Olimpia Milano vs Efes #2 | Le pagelle di RealOlimpiaMilano

kevinmartorano 13

Le pagelle del successo biancorosso in gara 2: Shields MVP di serata, il Chacho indica la via prima di infortunarsi

Grant sv

Rodriguez 9 – Gioca un primo quarto da antologia, da vero fenomeno. Nel terzo quarto riprende a dominare con dei canestri di altissimo livello, ma purtroppo la caviglia si gira ed è costretto ad alzare bandiera bianca, almeno stasera.

Tarczewski 7 – Gran primo tempo di Kaleb! Viene servito bene nei pressi del pitturato dai compagni e lui non esita nello schiacciare la palla nel canestro. Ottima la presenza a rimbalzo e difensiva.

L’Olimpia getta il cuore oltre l’ostacolo e vince gara 2!

Ricci 6.5 – Pippo, come spesso gli succede, getta il cuore oltre l’ostacolo. Non si vede molto con canestri segnati, ma lotta contro tutti e si fa sentire difensivamente ed a rimbalzo.

Biligha sv

Hall 7.5 – Non si vede molto a tabellino, non è una serata facile in attacco, ma in difesa è assolutamente indemoniato. Difende contro tutti i giocatori avversari, anche contro i lunghi nei cambi difensivi.

Delaney 6 – Entra molto più velocemente nei giochi rispetto al solito, pur con qualche forzatura il suo primo tempo è migliore rispetto alle ultime uscite. Qualche bel passaggio smarcante ai compagni lo fa, ma si chiede di più ad un giocatore del suo livello. Esce per infortunio nel secondo tempo.

Daniels 6.5 – Si fa trovare pronto, anche difensivamente, con un paio di palle rubate. In attacco è comunque utile vista la sua pericolosità al tiro da tre punti.

Shields 10 – L’atteggiamento nella metà campo difensiva è perfetto: assatanato contro tutti i giocatori avversari, specialmente contro Micic. Si sblocca con un super canestro a fine secondo quarto e da lì non si ferma più. Segna un canestro dopo l’altro nel secondo tempo, chiudendo a 21 punti e catturando 8 rimbalzi. Il Forum è tutto ai suoi piedi al grido “Shavon Shields!”.

Alviti sv

Hines 7.5 – Fatica molto contro un Dunston veramente clamoroso. Nel secondo tempo però la situazione si ribalta, riesce a farsi sentire specialmente difensivamente, piazzando due stoppate da autore nel finale.

Bentil 7 – Litiga col canestro, ma segna una tripla importantissima negli ultimi minuti. Difensivamente anche lui, come tutti, è semplicemente commovente.

Coach Messina 10 – La squadra mostra tutto un altro atteggiamento rispetto a gara 1, aggredendo l’Efes dal punto di vista difensivo. Tatticamente si è attaccato molto di più il ferro. Molto bravo a lavorare sulla testa dei propri giocatori e a non farli mai mollare, neanche dopo gli ennesimi infortuni.

13 thoughts on “Olimpia Milano vs Efes #2 | Le pagelle di RealOlimpiaMilano

  1. Avrei dato 11 al chaco perché è stato il condottiero per ha aperto la via e fatto vedere alla squadra che si poteva fare.
    No forse 11 è poco

  2. Partita difensiva clamorosa
    Cambi, raddoppi, rotazione e recupero e ferocia a rimbalzo. Poesia.

    Attacco in cui pur tirando tanto da 3, lo si è fatto con leggerezza. Tanti bei tiri e qualche dentro-fuori oltre ai canestri. Lo richiedeva il piano partita efes di gara 1. Come l’ingresso rapido nei giochi e l’uso della mezza transizione

    Tatticamente perfetti su due lati del campo.

    Speriamo di recuperare almeno un play e datome.

    PS. Tarci è valso più di 7.

  3. E Bentil anche, partita difensiva enorme.

    La partita ha mostrato che l’Olimpia è molto più forte del EFES che è solo due fenomeni e poco più, come un buco ma senza la menta intorno.

    Chiaro che sia quasi impossibile, ma la pressione è tutta su di loro e la nostra difesa reggerà anche la’. Datome farebbe molto comodo.

  4. Torno adesso dal forum: l’impresa di stasera ,pur in tutt’altro contesto, deve essere considerata al pari di quella di tanti anni fa coi greci dell’Aris e anche allora io c’ero: complimenti a tutti giocatori, compreso il tanto bistrattato Tarcisio, ma soprattutto una menzione speciale a rodriguez e shields ( da leggenda…) e complimenti naturalmente anche a Messina, stasera perfetto, a cui non ho mai fatto mancare le critiche per quanto riguarda rotazioni e minutaggi, ma stasera degno leader di una squadra al livello di quella dei dantoni, premier, meneghin, mcadoo e soci.
    Peccato che l’intensità e la carica agonistica di stasera non fosse neanche lontanamente presente nella partita di 2 giorni fa,precludendoci quasi sicuramente la possibilità di raggiungere le finals four, ma chissà,esistono anche i miracoli…vedremo.

    P.S.Scusate la vena polemica, ma voglio proprio vedere se l’allenatore sabato avrà il coraggio di far giocare anche 1 solo minuto ai vari shields, hines, hall…..sono qui che lo aspetto al varco…

    1. Hai detto cazzate per due giorni ed hai ancora il coraggio di fare contestazioni.
      Ma goditela una volta senza fare polemica.

      Ti ricordo che tu e/o i tuoi amichetti avete scritto che il chaco era ormai finito e che Hines non aveva più nulla da dare ..ormai un ferro vecchio. Sei un provocatore da quattro soldi

    2. bravo Adriano,
      ieri ho dubitato del tuo tifo, anche io c’ero contro l’Aris , ora ho capito che sei solamente uno di quei tifosi un po’ pessimista e non un provocatore.
      Pero’ ti metto anche io alla fine un p.s. un po’ polemico: questo tipo di spirito secondo te chi l’ha infuso alla squadra???
      chi l’aveva infuso alla squadra dopo il -31 di Salonicco?
      Questa squadra è figlia del sig. Ettore Messina così come quella era figlia del sig. Dan, quindi a loro due dobbiamo essere sempre grati!!!

  5. Hall kerita di più. Come al solito ha difeso su tutti ed ha messo una tripla importantissima alla fine.
    Chacho vero esempio per tutti: è entrato in campo da dominatore ed ha tranquillizzato gli altri. Sarà bollito (per alcuni, non per me) ma che valore ha un uomo così?
    Bentil ha messo una tripla fondamentale ma soprattutto ha sgomitato e difeso benissimo sui piccoli.
    Daniels per me insufficiente, come Delaney. Messina vito altissimo: in meno di 48 ore ha rigenerato la testa dei ragazzi. Avremmo potuto perdere ma avremmo comunque combattuto e questo è merito suo!

  6. Che partita, dopo gli infortuni di Malcolm e del Chacho pensavo fosse finita, ma Shields l’ha vinta praticamente da solo, che fenomeno! Bravi tutti comunque, soprattutto in fase difensiva. Efes molto deludente, buona fase difensiva, ma in attacco si aggrappa esclusivamente alle invenzioni di Larkin e Micic e sempre allo scadere dei 24 senza aver costruito nulla, anche dovesse (molto probabile) passare il turno, non credo possano bissare la vittoria dell’anno scorso. Penso che a ranghi completi non ci sarebbe storia, e se lo meriterebbe quello spocchioso di Ataman, per l’atteggiamento di stasera e per la porcheria di due settimane fa a Belgrado…

  7. Non sottovaluterei la presenza del Poz in panchina. Il Poz è un vero valore aggiunto. In gara 1 non c’era

  8. Diciamo che tutti, a parte D&D, hanno dato tutto con buoni risultati, altrimenti non si sarebbe potuto ribaltare il pronostico; coach Ataman avrebbe potuto rendere più onore ad una squadra menomata come l’Olimpia, invece di minacciare l’atmosfera esplosiva di Istambul settimana prossima, gli auguro di dover venire qui al Forum di nuovo per dimostrare sul campo in gara 5 la forza del suo team

Comments are closed.

Next Post

La Visione del Guazz - Vi voglio bene...

Non so come spiegarlo in altro modo: vi voglio bene. Davvero. Perché Milano era morta, trapassata, stecchita, sepolta, scavata sette metri sotto terra
La Visione Del Guazz

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: