribadisco . Ma non sempre gira tutto così.
    Ritengo sia più probabile non arrivare ai po che vincere la coppa. Volerei basso.

    1. Va anche ricordato che l’Olimpia ha ottenuto vittorie storiche in trasferta… in assenza totale di pubblico. Le condizioni sono uguali per tutti, l’Olimpia ha fatto una EL da sogno, ma non si può pensare che questo sia ora il livello base. L’importante è che non sia l’eccezione assoluta, ecco.

    2. Ma il tifoso positivo a prescindere ricorderà sempre di più il tiro mancato di Punter che sarebbe valsa la finale di Eurolega piuttosto che le due volte che abbiamo sconfitto i tedeschi all’ultimo tiro o che in Regular Season abbiamo avuto solo una vittoria in più dell’ottava classificata..

  15. Lo scrivo ora quando mancano 2 tasselli importanti alla formazione. Noi faremo i play off perché entreremo tra le prime 8 poi si vedrà

  16. @ale. Condivido tutto ciò che dici. Per questo ho parlato in passato di EL anche fortunata ma senza sminuire i meriti di Olimpia. Per ora il mercato mi sembra un rebus, centri per ora non se ne parla. A meno che il profeta non metta 5 giocatori sull arco prendendo Bob Morse e Dalipagic che sono free agent. La squadra deve portare a casa qualcosa velocemente vista l’età media. Mi ripeto sempre, sorry

    1. Ci ha giocato, gioco forza, in difesa: se non lui chi? In attacco non è esistito da centro, anzi, non è esistito tout-court

      1. Beh … non è un centro .. non ha i movimenti d’attacco da centro … però può tirare fuori in centro avversario dall’area avendo il tiro da 4 … d’altronde oggi come oggi i movimenti d’attacco da,centro non li ha neppure Tarcisio … non credo che chi ha un centro forte lo ceda … allora o si punta su un giovane dopo quello della Bosnia di ieri … mi sfugge il nome … o cerchi un 4/5 sapendo che hai ora un 4 di 2.10 che darà buna mano importante a rimbalzo … e Melli ( anche come italiano) potrebbe essere una soluzione … e io vorrei comunque un centro centro … per capirci … ma non sempre il mercato lo permette

  17. Questo Delaney e Rodriguez non sono una coppia di play che ti fa vincere lo scudetto. Lo spagnolo può darti al massimo 20 minuti e Delaney sono 2 anni che è sempre infortunato. Nel ruolo di 5 Hines è super, ma Biligha e Tarcisio fanno più falli che punti… Contando che l’asse play pivot è quello che conta, sarebbe il caso di prendere prendere un play sano al posto di Delaney. Perchè se Delaney si rompe (e giocando 70 partite si può togliere il se) col solo Rodriguez non si vince.

Comments are closed.

Next Post

La Grecia in finale, Dinos Mitoglou ancora molto efficace

La Grecia si giocherà con la Repubblica Ceca l’accesso ai prossimi Giochi Olimpici. Dinos Mitoglou sempre sugli scudi
Dinos Mitoglou

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Jordan Mickey
Jordan Mickey, niente Olimpia Milano. Il centro resta in Russia

Jordan Mickey non giocherà con Olimpia Milano nella prossima stagione. Le voci di mercato dei giorni scorsi non hanno trovato...

Chiudi