Messina: Eravamo a +11, poi abbiamo smesso di giocare

Le parole del coach biancorosso in sala stampa, dopo il ko interno con i monegaschi

Così Ettore Messina ha commentato lo stop interno con il Monaco: “La partita è cambiata quando eravamo a +11. Ero abbastanza contento del primo tempo perché avevamo contenuto i loro tiratori e costruito un buon vantaggio, pur sbagliando qualche tiro. In quel momento abbiamo smesso di giocare, con una sequela di errori superficiali e delle mancanze difensive. Poi ci siamo bloccati completamenti, subito un parziale orrendo e loro hanno vinto meritatamente”.

I problemi in attacco: “Vorrei rivedere con calma la partita e cercare di parlarne con la squadra. Abbiamo faticato molto a creare vantaggi, contro una squadra atletica”.

Stanchezza fisica? “Ci sono state, secondo me, delle cose che dovevamo fare meglio, indipendentemente dalla stanchezza e dalla poca birra

In cosa è mancato soprattutto Melli? “Ci è mancato sui rimbalzi e sulle letture in attacco. Sono state sinceramente di basso livello”.

L’occasione persa di raggiungere il secondo posto? “Non voglio ignorare il problema. Però secondi, terzi o quarti serve poi un pizzico di fortuna nel beccare la squadra più adatta a noi nei playoff e con cui ci accoppiamo meglio”.

13 thoughts on “Messina: Eravamo a +11, poi abbiamo smesso di giocare

  1. Condivido ma secondo me anche lui ci ha messo del suo. La partita è cambiata quando Monaco ha trovato il giusto quintetto ed equilibrio e noi (soprattutto lui) non siamo stati succificientemente reattivi a capire il momento e cambiare riprendendo l’inerzia. Detto questo:
    Non è il primo blackout di 7/8 minuti, direi che ci accade quasi ogni partita, magari non così evidente ma è un fenomeno ricorrente dovuto alla mancanza di un play che sappia gestire con lucidità gioco e momenti delle partite, questa sera la mancanza di Melli che riesce a migliorare e gestire qualche lettura ha sicuramente peggiorato la cosa.
    Peccato per il secondo posto alla portata, ma comunque avremo i playoff in casa ed avere EFES, con molta probabilità, aiuterà la concentrazione, anche se sarà durissima sia con loro che eventualmente con il Maccabi (meno probabile)
    Comunque è sempre forza Olimpia!!!

  2. Sconfitta meritata ma l’assenza di Nick Melli è evidentemente troppo per questa squadra. Dal +11 contro una delle più insignificanti squadre dell’EL a prenderne 20 di fila non ha razionale spiegazione. Terzo quarto senza letture difensive, sempre un giro dietro all’attacco di Monaco e, come spesso accade, se non difendiamo bene in attacco latitiamo affidandoci ahimè all’estro del singolo, dimenticando circolazione di palla per costruire tiri logici. Messina avrà il suo bel da fare a rivedere la gara e capirci qualcosa.

    Lista della spesa per l’anno prossimo (dando per scontato l’arrivo di Tonut): un play forte, un centrone grosso e cattivo, un ala con solido tiro da tre, Stavro pensaci tu

    1. @HP Monaco una delle più insignificanti squadre di EL?
      Ma scusami, capisco la delusione della sconfitta, ma perché non v’informate prima di scrivere affermazioni che non hanno senso?
      Perché non leggete?
      Perché non ti sforzi di conoscere il percorso del Monaco da quando è arrivato il nuovo allenatore? Eppure è lì, sotto gli occhi di chiunque voglia guardare.
      E non hai tempo di guardare, lo capisco, ma Messina lo ascolti? ha appena detto, prima della partita, che Monaco è la squadra più in forma del momento e ha un campione come MJ sempre pericoloso.

      Ecco cosa scrivono su Monaco, nei siti di pallacanestro, per tua informazione:
      “da quel 29 dicembre Monaco è 10/3, con sconfitte rimediate solo contro Barça e Real fuori casa, ovvero le prime due della classe, poi quella con lo Zalgiris tra le mura amiche, una distrazione che speriamo non si debba rimpiangere troppo.
      Da quando Sasa Obradovic si è seduto sul pino monegasco , 15 dicembre, il record è 11/5, qualcosa che avrebbe permesso di lottare per il fattore campo se replicato su tutta la stagione”.

      Non mi pare così insignificante come squadra…
      (ma capisco che fare la “lista della spesa” è più divertente che informarsi e ragionare).

      1. ciao Palmasco, il mio insignificante non è riferito all’ottimo percorso in EL di Monaco ma a quanto fatto vedere sul campo stasera fino al nostro +11.

  3. Se fosse vero che una squadra come la nostra dipende da un solo giocatore, seppur bravo come Melli sarei davvero molto preoccupato. A mio parere questa sera l’ha persa il coach con grande e significativo dei giocatori più esperti e carismatici (Rodriguez e Hones). Può capitare, speriamo non si ripeta nei play off.
    Concordo sulla lista della spesa ma aggiungerei qualche altro italiano forte o almeno buono (ad esempio Spissu) ed una guardia forte e di livello offensivo ma anche difensivo (un altro Shields).

  4. Monaco è un’ottima squadra con un ottimo allenatore che questa sera ha stravinto il duello con un Messina troppo nervoso fin dall’inizio.
    Detto questo fino a circa metà terzo quarto la partita era in ghiaccio ed abbiamo avuto tre occasioni per il più tredici/14 che avrebbe chiuso la partita dato anche le facce di MJ e dei giocatori del Monaco in quel momento
    Invece abbiamo fatto errori di superficialità, rinunciato a tiri aperti e abbiamo fatto rientrare in partita ed in fiducia Monaco…da lì in poi il panico, confusione totale e luce spenta e questo ad una squadra con i giocatori ed il coach di Milano non può e non deve accadere, Melli si Melli no, secondo o quarto posto, ne deve accadere.

  5. È inutile, con le squadre di mezza/alta classifica questa squadra soffre. Manca la durezza mentale che salta fuori con le squadre che i giocatori sanno benissimo vanno rispettate e non c’è abbastanza divario di talento come quello che c’è con le squadre più in basso che permette di rimediare ai vuoti mentali. Peccato. Complimenti al Monaco che ha messo insieme un bel gruppo di talento però.

  6. Concordo con molti di Voi nelle perfette disamine della partita.A mío modesto parere in parte questa volta(sono sempre dalla sua parte, però non c’è niente di male nel dire che stavolta ha toppato)il coach non ha saputo dare all’attacco soluzioni alternative.Se passi da +11 a -8 al finale del 3°quarto,eh beh nel mezzo di questa rimonta devi saper variare qualcosa (Ripeto, può sbagliare come chiunque). 2°osservazione(posso sbagliare Ed in caso attendo civili correzioni): mi è sembrato di vedere in campo Delaney per 7/8 minuti abbondanti del 4/4 Ed il Chacho in panca per lo stesso tempo.Allora,credo sia lampante la prestazione pessima(non dico scandalosa)del 23. Anche in questo caso forse sarebbe stato meglio tenere il Chacho in campo nonostante non fosse on fire al 100%. Peccato passare da 2°a 4°, forza Olimpia!

  7. ….anche se delaney ha fatto discretamente,come tutti,nel 1°tempo. Forse è già in vacanza/non ha più voglia/non ha birra…

  8. A tutti può capitare un appannamento ma contemporaneamente? Se devo trovare una colpa direi che Messina è I suoi non hanno preparato bene la partita, il piano non ha funzionato. Niente drammi vediamo come prosegue il cammino della nostra amata senza illuderci perché non saranno tutte rose, inevitabilmente ci sono anche le spine

  9. Piu che altro il guru ci dovrebbe spiegare dove e ‘ andato a prendere Grant e Daniels ,buttando nel cesso 2 visti importantissimi.Ci dovrebbe spiegare come pensava di contrastare monumenti come Montejunas con un nano(adorabile e meraviglioso ma sempre nano)e un redneck incapace come Kaleb.E per finire ci dovrebbe spiegare,e non glielo perdonero’ mai,come ha fatto a sacrificare un genio come MJ per due cialtroni come Mack e Delaney.Ma lui e’ il guru vate e nuovo Naismith.

  10. Dominio a rimbalzo del Monaco, che è squadra ottima da questo punto di vista, e l’assenza di Melli ha ingigantito il problema, già presente per la negligenza di Dinos.
    Non tratterei in ogni caso il Monaco come una squadretta, hanno battuto l’Oly pochi giorni fa, e da quando c’è Obradovic hanno un record eccellente.

Comments are closed.

Next Post

Olimpia Milano vs Monaco | Le Pagelle di RealOlimpiaMilano

Le Pagelle di Olimpia Milano vs Monaco: nel momento che conta vengono meno il Chacho e Delaney. Hines subisce nel pitturato
Olimpia Milano Monaco Pagelle

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: