La Visione del Guaz | Milano brava, Valencia bravissima

guazzoni 17

Il pressing a tutto campo degli spagnoli è la chiave tattica. Buone notizie dal rientro di Micov e da Shields, Brooks e Tarczweski casi aperti

Bravissima Valencia. Poco da dire. L’ha preparata tatticamente anche – se no soprattutto – sulle assenze di Milano. A portar palla ci sono essere solo Rodriguez e Micov? Pressiamo e raddoppiamo come pazzi per mandarli fuori giri.

Ce l’hanno fatta con il Chacho – infatti poco lucido nella finalizzazione -, non con Vlado. La chiave, mia umile lettura, è tutta lì. Più di un tiro che entra o esce, più di una difesa poco attenta, più di un fischio dei soliti caproni travestiti da arbitri di Eurolega.

Milano senza Delaney e Moraschini (ma all’occorrenza anche Punter) ha pochi trattatori e mandarne uno in corto circuito ha consegnato a coach Ponsarnau un bel grimaldello. Nessun dramma: sarà il mio motto per tutta la stagione. Milano è viva, reagisce sempre e non accetta mai di cadere.

Ettore Messina

Guardiamo al bicchiere mezzo pieno. Il rientro in campo di Micov ti regala mille e più opzioni offensive: aggiunge all’arco un tiratore sopraffino, un handler eccellente ma soprattutto riporta al centro del villaggio l’unico vero giocatore di post.

Shields invece si dimostra ancora una volta una gemma e lo fa, ormai, con tanti occhi della difesa addosso e per un periodo molto prolungato: che fosse un grande realizzatore ce ne siamo accorti tutti nelle famose finali con Trento, che potesse prendersi carico dei compagni in certi momenti era meno scontato.

Ed invece da settimane le prove convincono, soprattutto per personalità. E il meglio deve ancora venire.

Kyle Hines

Guardiamo, invece, alle note stonate. E, sottolineo, non parlo della singola gara – ieri hanno steccato sia Rodriguez che Datome, può capitare – ma guardo al trend. Brooks non può che far discutere: se non riesce ad avere spazio (4′ sul parquet) nemmeno in una serata in cui Tarcewzski e Hines hanno problemi di falli, allora vuol dire che abbiamo un problema serio. Capisco la scelta tattica di avere in campo lunghi più tecnici ma l’involuzione generale che ha preso il nostro oriundo è ormai preoccupante.

L’altro singolo che fatica a ingranare è Tarczweski. Che abbia una fila di detrattori lunga come la vecchia lista dei debiti al casinò di Pupo è certo, che questo inizio stagione non sia scintillante è altrettanto evidente. Io gli ho sempre preferito Gudaitis ma non è questo il punto.

Il punto è che dopo 3 anni e rotti di presenza non si sono notati ancora quei progressi nello sviluppo del giocatore: sta cercando di mettere su un jumper dai tre metri per variare il tema, ma l’unico tema rimane palla in cielo e la schiaccio io. E quando fronteggia centri duri, astuti e forti sono spesso dolori.

Deve dare di più. Poche storie. Non parlo di punti o statistiche. Deve essere più intimidatorio. Deve gestire meglio i falli. Perché se Hines ne fa due in un amen, non puoi farne due al volo pure tu (nel secondo lo salva Cinciarini che anticipa il suo intervento). Deve leggere meglio di cosa la squadra ha bisogno e in quale momento. Meno istinto, più ragione. L’ “Hulk spacca” non basta più se vogliamo fare il grande salto.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

17 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Andrea
Andrea
26 giorni fa

Inutile attaccarsi alle assenze perché anche il Valencia ne aveva un paio e durante la fase finale della partita ha dovuto rinunciare a 2 giocatori. L’errore di fondo è stato quello di far andare via Gudaitis senza sostituirlo degnamente perché non si può affrontare una stagione d’Eurolega con solo due centri di ruolo.

Momo
Momo
26 giorni fa

Eurolegue : Milano ha 15 giocatori: 3 sono infortunati, 2 non giocano mai ( Moretti Biligha ) , 3 sono chiaramente inadeguati ( cianciarini Tarcisio brooks).
Ne rimangono 7 , la maggior parte over 33 , che da ora in avanti saranno spremuti all’inverosimile, 30-35 minuti a partita: CHI HA COSTRUITO QUESTA SQUADRA?
SICURAMENTE UN INCOMPETENTE!
PS.: guardate il Barcellona, probabilmente la squadra più forte, nell’ultima partita hanno giocato tutti e dodici,con minutaggi tutti inferiori ai 20 minuti…COSÌ SI FA! (naturalmente se il roster che hai costruito te lo permette).MESSINA PRENDI QUALCHE LEZIONE, ANCHE DA REMOTO…

Roberto Monti
Roberto Monti
26 giorni fa

Andrea e Momo, concordo al 100%!!!

Dodo
Dodo
26 giorni fa

L’ultima invenzione del messia micov play costringerà shields agli straordinari, 35 minuti a partita, ovvero il prossimo infortunato. Allora, come già fatto intravedere, passerà a utilizzare hines come play ( vista la statura) e metterà sotto contratto a gettone il grande Barak (già visto qualche stagione fa a Milano) come centro.
Si attende il ricovero dell’allenatore.

Tex Willer
Tex Willer
26 giorni fa

Tutte le squadre di euroleague hanno a roster 17/20 giocatori: Milano ne ha solo 13 ( Moretti Biligha non giocano mai) , inoltre sono quasi tutti anziani : anche quest’anno prevedo un proseguo di stagione TRAGICO!

Francesco Sacco
Francesco Sacco
26 giorni fa

Analisi onesta, che condivido. Il paragone con Alba-Barca che ha fatto qualcuno fa sorridere. I tedeschi si sono presentati senza 4 giocatori e quasi senza allenamenti dopo 17 giorni di stop assoluto dovuti a quarantena.

Hollywood Party
Hollywood Party
26 giorni fa

Credo che questa squadra sia obbligata a difendere forte, solo così trova armonia in attacco. Quando non riesce la fase difensiva, ovvero non teniamo i nostri avversari ai 70-78 punti l’attacco ne risente sempre obbligando scelte a difesa schierata e rotture di gioco che portano inevitabilmente ad uno contro uno e forzature. Se difendi forte le forzature le fanno gli avversari e tu guadagni possessi. Oggi le 3 assenze concentrate tra le guardie hanno portato il Chacho a sfiancarsi (0/6 da tre) e perdere lucidità nel momento cruciale. Per quanto riguarda il ruolo di Kaleb temo che in EL il… Leggi il resto »

Andrea
Andrea
26 giorni fa

A me fa più sorridere pensare che Messina al posto dell’allenatore del Barça avrebbe fatto lo stesso con l’Alba. Nel campionato italiano ruota i giocatori solo sul +20 o a risultato conseguito.

Tom Sawyer
Tom Sawyer
26 giorni fa

Ciao Hollywood sono d’accordo sulla tua lettura e l’ho scritto subito a caldo. Difesa sotto standard più assenza delle guardie fisiche (e fa piacere notare quando Morasca sia diventato importante, futuro capitano) hanno messo in difficoltà la squadra oltre i meriti di Valencia che ci è inferiore ma ha giocato una partita molto intelligente, complimenti al suo allenatore. Il Chacho ha sofferto e ovviamente nessuno di noi che lo ama gli tira la croce addosso, solo un troll può pensarlo. Ieri senza Chacho sarebbe stato peggio, ma lui da solo manda in difficoltà la squadra, per come gioca quest’anno. Messina… Leggi il resto »

palmasco
palmasco
26 giorni fa

Milano brava – con quello che aveva, mi viene da aggiungere. Hines e Tarczewski subito con due falli sono figli della prima linea di difensori, che mancando di Moraschini e Delaney, è troppo fragile – non a caso Hines ha fatto due falli subito anche in campionato domenica scorsa. Se ti arrivano da tutte le parti, per i centri diventa difficile muoversi e quasi impossibile muoversi senza fare falli. La partita eccelsa di Van Rossom lo dimostra. E gli spazi che si sono creati per Kalinic. Tarczewski meglio averlo che non averlo, secondo me. Vero è che non gioca ancora… Leggi il resto »

Momo
Momo
25 giorni fa

Scommettiamo che domani micov, al rientro in campionato e dopo aver giocato quasi 25 minuti in euroleague 2 giorni prima, giocherà ancora tantissimo ?
Un nuovo infortunio è dietro l’angolo…

Momo
Momo
25 giorni fa

Vero, se Messina fosse un un’allenatore intelligente domani affronterebbe la partita con Brescia con i vari cincia Moretti roll brooks leday Tarcisio e Biligha ovvero quelli che possono giocare o che devono giocare perché sottoutilizzati lasciando a riposo ( o con minutaggi minimi ) gli altri e, se dovessimo perdere la partita, pazienza, tanto conta meno di niente. La partita da vincere sarà la prox di euroleague, e sarà più facile farlo coi giocatori decisivi freschi e riposati.
Ma sono convinto che Messina non farà così, anzi spremera’ tutti pur di vincere pagandone poi le conseguenze in euroleague…

Alessandro Maggi
Admin
Alessandro Maggi
25 giorni fa
Reply to  Momo

Spremere… hanno giocato tre gare in quindici giorni. Spremere. Che visione.

Hollywood Party
Hollywood Party
25 giorni fa

@Momo, è banale scommettere che Micov domani giocando 25 minuti rischierà di infortunarsi. Il problema al gomito è arrivato alle prime partite, non certo per eccesso di usura. Se si crede che un atleta professionista anche non di primo pelo possa infortunarsi ogni volta che gioca allora tutte le squadre dovrebbero essere composte da 18-20enni, scoprendo poi che anche loro non sono indistruttibili. Quindi da tifoso dell’Olimpia dico lunga vita ai nostri vecchietti.

Momo
Momo
25 giorni fa

Hollywood, io comunque uno con l’età di micov avrei qualche perplessità a farlo giocare altri 25 minuti dopo sole 48ore dal rientro dopo un un’infortunio di un mese…

palmasco
palmasco
25 giorni fa

Momo meno male che tu non conti un cazzo, e Micov giocherà quello che serve.
Naturalmente rispetto la tua opinione, come spero tu farai con la mia.

Momo
Momo
25 giorni fa

Palmasco, mi aspettavo il solito polpettone…stai facendo progressi, bene continua così!

Next Post

Olimpia Milano-Brescia | Drew Crawford verso l'esclusione

Avvicinamento non semplice per la Leonessa a Olimpia Milano-Brescia, fissata per domenica alle ore 17 al Mediolanum Forum d'Assago
Vincenzo Esposito

Subscribe US Now

17
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: