Delaney sfata il tabù Maccabi: l’Olimpia sbanca Tel Aviv

Il canestro di Delaney regala il colpo biancorosso sul campo del Maccabi, dopo un supplementare ed una sfida tiratissima

Trentatré lunghi anni. Quelli che avevano separato l’Olimpia Milano dall’ultimo successo a Tel Aviv ed ora il tabù è stato sfatato. Il canestro di Malcolm Delaney a 3”6 dalla sirena finale del supplementare vale l’impresa biancorossa sul campo del Maccabi (86-85), al termine di un match tiratissimo e risolto solamente all’overtime, dopo un’invenzione nei secondi finali dei regolamentari, con un gioco da quattro punti di Punter per pareggiare il +4 israeliano. Ed oltre ai due protagonisti già citati, c’è uno spettacolare Hines ed anche la doppia cifra di Rodriguez e Shields. Per la gioia milanese.

Maccabi vs Olimpia Milano | La partita

Senza Datome, Moretti e Moraschini, turnover per l’ultimo, la squadra di Messina parte a rilento con qualche difficoltà vicino a canestro e brutte percentuali dall’arco. I padroni di casa provano un paio di allunghi, con Bryant e Bender, arrivando al massimo a +7, ma con Rodriguez e Micov a tenere vicini i biancorossi. Da metà del secondo periodo, la difesa milanese stordisce l’attacco israeliano, privo di Wilbekin per le tre penalità commesse, e l’AX piazza un terrificante parziale di 18-1 e vola a +11 (35-46 al 20’) il canestro sulla sirena di Delaney, dopo le prodezze di Punter, Shields e Hines

Un ulteriore canestro dell’ex Virtus vale il +13, però l’Olimpia poi si spegne ed i padroni di casa ritrovano confidenza con il canestro, anche grazie alle prodezze della coppia Bryant-Wilbekin. Il vantaggio milanese è così quasi annullato in meno di cinque minuti e, dopo un timeout di Messina, l’AX si affida nuovamente alla coppia Chacho-Hines per riprendere quota. Non segna quasi più nessuno, poi Wilbekin segna cinque punti in fila per il sorpasso a -1”02, Hunter fa +4, ma Punter inventa un gioco da 4 punti per il pari. E, dopo l’errore del n° 1 israeliano, si va al supplementare. Un botta e risposta spettacolare, con Brooks e Hunter protagonisti, prima della tripla di Rodriguez a 31” dalla fine per il sorpasso. Wilbekin non sbaglia dalla lunetta, ma Delaney regala l’urlo Olimpia, dopo l’errore da centrocampo di Caloiaro. Ed è gioia biancorossa.

Maccabi vs Olimpia Milano | Il tabellino

MACCABI TEL AVIV-AX ARMANI EXCHANGE MILANO 85-86 dts (20-18, 35-46, 53-59, 70-70)

Clicca qui per il tabellino del match

Olimpia Milano calendario | I prossimi appuntamenti

Weekend di sosta per il campionato, per gli impegni delle nazionali, mentre la prossima settimana ci sarà il doppio turno di Eurolega: l’1 dicembre il recupero con l’Alba Berlino (ore 20.45), mentre il 3 è in programma la gara con il Panathinaikos (ore 20.45). Entrambe al Mediolanum Forum. 

Maccabi vs Olimpia Milano | Le armi di Sfairopoulos

Stagione complicata per gli israeliani, che hanno solo 3 gare in patria alle spalle con record 3-7 in EuroLeague. Una gara fondamentale quella di questa sera, soprattutto per un team che dopo l’ottimo ritmo della scorsa stagione vuole le Final Four di Colonia.

Non saranno della gara Sandy Cohen e Yovel Zoosman, ritorna dopo quasi un anno John DiBartolomeo, Omri Casspi ha invece ancora bisogno di tempo prima di tornare a certi ritmi di gioco.

Il Dossier Maccabi

Quella tra Messina e Sfairopoulos è probabilmente la sfida tra i due massimi «maestri della difesa» del basket europeo, dunque diventa semplice capire quale possa essere l’arma dei padroni di casa, nettamente superiori in quanto a centimetri in campo, dunque con la possibilità di impostare la gara su chiusura del pitturato e controllo dei rimbalzi.

Non a caso il plus maggiore dei “gialli” sta proprio qui: 35.8 rimbalzi di media a partita, 10.6 in attacco. Primo e secondo posto, rispettivamente, nelle classifiche di squadra della competizione, dove Milano è quindicesima e sedicesima.

Le parole di Messina

Il quintetto più in “voga” per Sfairopoulos è composto da Scottie Wilbekin in regia, quindi Elijah Bryant come guardia e a seguire i 203 centimetri di Angelo Caloiaro in ala piccola, i 211 di Dragan Bender in ala grande e i 210 di Ante Zizic sotto il ferro. 

Peso e qualità, cui si può sommare esplosività e fisicità con Othello Hunter al post dell’ex Suns, un giocatore che i biancorossi hanno spesso sofferto in passato. 

Maccabi vs Olimpia Milano | Le armi di Messina

Olimpia Milano che è arrivata a Tel Aviv senza Gigi Datome, ma che sta mettendo da alcune gare minuti, con profitto anche, nelle gambe di Malcolm Delaney, Kevin Punter e Riccardo Moraschini.

Riprese di condizione che garantiscono ai biancorossi una maggiore qualità ed imprevedibilità sugli esterni (dove la squadra di Messina è superiore), per una circolazione di palla tesa ad allontanare i lunghi avversari dal pitturato in situazioni di uno contro uno.

Le parole di Kyle Hines

Spaziature, capacità di colpire nel mid-range con Punter e Shields, lucidità di costruzione sul lato debole: allargare il campo è la parola d’ordine, ma per farlo servirà anche ritmo, ovvero reggere a rimbalzo.

Come? Se l’Olimpia Milano è la seconda squadra di EuroLeague più efficiente dall’arco, il Maccabi è attualmente quattordicesimo con ben cinque punti percentuali in meno (40.25 a 35.61%). Tyler Dorsey, dopo il clamoroso 8/13 del quinto round con il Khimki, ha segnato 5 triple in 5 partite su 22 tentativi.

La crisi di Kaleb Tarczewski

Un dato complessivo in crescita nelle ultime uscite europee, ma che racconta di una tendenza, che può essere incoraggiata lavorando dietro maggiormente sulle linee di passaggio e concedendo più dall’arco che in penetrazione.

Resta la “stella” Scottie Wilbekin, ultimamente più nervosa e meno inserita nel sistema offensivo. Un potenziale egoismo da sfruttare.

31 thoughts on “Delaney sfata il tabù Maccabi: l’Olimpia sbanca Tel Aviv

  1. Beh la classica situazione di Davide va. Golia. L’unico modo di compensare la stazza è la velocità dare la caccia al pallone sempre come se fosse l’ultimo e impedire il gioco in area con il tagliafuori fatto anche dai piccoli. Facile per noi che stiamo sul divano. Comunque una bella sfida ma non impossibile.

  2. Vediamo. Speriamo di farcela anche se per loro la vittoria è più necessaria. Se ci fanno a pezzi nel pitturato, come temo, spero sia il via a cercare un vero centro

  3. Un vero centro?
    Abbiamo già il centro più vincente di tutta l’EL, che significa volerne uno “vero”?
    Chiedo.

  4. Da quando in una squadra di basket, che voglia competere ai massimi livelli, basta avere un solo centro di ruolo? Credo che Doc si riferisse al fatto che bisognerebbe prendere un centro vero al posto di Tarczewski. Eppure non era così difficile da comprendere…

  5. Povero Andrea, l’italiano non è mai stato il tuo forte, purtroppo si vede ogni volta di più.

    Avendo noi già Hines, che è un vero centro, se avesse voluto intendere la sostituzione di Tarczewski, come nella tua ignoranza della lingua tu credi che intendesse, avrebbe scritto: “tempo di cercare UN ALTRO vero centro”.
    Ha scritto una cosa diversa, invece, che gli ho chiesto di chiarire.

    Quindi ti prego, Andreuccio, non interferire con la tua ignoranza! Ci sono cose che non sono per te, sono aldilà della tua comprensione della lingua.
    E questo non è luogo per te, come ormai ti dovrebbe essere chiaro, disturbi e basta.

    Oppure iscriviti ai corsi online di italiano, vero Robby?

  6. @Doc sarebbe bello avere un centrone in piu’, vista la crisi di Tarczewsky (che stasera si riprendera’) ma e’ difficile trovarne uno buono, adesso. Non vorrei un altro Omic (o come si chiamava). Magari tra una quindicina di giorni si potra’ trovare un “usato sicuro” dalla nba….

  7. MIKE JAMES batte Real 74-73 (28 punti)
    Come al solito ha vinto la partita da solo, noi invece, grazie a qualcuno, perderemo in 5!!!
    GRANDE MIKE PER SEMPRE NUMERO 1 !!!

  8. Spettacolo James! ( noi però col Real abbiamo vinto meglio, se vogliamo fare i confronti dell’asilo). Viceversa, godiamoci il basket.

  9. Noi abbiamo vinto meglio giocando in 5, lui da solo visto che per qualcuno James gioca da solo e noi in 5!! Quindi è più grande l’impresa di Mike James!!

  10. Povero Palmasco, che quando non riesce a prevalere, usa l’arma dell’offesa, oltretutto a salve. Purtroppo uno dei tuoi tantissimi limiti è quello che non sai andare oltre al significato letterale della parola, perché anche un bambino avrebbe capito, tra le righe, che Doc si riferiva alla sostituzione di Tarczewski, ma il tuo obiettivo è solo quello di mettere in risalto gli errori degli altri. Peccato per te che con me non funziona perché qui non siano a Eurodevotion ahahaha

  11. Partita bellissima!! Esterni sontuosi e lunghi super comunque vada Milano c’è

  12. Anche Di.Me.ha capito il pensiero di Doc, solo il prof Palmasco, come sempre, a parte l’italiano, non ha capito perché è ritardato e bisogna fargli i disegnini in italiano per comprendere hihihihihihi

  13. E andiamo di supplementare.. che partita! Incredibile, speriamo di avere lucidità per dare qualcosa in più nell’overtime.. Vamos Olimpia!

  14. Grande grande grande Milano!
    Che ansia gli ultimi 10 min…. E che canestri Punter da 4, Chacho da 3 e Malcolm da 2!

    Hines divino, Brooks che ne piazza 5 nell’Ot.
    Mamma mia che bello!

  15. Bravo Lucio, in realtà sono di più, ma più discreti. Gli altri non meritano menzione perché è il momento della gioia, dell’adrenalina, del ringraziamento i ragazzi per il super match.
    Sprecare fiato per chi non ci crede è ingiusto per noi tifosi e per Messina e i ragazzi.

  16. Sottolinerei Brooks nel supplementare. Speriamo svolta per lui.
    Ps
    Palmasco l’hanno capita tutti a chi si riferiva vero centro. Anche oggi Tarczewski peggiore di Milano.

  17. E ora vi prego godiamoci la nostra squadra e questo sport meraviglioso.
    Lo avrei scritto comunque finisse perché poteva vincere con altrettanto merito il Maccabi.
    Ma tra le due squadre una sola ha giocato da squadra ed è la nostra.
    Quindi dobbiamo essere fieri.
    E fanculo chi vive la vita contro invece che per.

  18. Ciao Andrew e Robby, anche stavolta l’avete presa lì dove suona il vostro cronometro.
    Siete di troppo qui.
    Andate a contare i minuti di Belinelli, ma sempre in coppia, mi raccomando, che da soli fate tristezza.
    Ciao belli, shalom!

  19. Vittoria di squadra? Siamo andati all’overtime grazie a una giocata si Punter da 4 punti e abbiamo vinto ai supplementari per una giocata di Delaney…
    PS..Palmasco, mi dispiace deluderti ma dovrai sempre leggermi, sono la tua tassa ahahaha

  20. Gae oltre a non saper leggere e scrivere non sai neppure guardare oppure non capisci quello che vedi altrimenti non avresti mai scritto quest’ultimo commento. Chi ha messo in ritmo Punter e chi ha creato lo spazio lo Spirito Santo? E il canestro finale di Delaney? Spaziature e movimento dei compagni sono stati irrilevanti? Erano forse tutti fermi?

  21. Orlandoilrosso, l’errore l’hanno fatto gli israeliani, perché avrebbero dovuto fermare il cronometro facendo fallo su uno dei nostri invece di permettere a Punter canestro da 3 punti + fallo e ora parleremmo di un’altra partita. Ci è andata bene come con il Bayern Monaco..

  22. Ciao Andreuccio, noi abbiamo vinto e festeggiamo!
    Tu e le tue cazzate avete posto in altri forum, a contare i minuti di Belinelli!
    Qui non c’è posto per te, se solo una tassa, vero Robby?
    Lo senti il tic tac del rodimento? Ecco, quello è il tuo cronometro.
    Noi festeggiamo invece una grandissima vittoria.
    E non mi stupisce che tu non capisca come è maturata.
    Sei un orologiaio, e probabilmente nemmeno dei migliori.
    Ciao Andreuccio, rosica,

  23. Grande vittoria in una grande partita. Commenti tecnici e tattici li vedrei domani a mente serena.

  24. Non dare le perle ai porci, non le apprezzano, non sanno cosa sono poi le mangiano e non le digeriscono non hanno nessuna speranza poveretti

  25. ma siete bambini delle elementari per bisticciare sull’italiano? ma godersi una vittoria anzichè dover leggere ogni volta battaglie personali per divergenze di opinioni?
    è uno dei pochi posti dove vengo con piacere a leggere le notizie della nostra Olimpia ma quando scendo a leggere i commenti mi viene una tristezza infinita.
    Dopo quasi un anno e mezzo si legge ancora di Mike James, delle diatriba sul mister, su quanti giocatori fa giocare…ma smettetela…
    Non so come faccia Alessandro a non aver ancora chiuso la sezione dei commenti

Comments are closed.

Next Post

Ettore Messina: Siamo stati pronti, vittoria molto importante

Ettore Messina dopo il successo sul Maccabi: So che Milano non vinceva qui da 32 anni, ma prima o poi doveva succedere

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Marco Belinelli Virtus
UFFICIALE | Marco Belinelli firma un triennale alla Virtus Bologna!

Marco Belinelli in procinto di accordarsi con la Virtus Bologna. Ecco il clamoroso colpo di patron Zanetti per riequlibrare la...

Chiudi