Olimpia Milano Serie A: prima per affluenza, settima per abbonamenti

Il dato di Olimpia Milano Serie A, in quanto ad abbonamenti, è solo il settimo in LBA. Prima la Virtus. Il tifoso biancorosso preferisce le singole offerte?

La Gazzetta dello Sport prova a gettare le basi della prossima stagione di LBA, e si parla anche di spettatori e abbonamenti.

Secondo la rosea, nella classifica degli abbonamenti venduti nella stagione 2019-2020, l’Olimpia Milano è solo settima con 3.179. Lontana la Virtus Bologna, prima con 4.923, seguono la Fortitudo Bologna, 4.853, Trieste, 4.256, Sassari, 3.773, Venezia, 3.679, Pesaro, 3.471. 

Ultima la Virtus Roma, 923. in Lombardia dietro l’Olimpia Milano c’è Varese, decima con 2.598. 

Ricordiamo che Olimpia Milano, secondo Legabasket, è invece prima per l’affluenza complessiva di spettatori. Oltre 7.000 spettatori di media nel girone d’andata, per la precisione 7.208, al Forum di Assago.

Un dato rilevante, considerando il fatto che una gara (con Trieste) è stata giocata al Palalido e, dunque, ha un po’ abbassato questo dato della prima parte di stagione.

Inoltre, quattro delle prime 5 gare con maggior affluenza di questa stagione sono in casa della squadra di Ettore Messina: la sfida con il Banco di Sardegna Sassari (10.001 spettatori) detiene il primato ed è l’unica partita ad aver segnato un pubblico over 10.000 sinora.

Al secondo posto c’è il derby di Bologna con 9.166, poi altre 3 gare disputate al Mediolanum Forum: contro Cantù (8.931), Trento (8.909) e Varese (7.662).

In tutto il numero degli abbonati a Olimpia Milano salirebbe a 3.800, comprensivo anche delle sole tessere di Euroleague.

One thought on “Olimpia Milano Serie A: prima per affluenza, settima per abbonamenti

  1. scusate,ma sono l’unico ad avere dei dubbi sul fatto che la prossima stagione possa partire?
    a parte le difficoltà economiche di molti club, io credo che pensare a palazzetti pieni sia follia, ma questo si puo’ ovviare riducendo le capienze (di molto)

    Ma gli atleti? Visto che ovviamente non potranno tenere il metro di distanza in campo , se qualcuno si rifiutasse di giocare?
    E soprattutto se ci fossero poi dei casi?
    io la vedo durissima fino al vaccino (gennaio/febbraio 2021?)
    Paradossalmente sarebbe piu’ facile finire l’eurolega di quest’anno mettendo le squadre in isolamento x un mese in un’unica località, questo
    potrebbe essere accettabile,ma un anno ovviamente no.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Olimpia, cosa resta della stagione 2019/20: Vlado Micov

Il nostro giudizio sull’annata del giocatore serbo, terminata con largo anticipo a causa del coronavirus e le prospettive per il futuro
Vlado Micov

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: