Messina: Disciplinati e concentrati, Datome un leader

Le parole in sala stampa del coach biancorosso, dopo la bella vittoria dell’Olimpia in Eurolega

Ettore Messina è molto soddisfatto, dopo la netta vittoria sul campo del Fenerbahce: “Abbiamo giocato una partita completa, molto disciplinata in difesa ed attaccando con il giusto ritmo, con grande difesa nel secondo e terzo quarto. Nell’ultimo quarto ci siamo un po’ rilassati, non dovrebbe accadere, ma i ragazzi meritano solo complimenti. La squadra ha giocato una partita disciplinata e concentrata. Non è mai facile battere il Fenerbahce, anche senza Vesely. Loro sono grossi, di talento e con esperienza”. 

La partita dell’ex di Datome: “Gigi ha giocato una partita fantastica, molto completa. Ha segnato, difeso e lavorato a rimbalzo. Ci ha dato calma nei momenti più difficili, è stato un leader in campo. Sono molto contento abbia giocato bene qua, dove c’è molto rispetto per lui. Sono davvero contento per lui“. 

Ai microfoni di Euroleague TV, aveva anche parlato degli zero minuti sul parquet per Michael Roll: “È un giocatore molto importante per noi, volevo giocare con guardie più grosse, visto il loro fisico. Non c’è altro, è un giocatore importante e lo vedremo nelle prossime gare“.

8 thoughts on “Messina: Disciplinati e concentrati, Datome un leader

  1. Però Kaleb non è dispiaciuto stasera, ha messo anche un tiro dalla media che mi ha sorpreso

  2. Giorgio, apprezzo il tuo commento, al di là di essere d’accordo o no sul secondo centro (io tendo a esserlo ogni partita di più) è bello leggere commenti positivi senza se e senza ma.
    Tra le aree di miglioramento direi che un po’ di killer instinct non guasterebbe, ma richiede tempo.

  3. 3/4 di gara in totale controllo poi i 6 minuti del 4Q dove l’anarchia ha regnato. Anche Messina ha lasciato fare, segno che non voleva esagerare ed imporre rigore e testa quando la partita era già in ghiacciaia. Bene così, ottimo il rientro del Chacho che se può giocare 3-4 minuti a quarto diventa irreale, ottimo Zaccaria da due, da tre, rimbalzi, difesa, una gara totale in due ruoli chiave e contro due bestiacce quali Barthel e Deverioglu. Quando questa Olimpia gioca bene in difesa automaticamente si armonizza in attacco, vedi grande condivisione, poche forzature e buone percentuali.

  4. Quando siamo al completo con i due play che si interscambiano e con Micov, Shields, Brooks e Datome a dettare legge senza forzare, siamo veramente messi bene. Leday Hines e oggi anche Tarcisio sono stati efficaci. E’ vero che oggi abbiamo incontrato una squadra senza Vesely un po’ in difficoltà ma devo dire che abbiamo giocato bene. Una partita in controllo senza spremere nessuno.
    Speriamo per giovedi, perchè oggi L’Efes si è riposato.

    PS Ho visto Nedovic e mi manca

  5. Di Nedovic ho visto gli highlights contro il Real.
    Ed è una ferita aperta, diciamolo.

    Non voglio mettere in difficoltà i nostri ospiti di RealOlimpiaMilano, ma ha giocato 33 minuti – con 27 punti contro il Real…
    E anche Guda va come un treno, senza infortuni.
    Una domanda sul nostro staff medico preparatori io sono involontariamente sempre più spinto a farmela.

    E voglio essere aperto a ipotesi accettabili. Tipo: è evidente che i lunghi mesi di stop d’inizio di questo anno solare, abbiamo permesso a Nedovic quel riposo necessario a recuperare i suoi guai muscolari.
    Ok, me lo ripeto anch’io spesso.
    Ma se un lungo riposo era tutto ciò che gli serve, perché il nostro staff non glielo ha imposto, prima di dovercene privare del tutto?
    Ecco delle domande che piacerebbe poter fare.

  6. Nessuno ha mai dubitato delle qualità di Nedovic, che ci ha ricordato anche due settimane fa, purtroppo a Milano ha dimostrato anche una fragilità impressionante. Se ad Atene dovesse giocare con regolarità per tutta la stagione allora bisognerà davvero rivalutare lo staff medico e di preparatori.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Zach LeDay: Quando ci passiamo bene la palla e difendiamo, vinciamo

Le parole dell'americano, grande protagonista del successo biancorosso ad Istanbul

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Che bella Olimpia ad Istanbul: dominato il Fenerbahce

I biancorossi stroncano l'attacco turco con una gran difesa, scappano anche a +20 e travolgono la squadra di Kokoskov

Chiudi