Olimpia Milano vs Derthona | Palla a due alle ore 18. Le assenze di Ramondino, le scelte di Messina

E’ il giorno della finale delle Frecciarossa Final Eight 2022 di Coppa Italia. Olimpia Milano vs Derthona con palla a due alle ore 18

E’ il giorno della finale delle Frecciarossa Final Eight 2022 di Coppa Italia. Olimpia Milano vs Derthona con palla a due alle ore 18. Si gioca alla Vitifrigo Arena di Pesaro. Diretta su Raisport, Discovery+ ed Eurosport 2. Arbitrano Mazzoni, Attard e Bongiorni.

Olimpia Milano vs Derthona | I roster in campo

StatusOLIMPIA MILANOStatusBERTRAM DERTHONA
MelliMortellaro
BilighaWright
RodriguezRota
GrantCannon
BentilBaldi
DelaneyTavernelli
HinesMiljkovic
HallFilloy
AlvitiMascolo
TarczewskiSeverini
RicciSanders
DanielsDaum
MitoglouCain
Datome  ✅Macura
Shields
Moraschini
Baldasso
Kell
✅ disponibile, ❌ assente, ❓ in dubbio

Questi invece i roster credibilmente in campo, divisi ruolo per ruolo.

Le parole di Ettore Messina

OLIMPIA MILANOvsBERTRAM DERTHONA
Rodriguez, Delaney, BaldassoPGMascolo, Filloy, Wright (?)
Hall, DanielsGMacura, Tavernelli
Alviti, DatomeSFSanders, Baldi, Miljkovic
Melli, Bentil, RicciPFDaum, Severini
Hines, BilighaCCain, Cannon, Mortellaro
MessinaCOACHRamondino
(?) – giocatore in dubbio

Ettore Messina verso la conferma dei 12 visti contro Sassari e Brescia. Si conferma la squadra di élite per le gare di élite. Derthona invece ha sempre dovuto fare a meno per una contrattura del play titolare Chris Wright. Secondo quanto appreso da ROM il giocatore sarà assente anche oggi e non si è allenato con la squadra. Ma di questi tempi, non si sa mai.

Il servizio televisivo

Diretta streaming e satellitare su Discovery+ e Eurosport 2 con le voci di Mario Castelli e Andrea Meneghin. Diretta televisiva in chiaro su Rai Sport con le voci di Maurizio Fanelli e Sandro De Pol, che con Milano ha vinto la Coppa Italia del 1996.

Olimpia Milano vs Derthona | I precedenti (da olimpiamilano.com)

 L’unico risale a questa stagione con vittoria dell’Olimpia, a Milano, 72-60, con 18 punti e 13 rimbalzi di Ben Bentil, 14 punti e sei rimbalzi di Devon Hall. Fu una partita strana in cui Tortona guidava 18-4 nel primo periodo, prima che Milano rimettesse ordine nella sua gara con il 28-12 del secondo periodo. Chris Wright segnò 18 punti, 16 li firmò JP Macura. Le stesse squadre si incontreranno alla ripresa del campionato, a Casale Monferrato, campo di casa della Bertam.

La connection

Ariel Filloy ha giocato 18 gare in maglia Olimpia in due stagioni distinte, 2008/09 e 2011/12. In Nazionale, è stato allenato da Coach Ettore Messina. Sono ex anche Davide Alviti e Pippo Ricci che con Tortona hanno giocato nel 2016/17 nel campionato di Serie A2. Tyler Cain lo scorso anno ha giocato la finale di Coppa Italia con Pesaro proprio contro Milano.

9 thoughts on “Olimpia Milano vs Derthona | Palla a due alle ore 18. Le assenze di Ramondino, le scelte di Messina

  1. Contro Brescia ieri pomeriggio, in troppi dei giocatori di Milano s’erano settati troppo in basso, secondo me, in quanto a impegno da offrire.

    A me pare evidente che la maggior parte dei giocatori Olimpia, tanto più quanto più sono importanti, scelgano – per così dire – il livello d’impegno da portare in partita, partita per partita.
    Non dico che sia sempre una scelta consapevole, forse lo è soltanto a metà, e a volte indubbiamente è dettata dalle condizioni fisiche, ma se guardiamo i fatti, non riesco a liberarmi da questa impressione, che più sono esperti e talentuosi, più scelgano deliberatamente la percentuale di quanto daranno.

    Guarda per esempio Daniels contro Brescia ieri: non riusciva proprio a liberarsi per ricevere, neanche quando Milano, nel primo quarto, faceva girare la palla brillantemente. Quando poi gli è arrivato nell’angolo il tiro da 3 piedi a terra l’ha sbagliato – e quando mai potrebbe sbagliare quel tiro lì?
    Nervosismo perché al livello d’impegno che aveva scelto, non riusciva a farsi trovare disponibile allo scarico?
    Infatti non è più tornato.

    E Delaney? Ieri confuso e pasticcione, come gli succede quando gioca sotto un certo livello d’impegno, e poco preciso. Di conseguenza ben più nervoso in campo, e impegnato in conversazioni perdenti con gli arbitri, più di quanto non faccia normalmente, che non aiuta gli arbitri a fare il proprio lavoro, e lui ad essere rispettato da loro.

    E Melli? Anche lui poco disposto a dare più di tanto. Non che quello che ha dato sia poco, ma in attacco quanto ha risparmiato quelle belle gambe? Tutti i tiri che ha sbagliato, finiti tutti sul primo ferro, ovvero tirati senza spinta di gambe…

    Per fortuna poi arriva il Chacho, uno di quei pochi che può vincere le partite da solo, magari con un piccolo aiuto dal suo amico Kyle.
    E il solito contributo molto, molto sostanzioso di Hall (per me tutta la vita meglio di Punter, sa fare molte più cose e… non sbaglia mai i tiri finali).

    Voglio dire che Milano sembra aver fatto fatica ieri contro Brescia, perché molti dei suoi uomini importanti hanno giocato col freno a mano tirato.
    Credo che questo pomeriggio contro Derthona tutti sentano invece l’importanza di dare tutto quello che hanno da subito, e penso che lo vedremo in campo.
    Macura e compagni dovranno fare una partita davvero mostruosa se vorranno vincere, e anche se riuscissero a fare davvero quel tipo di gara, come gli auguro per lo spettacolo e per la freschezza della loro impresa fin qui, Milano può avere un giocatore risolutivo in campo per ogni quarto, e anche per ogni metà quarto, se è per questo.

    Mi piacerebbe che la vincessimo in attacco, con gioco aperto, ma penso che la vinceremo in difesa a ritmi lenti.
    Alla fine è un trofeo che ci piacerebbe davvero portare a casa.

    P.S. un saluto e un ringraziamento a Tom Sawyer che una decina di giorni fa mi ha incitato nei commenti: grazie!

    1. Il commento su Punter è quello da sottolineare secondo me: Punter era un attaccante favoloso ma che per metà stagione circa ha fatto fatica, e senza quella dimensione non è decisivo. Hall può mettere letteralmente UN canestro e, com’è e come non è, è quello decisivo.

      1. Si, è da sottolineare per l’ingenerosità di considerare Punter come quello che…….sbaglia (ogni riferimento sarà puramente voluto immagino) l’ultimo tiro; e dico ciò senza nulla togliere ad Hall, che è encomiabile per impegno ed efficacia

      2. Ho letto di corsa e mi ero perso il commento sul tiro finale: concordo che non ha senso. Il resto per rimane, pur ovviamente dovendo tantissimo a Punter per la straordinaria stagione eh

    2. Assolutamente d’accordo con i tuoi dubbi. I professionisti seri sanno che non possono giocare tutte le partite al 100% e l’Eurolega rappresenta il massimo delle loro aspettative per cui nelle altre competizioni locali si distribuiscono neanche troppo velatamente anche per evitare infortuni quanto basta per portare a casa il risultato ed io credo che sia un ragionamento corretto. Messina lo sa benissimo e preferisce farli giocare a basso regime e puntando sulla difesa, inutile aspettarsi bel gioco e spettacolo, quello è riservato all’Eurolega la competizione più importante e l’unica che conti veramente.

  2. Tortona è quella sorpresa che personalmente ti aspetti, a oggi sono la vera squadra rivelazione della stagione con un basket che osservato da appassionato super partes (che non sono) è il più bello proposto, anche più di Brescia. In gara secca può accadere di tutto, ma Messina non cadrà nelle medesime steccate nelle quali per due volte è accaduto a Scariolo, e soprattutto c’è una cosa che fa Milano e che ieri Bologna non ha veramente mai fatto: prima di tutto difende poi al massimo segna. Ma solamente poi. E per Macura Mascolo e soci non sarà semplice fare una partita anche solo simile a quella disputata contro Bologna.

  3. Secondo me i diversi livelli mentali di impegno non possono essere invocati in una competizione fatta di tre-partite-tre, dove se perdi sei fuori.
    Un po’ di sana difficoltà, invece, dovuta ad un’avversaria comunque in buona forma e ad una gara “troppo” da mani addosso, circostanza che penalizza sempre la squadra più forte.
    Oggi sarà un’altra storia perché loro sono lanciati ed hanno davvero poco da perdere. Tirano bene dal perimetro pertanto sarà necessario difendere bene sul perimetro e dare la palla sotto in attacco. Ma non sarà facile per nulla. Oggi terrei i soliti, Daniels compreso (serviranno punti).

  4. Ieri Tortona ha fatto una partita veramente solida. Pensavo all’inizio che sarebbe stata massacrata nel pitturato, invece con dedizione hanno lasciato il tiro da sotto e non si sono scoperti per non mettere in ritmo Beli e soci ed è stata una mossa vincente.

    Grande gara ma contro una squadra senza difesa che subiva di tutto. Non credo che oggi troveranno lo stesso spazio e sotto le plance mi sono sembrati un pochino deboli.

    Se la scelta è Hall o Punter credo che per l’idea di squadra di Messina e per gli equilibri sia più funzionale (non dico più forte) Hall.

  5. Bella squadra Brescia e bella squadra Tortona…….anche in LBA qualcosa si muove. Da tenere d’occhio quel Makura che profuma di Olimpia anni ’80; non ripeteranno la prova contro la Virtus? Chissà……li ho visti molto in palla, aggressivi, adrenalinici, cose che potrebbero anche replicare tra poco, essendo occasione più unica che rara (perlomeno ad oggi), quindi attenzione e superfocused

Comments are closed.

Next Post

Ettore Messina da 6 su 6: non ha mai perso una finale alle Final Eight

Olimpia Milano supera la Germani Brescia, conquistando la finale numero quattro da quando la Coppa Italia si assegna con la Final Eight

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: