Olimpia Milano vs Brindisi | Le pagelle di RealOlimpiaMilano

Olimpia Milano vs Brindisi, Le pagelle di RealOlimpiaMilano. Terribile impatto per Tarczewski e White, Rodriguez prova a vincerla da solo

Della Valle 6 – Non è attualmente nelle grazie di Messina, e soprattutto per sue responsabilità. 6 punti e 2 rimbalzi in 16’ con +8 di plus/minus. Volitivo, ma come sempre leggero nei contatti fisici a livello di volontà.

Micov 6.5 – La condizione è quella che è, e lui deve giocare altri 20’. 14 punti e 6 rimbalzi con +7 di plus/minus.

La cronaca della partita

Biligha 6 – Nel pitturato dominato da Brindisi prova almeno a metterci grinta. 4 punti, 3 rimbalzi e 2 stoppate.

Moraschini 5 – 5 punti, 4 rimbalzi, 4 assist e +6 di plus/minus. Numeri tutt’altro che catastrofici, ma in 21’, contro la sua ex squadra, doveva dimostrare di essere Eccellenza, non Gregariato.

Roll 4 – Un paio di triple nel momento caldo, ma per difesa e approccio è lontano anni di luce dal suo valore. Soffre il doppio impegno ravvicinato. Troppo.

Le parole di Ettore Messina

Rodriguez 7 – 28 punti con 7 triple, 4 rimbalzi e 5 assist. Quasi la vince da solo. Lui c’è, sempre. 

Tarczewski 4 – Preso a schiaffi nel pitturato da Stone come da Brown. Non riesce a imporre quelle doti fisiche che nessuno in Italia ha.

Cinciarini 4.5 – 11’ di scarso valore per un giocatore che al momento non riesce ad essere “scossa”. In Italia, quello che deve essere.

Burns 5 – Poteva essere la sua gara, vede il campo per 4’ soli minuti. 

White 4.5 – L’energia vista in EuroLeague è un lontano ricordo. 11’ con 4 punti e 1 rimbalzo, nel pieno del parziale di Brindisi. Mediocre.

Brooks 6 – Dopo i fuochi di EuroLeague, domenica a passo lento ma incisivo più di molti compagni. 8 punti, 5 rimbalzi e +4 di plus/minus.

Scola 5 – Ha bisogno di rifiatare, ma l’organico oggi è quello che è. 4 punti, -6 di plus/minus, in 14’ osserva Brown e Stone.

Coach Messina 4.5 – Si prende tutte le responsabilità per una squadra che non difende e non corre, perdendo la bussola sempre nei momenti importanti della gara. Dopo il successo con lo Zalgiris, un netto passo indietro: due gare perse, in casa e in Lba, non si vedevano da tempo. Le assenze, oggi, non sono alibi. Anzi, sono doppia bocciatura.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
palmasco
palmasco
1 anno fa

Peggio della sconfitta, secondo me, è l’osservazione sempre più evidente che senza El Chacho la squadra non ha luce. Con lui in campo si vedono idee e movimenti d’attacco, senza di lui si vedono compitini eseguiti a memoria, tenuti insieme con lo sputo, come dicevano le vecchie maestre. Sarebbe però folle pensare che Rodriguez possa giocare 29 minuti a partita ogni due giorni, come ha fatto in questo fine settimana. Lo dico con grande serenità, e con la convinzione che bisogna avere pazienza, però davvero sarebbe il caso che gli altri esterni si sveglino: il Chacho in serie A dovrebbe… Leggi il resto »

Iellini
Iellini
1 anno fa

Partite cosi ne ho viste troppe l’anno scorso e mi piacerebbe non vederle più. Così come non vorrei rivedere uno che tenta di risolverla con il consenso dei compagni, perché l’anno scorso siamo morti di james dipendenza e quindi non rifarei lo stesso errore con il chaco. Certo che gli italiani devono crescere e non hanno neanche l’attenuante che non vengono fatti giocare. Aspettando gli assenti che ci servono come il pane, direi che allo stato attuale non siamo in grado di tenere l’intensità necessaria in due partite a distanza di due giorni. Detto questo la pazienza è la virtù… Leggi il resto »

orlandoilrosso
orlandoilrosso
1 anno fa

Banalmente è più facile controllare che rimontare, ma il disastro difensivo ha molti padri, forse il metodo Messina per alcuni, per ora, è troppo dinamico e complicato, ad eccezione di Brooks e Biligha che si sono sforzati di interpretarlo al meglio, gli altri sono stati sempre in ritardo sulle uscite e sulle linee di passaggio. Anche in attacco forse, vista la permissività arbitrale unilaterale, non verso l’Olimpia, gli spazi avrebbero dovuto essere più chiusi. Per fortuna siamo a ottobre e Brindisi e Brescia, pur essendo ottime squadre, non penso possano essere due contender per i PO

Marcosem
Marcosem
1 anno fa

Le lacune offensive di Chachodipendenza le posso accettare stante le assenze(mancano uno degli scorer principali,il lungo”offensivo” titolare e il play che dovrebbe smezzare i minuti col Chacho).
NJon concepisco,e gli ultimi 6′ stanno a dimostrarlo,l’atteggiamento difensivo e l’incapacità di “adattamenti” rapidi” a una squadra che ti sta trivellando

U. Fo.
U. Fo.
1 anno fa

La sconfitta brucia e i motivi ci sono, primo fra tutti i punti (troppi) subiti.
Le assenze pesano; ricordiamoci che manca soprattutto il nostro play titolare (Mack). Pero’ in lba gli italiani devono dare di piu’. Anzi: io sarei per non far giocare Scola e Rodriguez per risparmiarli per l’eurolega, cosi’ come Micov. Cincia, Della Valle, Moraschini, Burns: devono essere la nostra forza.
Comunque, anche se perdere in casa e’ sempre brutto, il campionato lo si vince ai play off. Avanti con serenita’, dunque.

Next Post

Olimpia Milano vs Brindisi | Vitucci: Una gara di intensità e raziocinio

Coach Frank Vitucci ovviamente soddisfatto della prova della sua squadra, commenta così Olimpia Milano vs Brindisi che ha portato il successo ai suoi

Subscribe US Now

5
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: