Messina: L’obiettivo a Belgrado è migliorare la gestione dell’ultimo quarto

Le parole del coach biancorosso, alla vigilia della difficile trasferta di Belgrado

Reduce dall’ennesimo stop casalingo di questa Eurolega, l’Olimpia Milano si è messa in viaggio per Belgrado, dove domani sera (ore 19) se la vedrà contro la Stella Rossa nel secondo impegno del doppio turno settimanale. Non sarà per nulla facile interrompere la striscia di nove sconfitte in fila, in un ambiente caldissimo e contro una squadra trasformata dall’arrivo in panchina di Dusko Ivanovic.

Stella Rossa-Olimpia Milano | La presentazione di Ettore Messina

Così Ettore Messina ha presentato il match: “Il nostro obiettivo è giocare la miglior partita possibile, dopo una serie negativa che ci imbarazza anche se ci sono mille ragioni per spiegarla. Riusciamo sempre a costruire buoni vantaggi, ma non siamo poi in grado di sostenerli nell’ultimo quarto. A Belgrado l’obiettivo è migliorare proprio nella gestione dell’ultimo quarto, sapendo che non sarà facile contro una squadra in grande forma, ben organizzata da Coach Ivanovic e in un ambiente che come al solito sarà molto caldo“.

14 thoughts on “Messina: L’obiettivo a Belgrado è migliorare la gestione dell’ultimo quarto

  1. Qui non posso fare a meno di contestare due affermazioni a Messina.
    La prima che “ci sono mille ragioni per spiegarla” [la serie negativa].
    Davvero? Ne indichi almeno una, e se fosse così facile indicarla, come mai non è stata risolta?

    La seconda: “Riusciamo sempre a costruire buoni vantaggi, ma non siamo poi in grado di sostenerli nell’ultimo quarto” – vera a metà perché quei vantaggi sono stati costruiti contro squadre di bassa classifica, rimaneggiate, che francamente non si possono considerare ostacoli veri, neanche se le avessimo battute, e purtroppo non l’abbiamo fatto.

    Questa lettura quindi non mi lascia sereno.

  2. Significa che non ha ancora capito come trovare qualche soluzione per evitare l’ennesima brutta figura. Continua a ruotare i soliti noti e a punire il cattivo di turno….con uno schema prevalente : tiro da tre ( che spesso molti rifiutano) . Ma è mai possibile che lui e il suo staff non riescano a trovare un minimo di schemi da adattare ai giocatori che lui ha fortemente
    voluto????………Ma che cavolo fanno nella secondaria…….si raccontano le barzellette. A questo punto anche Fioretti e company non ci stanno capendo niente. Situazione sempre più complicata.

  3. Messina potrebbe entrare in politica… aria fritta per motivare l’inspiegabile… dimissioni prima sbandierate e poi … abbiamo scherzato…avanti così … nove sconfitte in fila, siano stati scherzati in casa da Berlino… che poi abbiamo visto quanto vale anche stasera… certo prima o poi una partita la vinci…i risultati sono li … ma sembra che non contino… siamo diventati tutti rugbisti. Bah …

    1. Messina non ha mai sbandierato le dimissioni ora e subito. Ha detto che a fine stagione valuterà con la proprietà in base ai risultati e se in caso sarà disponibile a passare il timone. Col ritorno di Shields, che anche in questa squadra in difficoltà nelle brevi apparizioni e pur fuori forma ha dimostrato di saper segnare il suo ventello e trascinare la squadra, lo scudetto e la terza stella mi sembrano possibili, contro una Virtus che ha perso in campionato ed in Eurolega ha preso un’imbarcata leggendaria da meno 46 e quindi benissimo non sta.

      1. Credo che non giocando (probabilmente) il PO, lo scudetto diventerà il minimo sindacale contro una virtus che ha solo 4 italiani decenti di cui 3 nello stesso ruolo)

      2. Se non si rivince lo scudetto, direi che il bilancio quadriennale di Messina all’Olimpia è assimilabile a quello dei più immediati predecessori soprattutto se lo “pesiamo” col fatto che ha pieni poteri e che il suo budget è significativamente superiore di molto a quello dei predecessori.

      3. Sulla questione budget occorre però dire che i predecessori di Messina non avevano una contender che spendeva quanto sta spendendo Bologna

  4. ma una delle mille ragioni, dico una, non sara’ che lui quest’anno si e’ un po’ rinc…?

      1. Caro Iellini, innanzitutto vivo all’estero quindi quando sono le 4 di notte in Italia per me è molto più presto, ma visto il tuo livello, credo che il concetto di fuso orario ti sia oscuro.
        Premetto che non sono di quelli che esonererebbero messina, lui ha formato la squadra e quindi onori e oneri spettano a lui, poi a fine stagione si vedrà. Io credo che siamo comunque favoriti per lo scudetto, ma nessuno, credo neanche tu, si aspettava questo cammino in EL, quindi anche se non sono un esperto possiamo dire tranquillamente che la stagione europea sia un fallimento, e non di poco conto, perché dalle final four siamo passati in pochissimo tempo all’ultimo posto.
        Riguardo alla comunicazione invece sì, sono un esperto, e dico che messina sarà un buon coach ma con le parole stenta parecchio, nelle interviste ha perso il filo, il suo pensiero non è chiaro, spesso contraddittorio o addirittura dannoso, perché tu stesso avrai sentito dalle sue labbra che già da qualche partita ha dato per finito il cammino in EL, quindi poi come si fa a pretendere che i giocatori siano motivati?
        Ma da quello che scrivi si vede chiaramente tu hai le stesse difficoltà, per questo non ti rendi conto di alcune assurdità.
        P.S. Puoi trovare informazioni sul fuso orario su Wikipedia.

  5. Ieri ho visto un pezzo della gara della Virtus…. Siamo riusciti a perdere in ccasa contro l’Alba Berlino, una squadra veramente triste…. Il nostro livello è questo. Amen
    Speriamo basti per il campionato

  6. Caro @nick diciamo che i tuoi commenti notturni hanno uno stile ed un tono diverso da quelli diurni.
    Quindi ti rispondo volentieri nel merito su queste tue riflessioni che per la maggior parte condivido.
    1) con questa squadra anche così rimaneggiata perderne otto/dieci di fila è più che un insuccesso quasi una catastrofe che non mi rende certo felice , poi c’è chi si incazza o chi si deprime.
    2) certo Messina ha delle responsabilità e credo la principale giocare la scommessa Pangos/Mitrou Long/Baldasso in play , scommessa troppo rischiosa che stiamo pagando alla grande perchè se il play-making non funziona viene giù tutta la squadra. Bastava vedere l’altro ieri una squadra mediocre ma con un play vero che ci ha messo sotto. Perchè il problema vero è che in questa situazione possiamo giocare bene 30 minuti ma non 40 ed in Eurolega non è possibile
    3) Possibile che Messina rispetto alla comunicazione con l’esterno sia in confusione , ma noi non sappiamo cosa si dicono nello spogliatoio quindi parliamo tutti , me compreso, a vanvera.
    4) Dire che Messina è un pò rincoglionito la ritengo una espressione volgare ed io che bazzico questo blog da 5 anni ho deciso di discutere civilmente con chi esprime concetti più o meno condivisibili e di usare qualche volta il linguaggio “truzzo” , si dice così?, con gli imbecilli di cui quando si perde si riempie il blog.

    Sono stato parecchio in Australia e quindi il concetto di fuso non mi è oscuro

    Non è necessario che tu mi risponda , tanto ci pensa il Gran Premio Montagna a cui non sfugge niente

    1. Caro Iellini, anche il tuo commento attuale è moto diverso da altri più scherzosi, come era scherzoso il mio su messina, dicevo rinc… in senso buono, cioè in confusione, senza cattiveria. mi piace scherzare e anche essere ‘scherzato’.Se ti ha offeso o dato fastidio, chiedo scusa. Apprezzo il tuo commento tecnico, si vede che te ne intendi. infine, da italiani all’estero, seguo questo blog proprio per sentirmi un più a casa, alla fine il basket è un gioco, si vince e si perde, non è certo un dramma. Ciao.

Comments are closed.

Next Post

Stella Rossa-Olimpia Milano, 5 domande 5 | La migliore garanzia è Messina. Ora, palla a Baron

Stella Rossa-Olimpia Milano, in campo giovedì sera. Nove ko in fila sulle spalle, e squadra a Belgrado. Il peggio possibile, o quasi
Stella Rossa Olimpia Milano

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: