Andrea Cinciarini: Sapevo sarebbe arrivato il mio momento

Il capitano biancorosso: “La vittoria di Venezia è importantissima, in Eurolega l’unico rammarico è la Stella Rossa”

La vittoria di Venezia ha avuto tra i protagonisti anche Andrea Cinciarini. Dopo tanta panchina ed anche tribuna, il capitano biancorosso è stato messo in quintetto da Ettore Messina e la risposta è stata positiva e concreta, con regia, difesa ed anche alcuni canestri importanti. Lo abbiamo intervistato per conoscere le sue impressioni su questo momento personale e dell’Olimpia Milano, attesa dal doppio turno di Eurolega con Real Madrid e Valencia.

Andrea Cinciarini | La vittoria di Venezia

L’importanza del successo al Taliercio: “È importantissima. Venezia era imbattuta in casa – le sue parole a RealOlimpiaMilano – sappiamo che non stiamo passando un bel momento e le vittorie aiutano il morale e la fiducia, soprattutto su un campo così e contro i campioni d’Italia. Una vittoria voluta, dove abbiamo ritrovato la nostra difesa”.

L’ANALISI DEL SUCCESSO DEL TALIERCIO

Andrea Cinciarini | Il quintetto e l’utilizzo

Il capitano non ha vissuto un inizio di stagione facile, come dicevamo, per via anche di uno scarso utilizzo: “Si ripete un po’ la stessa storia di tutti gli anni. Sapevo sarebbe arrivata prima o poi l’opportunità. Poi non è facile, però sta a me prenderla. Sono 5 anni qua a Milano, sono il capitano, mi alleno sempre forte aspettando arrivi il mio momento. Oggi è arrivato, sono contento di aver aiutato la squadra e dobbiamo capire che siamo importanti tutti”. 

Il roster lungo e le scelte di Messina: “Siamo in 15 e siamo tanti, non deve mai mancare la voglia, lo spirito e la determinazione, anche nel fare le piccole cose, come una difesa, un rimbalzo, un tiro o un passaggio. A me vengono spontanee, visto che gioco da tanto tempo all’Olimpia. Sono contento, ma il merito è di tutta la squadra”.

Andrea Cinciarini | La situazione in Eurolega

Si parla di Eurolega, del doppio impegno in arrivo e non solo: “Il rammarico è solo per la partita con la Stella Rossa. È vero che potevamo vincere a Villeurbanne, ma ci può stare una sconfitta in trasferta, dove vincere non è mai facile. Ovvio che Madrid sarà proibitiva, ma dobbiamo andare con la consapevolezza e la durezza di fare la miglior partita possibile. Poi ci sarà Valencia, ma pensiamo ad una partita alla volta”. Per tornare al successo anche in territorio europeo.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments
GAE
GAE
10 mesi fa

Anche se non sarà un fenomeno per me dovrebbe avere più spazio sia in Eurolega sia in campionato perché è un giocatore che ci mette sempre anima e cuore e non ha niente da invidiare a un giocatore mediocre come Mack

Next Post

Alen Omic: Voglio provare a tornare a Milano

L’ex centro di Olimpia Milano Alen Omic è stato intervistato da Lauri Cristaldi di basketitaly.it. Ecco due passaggi chiave

Subscribe US Now

1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: