La Gazzetta: I no di Datome e Belinelli messaggio devastante. Già alzata bandiera bianca

La stampa nazionale non ha certamente ben accolto i “no” di Marco Belinelli e Gigi Datome alla Nazionale per il Preolimpico di Belgrado

La stampa nazionale non ha certamente ben accolto i “no” di Marco Belinelli e Gigi Datome alla Nazionale per il Preolimpico di Belgrado. Così Giorgio Specchia nel suo editoriale su La Gazzetta dello Sport.

La missione è tornare nel basket che conta e dovremmo scrivere di una Nazionale adrenalinica, invece siamo qui a elencare le assenze. Le prime sono quelle di Marco Belinelli e Gigi Datome. 

Non hanno mai partecipato ai Giochi e avrebbero almeno dovuto provarci, al di là degli acciacchi e delle comprensibili stanchezze di fine stagione. Invece no. Mancheranno sia uno degli eroi dello scudetto della Virtus, sia il capitano dell’Italia. Non esserci è un messaggio devastante per gli azzurri, quasi un alzare preventivamente bandiera bianca invece di provare a sventolare il tricolore.

3 thoughts on “La Gazzetta: I no di Datome e Belinelli messaggio devastante. Già alzata bandiera bianca

  1. Facciamo a capirci : La FIP esige la formula PO 5+5+7 e il campionato a 18 squadre alcune senza portafoglio e La Stampa scrive peccato mortale l’assenza di Datome dopo 19 anni che risponde presente in nazionale malgrado la borsite è la tendinite che rischiano di comprometterne la carriera? Ma Specchia ha letto quanto scritto dell’atleta in merito? Non c’è più rispetto

  2. Difficile situazione…. Comprendo gli atleti che pensano al loro futuro e ad allungare il più possibile la carriera, riposando d’estate. Comprendo però anche che se la nazionale non “tira”, anche il movimento ne risente. Un po’ come il gatto che si morde la coda. Non è dunque una questione di nomi, ma più generica.

    Certo è che senza alcuni dei nostri uomini migliori sarà difficile arrivare alle Olimpiadi. Ma immagino che possa succedere anche alle altre nazionali. Vedremo il buon Sacchetti cosa riuscirà a fare con i giocatori a disposizione. A proposito segnalo che a noi, ormai da anni, manca un centro vero. Uno degli ultimi che mi ricordo è stato Chiagic (che non mi sembrava nemmeno altissimo ma sotto canestro si faceva sentire) e, combinazione, con lui abbiamo vinto un europeo.

    Forza azzurri!

  3. Quindi meglio, per questo giornalista, un capitano con una borsite solo perché altrimenti manda un messaggio sbagliato??
    Chissà se lo stesso giornalista aveva pure criticato le ultime prestazioni di datome(da ieri spiegate proprio dal giocatore peraltro)
    Se chiedeva scusa faceva più bella figura

Comments are closed.

Next Post

Carlo Recalcati: Alibegovic da pivot una chiave. Milano con poche energie

Carlo Recalcati analizza per Stadio il futuro e le ultime Finals di LBA: Il primo a essersene reso conto è stato Ettore Messina
Carlo Recalcati

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Gigi Datome
Gigi Datome conferma: Purtroppo non sarò al Preolimpico

Il capitano azzurro annuncia la sua rinuncia al torneo di Belgrado, con un lungo messaggio social

Chiudi