L’Olimpia ritrova la difesa: decimo successo in LBA a Brindisi

I biancorossi continuano la loro corsa senza macchia in campionato, dominando il secondo tempo al PalaPentassuglia

L’Olimpia Milano torna nel ‘giardino di casa’ e ritrova il sorriso. La squadra di Ettore Messina, dopo 21 punti subiti in primo quarto difficilissimo, lascia l’Happy Casa Brindisi a soli 32 punti nei 30 minuti successivi e si prende la vittoria (79-53) al PalaPentassuglia. È il decimo successo su dieci gare giocate in Serie A, con la difesa grande protagonista, in particolare su tanto temuto Nick Perkins, ma anche ritrovando una buona vena offensiva nella ripresa. Delaney, Hall e Rodriguez sono in primo piano in attacco, in una gara dove arriva un’altra prova di energia e sostanza di Bentil.

Brindisi vs Olimpia Milano | La partita

Messina decide per la squadra ‘da big match’ ed esclude Grant e Daniels per turnover, ma l’avvio è da incubo per i biancorossi: ancora i tiri da tre subiti, ben cinque in cinque minuti, lanciano i padroni di casa anche a +12. L’AX non fa mai canestro, escluse un paio di iniziative di Rodriguez, ma cambia decisamente marcia in difesa nel secondo quarto. L’Happy Casa non segna punti per sei minuti, due triple di Hall e qualche giocata di Bentil riportano in parità la squadra di Messina, con anche un paio di sorpassi firmati da Melli. Pur senza essere molto brillante in attacco.

La squadra di Messina sale di tono anche in attacco, al ritorno dagli spogliatoi: si sblocca finalmente Shields, Delaney guida con costrutto la squadra e, con le due giocate ancora dell’ottimo neo acquisto, arriva la doppia cifra di vantaggio (35-47 al 28’). Un paio di azioni di Chappell ridanno un po’ fiato al PalaPentassuglia, ma la tripla di Ricci riporta l’Olimpia al massimo vantaggio del match. Per dare la botta definitiva alla partita, sale in cattedra Rodriguez: sei punti in fila, poi c’è Hall a chiuderla con la tripla del +20. Poi c’è tempo per i primi punti milanesi di Baldasso.

Brindisi vs Olimpia Milano | Il tabellino

HAPPY CASA BRINDISI-AX ARMANI EXCHANGE MILANO 53-79 (21-9, 27-27, 40-49)

Clicca qui per il tabellino del match

Olimpia Milano calendario | I prossimi appuntamenti

I biancorossi giocheranno venerdì in Eurolega (ore 20) sul campo del Monaco, mentre il ritorno al Mediolanum Forum è previsto per domenica prossima (ore 17.30) contro la Germani Brescia.

29 thoughts on “L’Olimpia ritrova la difesa: decimo successo in LBA a Brindisi

  1. Buona partita (a parte il primo quarto). Minutaggi piuttosto discutibili.

  2. Inutile prova di forza, buona forse per il morale dei ragazzi. L’EL ed i suoi demoni (la striscia zero-quattro) ci attendono al varco.
    Speriamo di non arrivarci troppo scarichi.

  3. Godo questa meritatissima vittoria ✌ e spero che con questo possano essere zittite le cornacchie e gli avvoltoi (almeno per un po, gli ultimi tempi sono diventate insopportabili)

    1. @Orlandoilrosso: mi dici a che serve tutto questo? Vittoria inutile, se non per il morale dei ragazzi (come ha scritto qualcun altro). Godi pure, se ti fa piacere. Io sono sempre più preoccupato per la gestione dei giocatori. Sinceramente: credi davvero che con Grant, Daniels, Alviti (e magari pure Baldasso) fuori fa ogni tipo di rotazione si riesca ad arrivare in fondo alla stagione? So che son sempre i soliti discorsi ma io davvero jon riesco a fare un atto di fede e sperare di vincere qualcosa. Non dono arrabbiato, solo senza speranze.

      1. Abbi fede ci sentiamo a fine stagione e sarai entusiasta in fondo in EL siamo 8W e 5L la tragedia o teatrino fatto da alcuni nei giorni scorsi non è la nostra realtà di squadra. Ti leggo perché sei sempre equilibrato ma a mio parere un pochino troppo pessimista.

      2. La realtà è quella tua come quando scrivevi a febbraio 2021 che a giugno 2021 avremmo demolito la Virtus Bologna ahahaha

  4. Perdere, magari male, la quinta di fila poteva essere poco simpatico … d’altronde è difficile pensare di giocare senza Hines e con il solo Biligha vero centro …. Alla fine a parte il primo quarto la partita è stata sempre in controllo e il quarto quarto una pura formalità … poche energie – specie quelle mentali – spese. E altri minuti a Big Ben che mi pare abbia approcciato bene la nuova avventura … oggi 7 rimbalzi ( migliore) e 10 punti (terzo marcatore con minor minutaggio dei primi due) … mi è piaciuto anche Baldasso che ha mostrato faccia tosta e iniziativa pur nei pochissimi minuti in campo …

    1. Come puoi anche solo affermare che Baldasso ha mostrato una faccia tosta e iniziativa quando ha appena giocato un solo minuto.

      1. Si è preso un tiro da tre senza tanto pensarci su è un fallo con due tiri rompendo un raddoppio … tutto in un minuto … appunto.

      2. Dimentichi un piccolo ma significante dettaglio: il tutto a partita ampiamente chiusa come si suol dire in questi casi nel garbace time..

  5. Vincere fa bene alla testa che in questo periodo è più importante. Poi era una partita contro una squadra di vertice ed a casa loro quindi notevole prova. Se migliorano i meccanismi si ridurranno le fatiche in futuro per giocare ad alto livello. Determinante sarà Shields.
    Lo scorso anno si sarebbe arrivati stanchi allo stesso modo anche se i titolari avessero giocato qualcosa di meno durante l’anno. Era una stanchezza assoluta, non relativa a fronte di una freschezza straordinaria della Virtus. Basta poco per creare un divario enorme nel basket.

    1. E comunque la prossima sarà venerdì … meglio recuperare con il morale messo meglio e qualche certezza in più che passare 5 giorni a lavorare dopo la prima sconfitta in campionato e quinta consecutiva … la stanchezza spesso è mentale più che fisica e in una stagione di 85/90 partite è il peggior nemico …

  6. @Piero: ma dove le prendi queste informazioni così confortanti? Io davvero vorrei trovarle, per convincermi che non stiamo nuovamente mandando a rane un altro scudetto. Perché ci sarà ancora qualcuno con più “freschezza relativa” se continueremo così.

    Impensabile fare una stagione con soli 10 giocatori 10.

    1. Non è un problema di quanti giocatori ma del funzionamento a minor richiesta energetica il determinante. Se i meccanismi sono energivori oltre a richiedere di più richiedono più giocatori sicuramente, ma come vediamo, inserirli e tutti allo stesso livello è quasi impossibile. Quando un meccanismo funziona consuma poco e permette di inserire anche comprimari. E solo così ritengo si possa primeggiare, o almeno competere. Poi a Milano è tutto tremendamente complicato anche per i media. Una squadra di Milano, vedi il calcio, ha dei doveri.

  7. Se Big Ben mantiene questo standard al rientro di Dinos li vedremo insieme come lo scorso anno … 5 & 4. … e le rotazioni si allungheranno … come si allungheranno se dovesse rientrare Moraschini … siamo a nemmeno metà stagione … wait and see.

  8. SVEGLIAAAA! E sveglia c’è stata dopo il primo quarto, annientata Brindisi con il pezzo forte della casa: la difesa, che, alzando il volume, come spesso accade, aiuta l’attacco (che certo non sembrava in gran spolvero) a riprendersi e con un attacco dignitoso ed una difesa, finalmente, arcigna, abbiamo seppellito Brindisi……vittoria che aiuta, ma che ovviamente non cancella le preoccupazioni

  9. Questa litania sui minutaggi è insopportabile. Si perde e ci si lamenta, si vince bene e ci si lamenta.
    Non possono stare mesi in cristalleria ed uscire a maggio belli riposati…non funziona cosi. Guardate i minutaggi delle squadre dell’eurolega , guardate nell’Efes in quanti e quanto giocano.

    Oggi è domenica e giocano venerdì prossimo sono professionisti ed al massimo hanno 35 anni non 70.

    1. Stending ovescion!!
      Che poi volevo vedere giocare venerdì dopo aver preso magari 15 punti a Brindisi … e come ci arrivavamo … l’aspetto mentale è fondamentale … Hall veniva da delle partite poco brillanti e oggi … bam! … venerdì arriverà bello carico e in fiducia … e io invece lo avrei fatto riposare … ma tra me e Messina di sono (almeno) 6 gradi di separazione nella comprensione della pallacanestro …

  10. Si è visto li scorso anno, come è finita. Stagione fatta con 8-9 fedelissimi e poi, ciccia.
    Contenti voi…
    So che sono professionisti, che non si può stare a riposare e vincere poi le gare importanti. Ma se non hai cambi buoni, utili, finisce che giochi in dieci TUTTA LA STAGIONE. Non mi sembra un buon programma.
    Vedremo alla fine. Ma sia chiaro: non è che godo se non vinciamo. Piuttosto mi ina22o se perdiamo!

    1. Con il rientro di Dinos e penso di Moraschini e con questo Big Ben avremo di nuovo delle belle rotazioni … specie in EL … chissà poi che pure Kaleb con accanto un giocatore strutturato non ritrovi un minimo di verve … troppo ottimista? Preferisco macerarmi nell’ottimismo che dilaniarmi nel pessimismo … 🥸

    2. in fin dei conti lo scorso anno in Italia si è arrivati in finale contro un squadra in particolare condizione psico/fisica ma che aveva fatto poco o nulla fino ad allora ed a Milano questo non è possibile. In primis da parte di chi commenta qua. Poi ha pesato tremendamente il modo in cui si è persa la semifinale. Si fosse vinta e magari persa la finale di euroleague sarebbe stata un’altra storia e forse si sarebbe vinto anche in Italia.

      1. @Piero ti sbagli perché per alcuni che commentano qui tra cui il sottoscritto sono più importanti i play-off che arrivare primi nella stagione regolare. Infatti l’anno scorso la Virtus Bologna fece una regular season appena decente per poi dominare i play-off senza perdere mai e umiliandoci in finale. Molti qui dimenticano troppo facilmente che vincere la stagione regolare non da nessun premio e che lo scudetto si assegna ai play-off.

    3. @Wmoon hai perfettamente ragione perché anche per me sono più importati come dice il grande Mourinho i titoli piuttosto che le singole partite che saranno effimere a se stesse e buone solo per le statistiche se non porti nulla a casa a fine stagione.

  11. Discreta partita fatta da un pessimo primo quarto, uno scarso secondo quarto e un buon secondo tempo.
    Gli altri problemi di roster restano anche se forse con il rientro di Mitrò(però a febbraio/marzo) le rotazioni ali/centri potrebbero essere migliori.
    Purtroppo a livello di esterni le rotazioni sono troppo corte, tocca sperare in un veloce rientro di Morasca (magari con un poco più di grinta rispetto ad inizio stagione) e in un miglioramento di Daniels che però deve crescere molto per essere preso in considerazione, anche se forse qualche minuto di più in campo contribuirebbe a dargli più fiducia e ritmo partita.
    Al momento il roster è troppo corto e con poche soluzioni decisive a livello di EL
    Speriamo che il nuovo ingresso, dei rientri ed una crescita di qualche giocatore (magari anche italiano) possa cambiare la situazione, ma ci vorrà tempo.
    Speriamo in un’evoluzione positiva che ci faccia godere di una stagione soddisfacente in EL e vincente in Italia
    Sempre forza Olimpia!!

  12. Ci voleva la vittoria dopo la brutta sconfitta di venerdì a Berlino. Il primo quarto ricordava sinistramente la prestazione di 2 giorni prima, ma dal secondo quarto in avanti la difesa è salita di tono e per Brindisi non c’è stato più nulla da fare.

    Bentil sembrerebbe un acquisto azzeccato, ha caratteristiche per cui può risultare utile alla squadra anche con il rientro di Mito, queste prima due apparizioni hanno laciato impressioni positive, vediamo come prosegue.

    Siamo un pò corti tra i piccoli, è necessario che almeno uno tra Grant e Daniels riesca a dare qualcosa alla squadra.

    L’Eurolega è una competizione molto complicata, la sconfitta è sempre dietro l’angolo nel momento in cui non si è al 100%, l’Olimpia dopo una partenza sprint è attualmente un pò in calo quindi avanti così, con fiducia, partita dopo partita.

  13. Chi ha detto che vincere la stagione regolare sia più importante dei PO? Però meglio vincere entrambe o essere il più avanti possibile nella griglia PO. Poi si può pescare il jolly nei PO ma non succede sempre. Perché castrarsi se si va bene solo per non vincere? Riuscire bene in Eurolega è determinante e per farlo occorre essere molto esigenti.

Comments are closed.

Next Post

Brindisi vs Olimpia Milano | Il tabellino di un dominio difensivo

Il tabellino della vittoria biancorossa al PalaPentassuglia: Hall miglior marcatore, altra prova solida per Bentil

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: