Vince la Virtus, con solidità. Domenica troverà AleGent

Si è appena chiusa la prima giornata del campionato di LBA Serie A UnipolSai. Vince la Virtus Bologna, in stile Olimpia

Si è appena chiusa la prima giornata del campionato di LBA Serie A UnipolSai. Vince la Virtus Bologna, con un canovaccio molto simile alla squadra di Ettore Messina. Brilla la giornata di Alessandro Gentile, decisivo anche il fratello Stefano contro Pesaro.

GEVI NAPOLI BASKET-AX ARMANI EXCHANGE MILANO 63-73

Olimpia Milano sempre al comando nell’opening game della stagione. Napoli ha il merito di non uscire mai dalla gara, prima della chiusura di Datome e Mitoglou nel finale. Ancora 0 punti per Jason Rich in casa Napoli, con Pino Sacripanti che ne ha 17 da Parks con un ottimo avvio di Pierpaolo Marini, 10 alla fine. Per Milano doppia doppia di Dinos Mitoglou, 10+10, miglior marcatore Shields con 13 ma anche 6 stoppate subite.

ALLIANZ PALLACANESTRO TRIESTE-HAPPY CASA BRINDISI 84-82

Gara punto a punto, che si decide solo in OT, dove sul -3 Adrian va in panchina con poco più di un secondo con tre liberi. Sbaglia il secondo, e allora è festa per Marcos Delia che firma tutte le giocate chiave. Ko all’esordio Vitucci.

OPENJOBMETIS VARESE-GERMANI BRESCIA 75-72

Alessandro Gentile si presenta con numeri pazzeschi in una gara che nel finale presenta un menù vario. La persa di Beane per Egbunu è un delitto, e alla fine Gabriel ha il tiro per l’overtime. Vince Varese, senza Kell. E non è cosa da poco. Brescia, questa volta, fallisce l’approccio alla gara, e perde Petrucelli.

BANCO DI SARDEGNA SASSARI-CARPEGNA PROSCIUTTO PESARO 75-73

Pesaro c’è, in attesa dell’ultimo acquisto. Non sono Demetrio e Pacheco a fare le fortune di Petrovic, ma Sanford e Tambone. Sassari colpisce con Mekowulu e la chiude dalla lunetta con Stefano Gentile.

FORTITUDO KIGILI BOLOGNA-UNAHOTELS REGGIO EMILIA 80-81

Gara vera ed equilibrata, con la Fortitudo che ha anche il tiro della vittoria con Gudmunsson. Nel dopogara, a sorpresa, si dimette Jasmin Repesa. E la società si definisce “stupita”. 18 di Olisevicius in casa Reggio.

BERTRAM DERTHONA-NUTRIBULLET TREVISO

30-18 nel terzo quarto, e Treviso se ne va. Cambiano i protagonisti, ma le sfuriate della squadra di Menetti restano identiche, stagione dopo stagione. Derthona non si rialza più. 28 di Tomas Dimsa.

UMANA REYER VENEZIA-VANOLI CREMONA

Non c’è gara tra Venezia e Cremona, con i padroni di casa che fuggono con i 15 di Sanders e Brooks. Per Cremona occhio ai 15 di Spagnolo con 3 assist.

DOLOMITI ENERGIA TRENTO-VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA

Virtus sempre al comando dalla palla a due, capace di volare sino al +22 del terzo quarto. I campioni d’Italia paiono solidi, solidissime, anche se Trento riesce a rientrare sino al -10 nell’ultima frazione. Si ferma Awudu Abass.

PROSSIMO TURNO

Sabato: Treviso-Venezia, Brindisi-Sassari

Domenica: Brescia-Tortona, Milano-Trento, Virtus-Varese, Cremona-Fortitudo, Reggio-Napoli, Pesaro-Trieste

6 thoughts on “Vince la Virtus, con solidità. Domenica troverà AleGent

  1. Virtus impressionante, senza forzare tritura lentamente Trento, funziona tutto molto bene con naturalezza e semplicità

  2. O la Virtus è forte forte o è partita forte. Eppure io propendo per la partenza lanciata.

  3. La Virtus oggi ha due marce in più di MIlano e non si possono paragonare le prestazioni che sono distanti anni luce. Bologna ha fatto 102 punti a Trento dominando la partita con gli italiani e giocando senza play e pivot titolari. Ripeto, dominando con gli italiani. Milano ha per l’ennesima partita 4 italiani che non producono nulla (3 punti in 4). Nel fondamentale ruolo di play poi siamo in alto mare. Ad oggi la virtus se gioca 10 volte con Milano non perde mai e poi mai. Milano ha assoluta necessità che i suoi italiani producano, non è possibile che Moraschini, Biligha, Alviti e Ricci non diano niente, altrimenti anche quest’anno lo scudetto resta a Bologna e Messina diventa il primo coach dell’era Armani che non riesce a vincerlo. Un record.

    1. Perfettamente d’accordo con te però ti faccio presente che Alviti e Biligha per dare qualcosa li devi far giocare cosa che contro Napoli una neopromossa non è avvenuto. Diverso il discorso su Moraschini e Ricci che sono stati deludenti.

    2. Finché la Virtus non parteciperà all’Eurolega pur avendo un budget da medio/alta EL avrà sempre un vantaggio su di noi in campionato.
      Quando sarà il momento se riusciranno ancora a far produrre così gli italiani e a non stare nel fondo della classifica di Eurolega vorrà dire che sono più bravi di noi in assoluto.
      Oggi sono più bravi nell’ottenere certi risultati, ma non alle stesse condizioni

  4. Tutto va ben madama la marchesa. I lavori in corso non interessano a chi ha già deciso di affossare l’Olimpia .

Comments are closed.

Next Post

Buongiorno Olimpia | Parte l'EuroLeague, ma importa ancora a qualcuno?

Immagini, che qualcuno ha provato a banalizzare, e che tanti altri hanno dimenticato sull’altare di uno 0-4 con la Virtus Bologna
Buongiorno Olimpia

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: