Messina: Una brutta gara, ora al lavoro per raggiungere i playoff

Le parole del coach biancorosso, dopo la sconfitta nel big match del Mediolanum Forum

Così Ettore Messina ha commentato la netta sconfitta interna con il Barcellona: “Loro hanno imposto la loro difesa atletica e noi abbiamo giocato una brutta gara. Non c’è molto altro da dire. Dobbiamo tornare al lavoro, per raggiungere il nostro obiettivo, cioè i playoff“.

Le differenze rispetto all’andata: “Erano momenti diversi. Stiamo parlando di due squadre che sono cresciute molto, evidentemente loro più di noi“. 

L’analisi del match: “Noi abbiamo avuto grande problema ad affrontare i cambi, non siamo riusciti a trovare canali per penetrare e servire i tiratori e, quando l’abbiamo fatto, abbiamo anche tirato male. Diciassette palle perse ed il 13% da 3 sono dati tristi“. 

Problema di tensione? “Sinceramente non credo. Noi sinora abbiamo fatto bene, però sappiamo chi siamo, dove siamo e cosa c’è ancora da fare per essere stabilmente al secondo posto. Non penso ci siano state ansie da prestazioni. Poi magari mi sbaglio“. 

Il Barcellona più forte in generale? “Se saremo ancora in condizione di valutare la distanza con loro, sarà una bella notizia. Perché sarà o ai playoff o alle Final Four. Adesso consentimi di vedere la situazione con sano realismo, abbiamo bisogno di vincere nelle prossime partite e non sarà facile“.

L’assenza di Delaney ha pesato? “Per forza, per tutta una serie di motivi. Però è anche vero che ci auguriamo di avere al più presto il vero Delaney, che abbiamo visto solo in alcune occasioni ad inizio stagione, quando stava bene fisicamente. Speriamo di ritrovarlo per la fase decisiva della stagione“. 

11 thoughts on “Messina: Una brutta gara, ora al lavoro per raggiungere i playoff

  1. Perfetta l’analisi di Messina, secondo me – e non starebbe a me dirlo!
    Loro hanno fatto una splendida partita in difesa, rendendoci faticoso quasi ogni possesso.
    Noi abbiamo buttato via malamente quei possessi che invece eravamo riusciti concludere con ottimi tiri, soprattutto da 3.
    Purtroppo i tiri non sono entrati, aggiungerei inspiegabilmente: non erano contestati, e sono stati Punter, Datome, Shields e LeDay a sbagliarli.
    Un 2/15 che non ci appartiene.
    E non si tratta solo della differenza punti che ci avrebbe potuto dare un 7/15, ben dentro le nostre possibilità abituali, ovvero 14 punti in più, ma il tempo in cui quei punti sarebbero venuti, e la difficoltà aggiuntiva che avrebbero creato alla difesa.

    Comunque niente da dire, Barcellona ha vinto con merito, noi abbiamo perso con demerito, ma questa non era la nostra partita.
    Era difficile ed irrilevante, nel senso che vincerla sarebbe stata un’impresa, e perderla non cambia niente.
    È la prima volta che giochiamo male.

    1. Ho sbagliato, i punti di differenza sulle percentuali da 2 sarebbero stati solo 10, comunque non abbiamo perso solo per quello.
      Anche il 38% da 2 influisce pesantemente, e molti erano facili, anche lì.
      Penso per esempio a quelli di Hines, o a quelli di Punter.
      Vabbeh.

    2. Un 2/15 che è totalmente merito del Barca: non ci sono mai stati buoni tiri perchè il contesto della partita non lo è mai stato dall’inizio, quando loro ci hanno tolto totalmente il nostro ritmo partita, per cui anche quelli che sembravano buoni tiri erano frutto di un gioco non fluido

  2. E devono ancora inserire un certo Gasol !! Sono assolutamente i favoriti

    1. Già.
      A proposito di inserimenti, ho appena letto su EuroDevotion grandi complimenti per Evans, “giocatore d’energia che sarà molto utile a Milano”. (qui l’articolo completo https://eurodevotion.com/2021/03/19/milano-barcellona/).
      A me non pare affatto.
      Non è lui che farà fare il salto alla nostra squadra, secondo me.
      Ha qualche momento spettacolare, ok, ma appunto: mi pare che giochi piuttosto per quello che per la concretezza, si muove un po’ a caso e in attacco mi pare un fantasma anche lui, purtroppo.
      Ha fatto 8 punti, vero, ma sono venuti da un tirello da 3 che non è proprio il suo, figlio di un assist stupendo di Rodriguez, e ancora da un alley hoop del Chacho.
      Resto molto perplesso.

      1. Geremia è un discreto giocatore. Non avrà certo la classe di Gasol ma ha il peso per contrastare,soprattutto difensivamente, i 4 avversari. Positiva la garra che ci mette. È chiaro che non sarà il giocatore che ci farà svoltare. Stasera il Barca ha fatto un partitone chiudendo tutto. Sono stati bravi. Mi hanno impressionato molto più che in altre partite. Se terranno questo livello d’ora in avanti, purtroppo non vedo competitor. E aspettano Pau. L’unica speranza è che ci mettano qualche partita ad amalgamarlo.

      2. Il “salto”, come squadra, l’abbiamo già fatto in questa stagione.
        La distanza dal Barcellona è evidente e secondo me lo è anche dall’Efes. Ma siamo li e ce la giochiamo!

      3. E’ sembrato comunque stare nel campo in modo proattivo, a differenza del Tarc, che infatti il campo non lo sta più vedendo

  3. Peccato, ci speravo ma la realtà dice che il Barcellona ad oggi è troppo per noi. Complimenti ai catalani, sono una squadra completa, tosta e dotata di un QI cestistico superiore che ha giocato una gara quasi perfetta. Noi abbiamo faticato in difesa pur contenendo i loro attacchi ma davanti abbiamo sbagliato davvero troppo sia da tre che da due, sia tiri complicati che ben costruiti. Una serata storta ci può stare, soprattutto contro una difesa super, andiamo avanti sereni per la nostra strada, una buona posizione per le F8 è alla nostra portata.

  4. Signori, per battagliare contro la top d’europa ripassare l’anno prossimo; ragazzi, che lezione, che ripassata, inarrivabili: l’acquisto di Calathes la ciliegina sulla torta, non vi sto a dire di Pau Gasol per i PO, mamma mia! Speriamo di finire nella parte opposta della griglia o so’ cazzi…..impressionanti

Comments are closed.

Next Post

Olimpia Milano vs Barcellona | Le Pagelle di RealOlimpiaMilano

Punter non vede mai il canestro, al Chacho non concedono un centimetro, piace Evans, solo Shields in doppia cifra: le pagelle di ROM
Olimpia Milano Barcellona

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Cade l’Efes, Ataman si infuria: Olimpia Milano terza in classifica

Si è appena chiuso il trentesimo round di EuroLeague. Importante successo del Bayern Monaco, che supera l’Efes

Chiudi