Messina: Male in difesa nella ripresa, per Rodriguez infortunio muscolare

Le parole del coach biancorosso in sala stampa, anche sulle condizioni del ‘Chacho’

Ettore Messina commenta così la sconfitta interna con il Panathinaikos: “Congratulazioni a loro, hanno giocato in maniera umile e solida. Hanno sempre inseguito, sono arrivati vicini nel terzo quarto e hanno completato il lavoro nel quarto”. La brutta ripresa dei biancorossi: “Noi abbiamo giocato male in difesa nel secondo tempo e non abbiamo avuto tanta creatività e fermando troppo la palla, come dimostra il basso numero degli assist. Contro una squadra fisica, non te lo puoi permettere“. 

Proprio la fisicità del Pana è stata una chiave: “Nel primo tempo avevamo difeso bene, il secondo tempo il piano non era di cambiare, ma lo abbiamo fatto perché siamo stati sempre troppo in ritardo – ha proseguito il tecnico biancorosso – Abbiamo permesso a Nedovic di penetrare almeno 20 volte, sono contento per lui che è un ottimo ragazzo ed ha avuto davvero tanti problemi fisici negli ultimi anni, ma se gli permetti di andare sempre a destra, vuol dire che non hai fatto un buon lavoro né individuale né di squadra. Ed in più ci hanno preso rimbalzi in testa“. 

Sull’infortunio di Rodriguez, assente dalla gara odierna: “Ha un infortunio muscolare, che verrà valutato nei prossimi giorni. Non sappiamo quanto starà fuori al momento“. Sperando non sia nulla di grave, anche visto che l’Olimpia è attesa da un maxi tour de force tra Eurolega e campionato a dicembre. E l’assenza del Chacho sarebbe molto pesante.

10 thoughts on “Messina: Male in difesa nella ripresa, per Rodriguez infortunio muscolare

  1. brutta sconfitta, figlia dei 50 punti concessi nei due Q finali. Come più volte sottolineato questa squadra se non difende bene perde armonicità in attacco. Nel secondo tempo la convinzione di ripetere il controllo visto contro Berlino ci ha fregato. troppi uno contro tutti tentati e poca circolazione di palla, e ci manca tantissimo Vlado ancora fuori condizione, ma in generale tutti nel secondo tempo fuori fase, anche coach Messina che ha dimenticato qualche minuto di troppo in panca Brooks e Roll. Chiaro che se loro recuperano da un -12 poi ci credono fino alla morte. Voltiamo pagina che è meglio e concentriamoci sulle due di settimana prossima, Khimki e Barcellona.

  2. Ma i preparatori atletici Olimpia sono i soliti dello scorso anno? Perché da noi nedovic sempre rotto ora lui bene e si rompono sempre i nostri

  3. Peccato averla persa, e comunque l’abbiamo persa male.

    Siamo andati avanti troppo facilmente e troppo presto di 15, e per questo motivo, per la facilità apparente, abbiamo mollato la partita come se fosse finita, e in EL non si può fare – forse non si può fare nel basket in generale.
    Io me la spiego così. A molti dei nostri è sembrato il seguito di Alba Berlino, e invece era un’altra partita.

    La difesa ha sbracato nel secondo tempo, come dice giustamente Messina, ma con 18 e 17 punti negli ultimi due quarti, anche l’attacco ha sbracato, che per il nostro potenziale quelli sono parziali piuttosto miseri – soprattutto quando la partita devi vincerla sul finale per gli episodi.

    Mi pare che mancassero le energie nervose anche ad allenatore e staff, ed è la seconda volta che ho questo sospetto, e non mi piace.
    Per esempio infatti: capisco che metti dentro Datome perché ti servono punti, ti servono soluzioni multiple per un attacco che è diventato piuttosto sterile, in questa partita, in quest’occasione, ma era facile vedere – almeno dall’esterno – che il problema non era sulle opportunità nella posizione di 4, non era da lì che sarebbero potuti venire i punti che ci sarebbero serviti, perché loro erano fisicamente superiori e piazzati bene, e perché il problema era la circolazione di palla dei nostri esterni, che non riuscivano a creare vantaggi.
    Un problema di energie nervose dalla panchina: se ti rendi conto subito a fine partita che nel secondo tempo la difesa è stata un disastro, te ne saresti dovuto rendere conto ben prima, a palla ancora in gioco, e forse l’avevi fatto, ma non hai trovato lo scatto emotivo per reagire, e provare a mettere un difensore come Brooks, e magari anche Tarczewski che stava difendendo bene, e provare a vincerla in difesa, migliorandola, invece di andare a cercare troppo a lungo soluzioni offensive nei cambi, che non hanno funzionato e non potevano funzionare, per quanto è ovvio che dirlo a posteriori è facile.
    Brooks che oltretutto aveva anche trovato perfino qualche spunto in attacco, fino a quel momento.
    Ma se il primo commento che fai è che la difesa è stata un disastro, io ti chiedo: perché non sei andato a cercare soluzioni difensive? – quando sai bene che quando questa squadra difende bene, poi i canestri li trova?…

    Proprio mentre scrivo queste note mi arriva sullo schermo un’avviso email che su EuroDevotion parlano di supponenza milanese: sono d’accordissimo, ed è in una parola sola, quello che penso di aver scritto finora qui.
    Supponenza dovuta molto probabilmente a quell’inizio di partita fin troppo brillante, dopo la brillantissima partita con Alba Berlino.
    Perché solo con quella parola, supponenza, si spiega la percentuale insolitamente bassa del nostro tiro da 3 (26,7%) che davvero non ci appartiene.
    Su 15 tiri da 3 tentati fa la differenza tra perdere una partita e vincerla comodamente.
    Non sono stati tiri ben presi, comunque, in generale.

    Punter ha fatto punti, come al suo solito, ma non ha fatto volume.
    Il secondo motore dei giochi d’attacco, l’ala piccola in punta, non ha saputo creare come al solito, sia quando è toccato a Shields, sia quando è toccato a Micov davvero fuori forma, particolarmente, è sembrato a me, per mancanza di idee.
    Dispiace perdere e dispiace scrivere queste cose, ma quando si perde secondo me c’è bisogno di capire onestamente il perché, in modo da non ripetere gli errori fatti.
    Dunque tutti sottotono a causa, ne sono convinto, di un inizio troppo brillante, che ci aveva fatto credere di avere lo scettro dell’onnipotenza in mano – inclusa la panchina che non s’è mossa nel verso giusto, forse convinta che i suoi giocatori quello scettro l’avessero davvero in mano.
    Vabbeh, peccato.
    Come ha ricordato Meneghin in chiusura di cronaca, si va ai po con 55% di w, dunque siamo pienamente in corsa, avendo 6 vittorie su 10 partite.

    P.S. Tom che mi hai fatto fare!
    Nedo ci legge, è chiaro. Non ha fatto 40 punti per fortuna, che erano ovviamente un’iperbole, ma ha fatto quelli che contano quanto contavano… 🙁
    La responsabilità di questa sconfitta è dunque tua in gran parte!

  4. @HollyParty abbiamo la stessa lettura vedo, ma hai pubblicato mentre scrivevo quindi non ti avevo letto e non ho potuto riflettere sui tuoi punti 🙂

  5. Non sarà che è finita la benzina? Succede praticamente tutti gli anni di questi tempi

  6. Eh Palmasco…

    La tua spietata diagnosi io l’ho scritta subito e in molte meno righe di te (e forse anche prima di Eurodevotion!), vai a leggertela se hai voglia.
    Ovviamente siamo d’accordo: supponenza.
    Lezione durissima di umilta’ che spero servira’.

    Su Nedo che dire, bloccato molto bene finche’ abbiamo difeso, smettere di difendere con lui e’ peccato mortale… hai notato spero anche l’assist finale, a conferma che da questo punto di vista e’ piu’ completo di Punter.

    Ma tutto questo lo scrivo perche’ quando si perde cosi’ bisogna essere lucidamente critici con se stessi (alla faccia di chi dice che noi siamo qua solo quando vinciamo) e sportivi con l’avversario, che e’ stato piu’ meritevole di noi, dall’allenatore (sono d’accordo anche su Messina appannato) all’ultimo giocatore.

    Avanti!!!

  7. Giustissimo Biancorossodasempre, è proprio finita la benzina, come sempre di questi tempi.
    Squadra troppo vecchia e allenatore troppo scarso che sfianca i giocatori nelle inutili sfide di regoular season di Lba e poi se li ritrova bolliti in euroleague…

  8. L’infortunio di Rodriguez è la semplice conseguenza di quello che sosteniamo da sempre, cioè che in LBA i vari Rodriguez, Micov, Hines e Datome devono vedere il campo con il contagocce altrimenti poi questi sono i risultati in Eurolega con l’aggravante di infortuni fisici. A novembre, in occasione dei rinvii delle partite di Eurolega, si scriveva che potevano giocare tutti in LBA perché avevamo solo un impegno a settimana, ma il nostro preparatissimo coach doveva essere lungimirante e pensare che a dicembre avremmo avuto tante settimane con 3 partite a settimana tra Eurolega e LBA con partite difficili e complicate. Evidentemente la lezione dell’anno scorso non è servita a nulla perché lui persevera negli stessi errori. E siamo solo a inizio dicembre…..

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Olimpia Milano vs Panathinaikos | Le pagelle di ROM

Sconfitta a dir poco bruciante al Forum: ecco le nostre pagelle, con alcuni interrogativi sulla gestione dell'ultimo quarto
Olimpia Milano vs Panathinaikos

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
L’Olimpia prima domina e poi si spegne: il Pana passa al Forum

I biancorossi dominano il primo tempo, poi subiscono 50 punti nella ripresa e vanno ko contro i greci. Fermata la...

Chiudi