Cska vs Olimpia Milano | Le Pagelle di RealOlimpiaMilano

Kevin Punter è decisivo ogni volta che prende la palla in mano, LeDay ci mette gli attributi, Hines resta vecchio e basso: le pagelle di ROM

Punter 10 – 32 punti, 4/7 da 2, 5/9 da 3, 9/9 ai liberi. Le giocate chiave nel primo, secondo, terzo, quarto quarto, nel dopogara, quando sale sul pullman, quando spala la neve per farlo partire, quando arriva in albergo, quando mette a dormire i compagni. Ma che giocatore è?

La cronaca della partita

LeDay 8 – Fermo da metà febbraio regala 23’ di grinta con 12 punti, 5/9 da 2 e 3 rimbalzi.

Micov 6 – Con un jumper spiega a James cosa sia il basket. Poi finisce lì, ma tanto basta…

Moraschini ne

Roll 7 – E’ il play improvvisato dell’impresa di Mosca. Ha poco tempo per il tiro, ma è simbolo per impegno del cuore di questa squadra.

Rodriguez 7 – Guida i suoi con 4 assist nel primo quarto, poi litiga un po’ al tiro ma resta riferimento: 7 punti, 3 rimbalzi e 6 assist.

Le parole di Ettore Messina

Tarczewski ne

Shields 8 – Il solito killer, che in difesa lotta fino alla fine, che mette le mani quando conta. 14 punti, 4/8 da 2, 2/3 da 3, 3 rimbalzi, 2 assist.

Brooks 6 – Fa a schiaffi. 16’ di qualche passaggio a vuoto a rimbalzo, ma la volontà c’è.

Evans 6 – Spunta su un rimbalzo chiave. Meglio di niente in 8’.

Hines 10 – E’ basso, vecchio e scarso. Poi firma 7 punti, 6 rimbalzi, 5 assist e 2 stoppate che Bolomboy si sognerà fino a domani, dopodomani, e il giorno dopo ancora. Un’enciclopedia che dimostra come, spesso, il diritto di espressione sia concetto sopravvalutato e sovraesposto.

Datome 6.5 – Non è la sua gara, quindi la tripla del +15 di fine primo tempo, e 5 rimbalzi, dimostrano i suoi valori.

Coach Messina 9 – Dopo otto anni l’Olimpia Milano mette le mani sui playoff. Il tutto con una squadra di valori, capace di aggredire le partite, leggerle, tenersele in mano, infine prendersele nei momenti chiave. Una squadra. Un coach. La squadra. Il coach.

Ps. Arbitri 2 – Una presa in giro lunga 40′.

35 thoughts on “Cska vs Olimpia Milano | Le Pagelle di RealOlimpiaMilano

  1. Tutto perfetto una partita in attacco nel primo quarto, il resto a difendere il vantaggio.
    Brooks non da 6, partita incredibile, anche se potevamo fare meglio.
    Importantissimo l’ONNIPOTENTE E ONNIPRESENTE Kile Hines

  2. E 10 anche a Maggi, finalmente, che assegna i voti che tutti avremmo assegnato, in questa notte rapida e veloce!
    Darei anche un bel 8 a Mike James per il contributo che ci ha dato in difesa.
    Senza di lui molti dei nostri canestri non ci sarebbero stati!

  3. Signori, Punter mi sembra persino troppo bravo per rimanere in Europa, teniamocelo stretto, bravo e con le palle: non ha mai paura di fare scelte che peraltro poi si dimostrano quasi sempre azzeccate, un gigante anche a sopportare il pressing avversario, Maggi ci aveva visto giusto.
    Dev’essere frustrante se sei un centro, hai tutto: kg, atletismo, presenza in campo, prendi la palla, vai per divellere il ferro e……dal nulla……sbuca, non si sa bene da dove, la manona del nostro gigante nano: Mr Kyle Hines!! Eccezionale una volta di più, come anche incredibile in supporto, se non proprio in regia, e quanti minuti ha giocato: 34 e non sentirli.
    Menzione anche per Roll e il rientrante(come se nulla fosse) LeDay, Shields sul suo standard(elevato), importante contributo di Brooks

      1. Ti ricordo che il soggetto di questo blog è l’Olimpia Milano, non i poveracci come te e i tuoi amici

      2. Come ti rode male, bellezza, malissimo.
        Dev’essere dura. Ora vai a dormire, domani è un altro giorno.
        Vedrai.

  4. Shields e LeDay ma che forti sono! Punter gia’ dal video in pre-gara era concetratissimo e supergasato, Hines ha stoppato anche uno che schiacciava, gli altri hanno fatto tutto quello che Messina ha chiesto loro….
    Grandi, grandissimi.

  5. Senza LeDay sta partita non la si vinceva secondo me, rientro fondamentale. Di Punter avete detto tutto, aggiungo che sentirlo umile nelle interviste mi fa pensare che siamo solo all’inizio…

  6. Una squadra di uomini formidabili, condotti in panca da uno staff vincente e supportati da una equipe di prim’ordine con un proprietario generoso e competente. Cosa si può volere di più?

      1. Vero, cazzarola…. la prossima ad urlare per il primo posto contro il Barca… mannaggia!

  7. Peccato, davvero, non poter abbracciare questa squadra con il calore del forum!
    Un capolavoro assoluto! E possiamo permetterci un Tarczewsky in panca per tutta la gara!

  8. Cmq nei playoff sarà durissima…le prime 8 sono tutte sullo stesso livello, forse la più abbordabile è lo zenit, che però…se ne vince due di fila si ritrova 4°. L’unica una spanna superiore è il barcellona.

    1. e penso che anche il CSKA se giocasse di squadra sarebbe fortissimo. è che anche stasera hanno giocato malissimo e sempre 1 vs 5 e sono arrivati praticamente a -6. Se James invece di tirare a caso da 9 metri giocasse con gli altri…sarebbero al pari livello del barcellona.

  9. Mi permetto di suggerire un 8 pieno a Michael Roll che da tre partite si è inventato play, portatore di palla, difensore e giocatore da 22 minuti dimenticando quasi di poter tirare con buone percentuali. Complimenti a lui che ha saputo mettersi al servizio della squadra come la squadra richiedeva, complimenti a Messina che ha saputo costruire un team di uomini dove nessuno può brillare se non grazie alla luce che i compagni accendono a turno su di lui (e l’intervista di Punter a fine partita ne è la testimonianza più sincera)

  10. Io penso solo che noi tifosi dell’Olimpia dovremmo solo ringraziare questo gruppo per le soddisfazioni che ci stanno dando. E soprattutto smettere di criticare alla prima sconfitta, cercando sempre un colpevole o inventandosi critiche superflue, denigrando allenatore e giocatori che invece stanno facendo una annata straordinaria. Peccato solo non essere al Forum…contro il Barca sarebbe stato fantastico esserci !!!

    1. “Noi tifosi” era ovviamente generico, avrei dovuto dire “quei tifosi” che criticano sempre. I cosiddetti maicuntent.

  11. Anche io credo che Brooks meritasse un bel 7 oggi. In fondo torna da 6 settimane di fermo ed e’ subito nella mischia da 3 partite in EL in cui ha dato molto in difesa. Non e’ ancora tornato ai suoi livelli e oggi Tokio e’ stato quasi infermabile. Molto bene anche il furbo Leday che deve riaggiustare un po’ la mira dopo il rientro ma che ha sfiancato l’Armata Rossa con i suoi colpi sotto canestro. Che forza ‘sta Olimpia!!

  12. Un appunto su James: non rimpiango questo funambolo meraviglioso. Credo che una trentina di punti incassati dai russi siano “merito” suo.

    1. 24 di valutazione, 21 punti, 5 assist, 3 rimbalzi: se leggi il tabellino sembra una grande partita. Per capirsi, Punter ha 28 di valutazione. Le statistiche sono veramente difficili da leggere a volte…

      1. Beh, che tu difenda o che tu faccia il telepass, la statistica non lo rileva, per questo la partita va anche guardata

      2. Secondo me è la differenza, ribadita più volte, tra un fenomeno e un campione.
        Dei due James uno è un campione, Mike un fenomeno.

      3. Ovviamente, il senso è quello, la mia considerazione finale era proprio legata a quello: fra 3 anni, senza aver visto la partita, uno potrebbe guardare le statistiche e dire “Beh però caspita, James comunque li aveva tenuti in partita”, quando in realtà il bilancio sui 40 minuti credo sia stato vicino al negativo tutto considerato.

  13. Il problema maggiore, non per tornare ancora a parlare di M.James è che ieri nel CSKA ho rivisto l’Olimpia degli ultimi mesi di Pianigiani. Ognuno gioca per conto suo, anzi sembra quasi che giochino contro i propri compagni. James è un accentratore, SEMPRE, gioca la stragrande maggioranza dei palloni a suo piacimento, prende iniziative personali, spesso assurde, non mette mai in ritmo i compagni. E sembra quindi che ad un certo punti i compagni appena riescono ad avere la palla in mano, fanno da soli quasi per frustrazione per non essere stati coinvolti. E se poi si aggiunge la non difesa sistematica alla quale gli altri devono sopperire ecco spiegato. E ripeto, la stessa cosa succedeva a Milano. Poi ci sono le giornate dove fa 35 punti e fa vincere la squadra, ma quando la squadra è in difficoltà ecco le tensioni. Ci sono in EL altri giocatori “star” che vogliono la palla in mano spesso (Larkin, Shved, Wilbekin…) però mi sembra sempre che questi abbiano un atteggiamento diverso e siano più dentro la squadra rispetto a James.

    1. Ok, però calma… Il CSKA è terzo, non ottavo, e non è certo terzo *nonostante* James. Quando James gioca disciplinato, è molto più difficile battere il CSKA, come abbiamo visto all’andata. Non solo, secondo me ieri sera si è visto che James sa difendere benissimo quando vuole, soprattutto nell’1vs1, però bisogna convincerlo a farlo. E anche da statistiche quando era a Milano, le squadre di James vanno meglio quando lui NON ne mette 35, proprio perché quando ne fa 35 tende a mettere fuori giri gli altri.
      Per me la cosa peggiore di James ieri sera è successa non sul campo ma fuori, durante l’intervista all’intervallo. Lì si è capito che può essere il giocatore migliore dell’EL ma con Messina è quasi impossibile vederlo.

      1. non ho sentito l’intervista di MJ durante l’intervallo, cos’ha detto? anche i telecronisti di Eurosport ne parlavano…

  14. Ed aggiungo, che avendo visto l’Olimpia attuale, con la predisposizione di tutti a giocare COME SQUADRA, è facile capire perchè James non ci poteva stare !!! Per finire tutti quelli che criticavano Messina perchè non aveva avuto il coraggio di gestirlo mentre invece Itudis lo aveva fatto, dico che forse oggi anche Itudis si è pentito…

  15. Ripeto riguardatevi il primo quarto e concentratevi sugli otto minuti del fenomeno. Io ho contato 21 punti non contestati dello stesso che si rifiutava di difendere. Tutti ma proprio tutti gli hanno tirato sulla testa. Li hanno perso la partita.

    Dico un eresia: per l’equilibrio di una squadra come l’Olimpia che fa della difesa e del “sistema Messina” un credo, meglio avere Roll che Mike James tutta la vita. (ieri ho ammirato l’applicazione di Roll, soprattutto in difesa, e merita un 8 per quello che gli sta chiedendo l’allenatore)

    Ero entusiasta quando è arrivato, l’ho ammirato all’inizio della stagione, ma poi ho capito dai suoi comportamenti che uno così le squadre le rovina. Se penso che su questo blog per mesi si osannavano lui e Nullany mi vengono i brividi. Inoltre quel doppio taglio dice della grandezza e della competenza di Messina

    1. Però non puoi vivere di solo Roll, mentre il CSKA ha potuto vivere di James. D’accordissimo che in questa Olimpia James non ci sarebbe stato per più di un motivo, però Roll non è un finalizzatore analogo a James, ti serve comunque un altro uomo. Parliamo di uno dei 3 uomini chiave della seconda in classifica fino a 24 ore fa, non di un cesso scheggiato. Però devo dire che a Mosca mi sembra persino un filo meno sotto controllo che a Milano (e forse Pianigiani un filo di merito ce lo aveva, eh, che dite…)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Kevin Punter: Dovevamo solo mantenere la calma. Ringrazio i compagni

Kevin Punter è stato il grande protagonista del successo di Olimpia Milano a Mosca. La guardia USA ha chiuso con 32 punti
Kevin Punter

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Hines: Avevamo una missione, ci voleva questa vittoria

Le parole del grande ex di serata, dopo l'impresa dell'Olimpia Milano a Mosca

Chiudi