Stella Rossa bestia nera, difesa da brividi, Tarczewski un caso: Olimpia rialzati!

guazzoni 18

Mi ruga tra l’inguine e il pube. Proprio lì. Svariate ragioni. Non mi piace avere bestie nere: e chi, come la Stella Rossa, ti batte 6 volte su 6 è una bestia nera. Diventano tarli mentali. Vincere avrebbe dato un bel boost in questa classifica tra mille recuperi in programma e un dicembre da vivere tutto d’un fiato. Ma, soprattutto, la nostra difesa toppa per la seconda volta consecutiva in Eurolega. 87 punti in casa: da brividi. Dopo Valencia un’altra stecca. Le attenuanti ci sono – Delaney e Punter appena rientrati – ma la costante è la stessa: senza pressione sugli esterni crolla tutto l’impianto dietro. E diventano volatili senza zucchero. Loyd e Walden ci hanno triturato con il loro atletismo. Spazzato via Rodriguez, siamo restati a galla con Roll che – alla fine della fiera – resta il nostro più solido difensore sulla palla.

Kaleb Tarczewski

DISASTRO LUNGHI. I problemi di falli di Hines hanno la propria genesi nei problemi di falli di Tarczewski. E qua bisognerebbe iniziare un discorso bello approfondito sul quasi polacco. Non sono un suo detrattore a priori (anche se preferivo Gudaitis) però serve una risposta del campo. Contro la Stella Rossa la sua partita è stata incostante, rapsodica, entropica. Parte con un fallo immediato a rimbalzo d’attacco ma poi si riscatta: 6 punti in un amen, 4 liberi segnati, presenza sotto canestro. “Prenderà fiducia”, pensano tutte le persone normali. Report dei quarti successivi: 3′ in campo, altri due falli fatti, zero rimbalzi presi, uno scippato sulla testa da Kuzmic. Roba da farsi esplodere il cranio. Il mio Pastore che lo striglia e lo toglie in maniera definitiva dalla gara a 8′ dalla fine del terzo mi piace. E’ un messaggio: o cresci e resti al passo degli oppure sono dolori. Perché finora Tarczewski è stata la vera nota dolente di tutta la stagione, proprio nell’anno in cui – con il rinnovo firmato – avrebbe dovuto avere l’autostima pompata a mille e serenità. Ecco, mi piace meno – molto meno – quando Messina risponde scazzato in conferenza sul tema: la domanda era legittima e sacrosanta, dire “non è una cosa che devo discutere con te” non è all’altezza di chi ha le capacità di spiegarcelo tatticamente e/o lanciare messaggi per colpire nel segno. Dare segnali di nervosismo non porta mai buone cose.

18 thoughts on “Stella Rossa bestia nera, difesa da brividi, Tarczewski un caso: Olimpia rialzati!

  1. Anche a me la risposta di Messina non e’ piaciuta. Non e’ da persona intelligente quale lui e’.

  2. Non è la prima volta che risponde male ad un giornalista che fa solo il suo lavoro. Oltre che essere come sempre arrogante, dimostra poco rispetto per il lavoro altrui.

  3. Andiamo dai, non mi pare giusto prendere Tarczewski come capro espiatorio: “ Perché finora Tarczewski è stata la vera nota dolente di tutta la stagione” – esagerato e ingiusto, dai…

    Ieri sera aveva anche iniziato bene, con ritrovata energia, quella che sappiamo lui ha e può dare.
    Probabilmente Messina s’è incazzato con lui perché è possibile che avesse il mandato di non fare falli, ma, ancora una volta, quelli arrivavano sotto canestro da tutte le parti: non era facile; non c’è riuscito neanche Hines; il metro arbitrale è stato decisamente di fischiare tanto.

    No, del collasso difensivo sono maggiormente responsabili gli esterni, secondo me, due dei quali per forma non ancora trovata al rientro, e il Chacho perché è il Chacho.
    Sarebbe servito tentare la carta Moraschini? Forse sì, secondo me. Non sarà in forma massima neanche lui, ma dieci minuti nelle gambe li ha.

    E 32 rimbalzi loro contro i 22 nostri sono figli dell’arrembaggio senza cancelli al nostro ferro: mentre la partita scappava via, forse sarebbe servito anche rimettere dentro Tarczewski e tentare.

    Forse sì, forse no, chissà. Troppo facile per me dirlo ora da qui. E Messina di certo non era in gran forma neanche lui.
    Che abbia lasciato trasparire la rabbia che covava è piuttosto insolito.
    Mentre noi tifosi, parlo per me, ma giurerei di non essere stato l’unico, provavamo più delusione e rassegnazione che rabbia, per questa brutta sconfitta.

  4. Risposta decisamente fuori luogo. Per il resto qui come a Valencia l’aggressione costante della difesa avversaria e la nostra difficoltà coi piccoli dietro ci ha mandato fuori giri.
    Con il sistema difensivo scelto da Messina si va sotto a rimbalzo ma si compensa forzando perde che dovrebbero portare a punto rapidi in transizione. Quando non succede però si fa tutto più duro e l’attacco non può compensare sempre.
    In questa partita secondo me poi qualche limite di lettura c’è stato. Roll meritava più spazio come Brooks e lo stesso Tarcisio.
    Delaney inoltre a questo livello non possiamo regalarlo, non avendo un altro piccolo di talento puro oltre al caschi, che, quando disinnescato ci manda nel panico. Arriverà in forma, speriamo presto.

  5. Ieri la partita è stata decisamente brutta per noi, con quella sensazione che anche a stretto contatto (-2,-3) non li avresti mai ripresi e non l’avresti mai vinta.

    Pero’ andiamoci calmi con commenti disfattisti : è chiaro a tutti che l’Eurolega è in una fase ancora totalemente instabile, e i risultati sono spesso imprevedibili e fuori logica. Un Efes che perde in casa martedi col Bayern dopo essere stato +10 nel 4° quarto.. Le numerose sconfitte di Maccabi, Real… facciamo un processo a ogni match di Efes, Real e Maccabi? Non direi.

    La stagione è appena iniziata. Abbiamo già alzato una coppa in casa di Bologna, giocando un grandissimo basket. Ora un piccolo rallentamento fisico dovuto anche ad una settimana complicata fisicamente. E si sa che il fisico e la condizione atletica oggi incidono in maniera determinante sul risultato. NESSUNO, ripeto NESSUNO, vince se non è almeno all’80% fisicamente. Non in Eurolega. E noi ieri eravamo decisamente giù di condizione.
    Capita, non drammatizziamo.

    Mi aspetto una grande reazione con lo Zalgiris e mi aspetto che i giocatori più deludenti come Tarczweski e Delaney si rimettano rapidamente sulla strada buona.

  6. Se ieri ha avuto anche il terzo incarico dopo allenatore e dirigente Olimpia, vuol dire che è bravo e va bene così , anche rispondere male dopo aver gestito male una gara. Non abbiamo perso per colpa di Messina, diciamolo chiaro, però non mi ha dato la sensazione di averci provato fino in fondo, ha seguito un piano fino a sbattere contro il muro.

  7. Ho visto le immagini della sala stampa. Non c’è spazio x l’interpretazione. Non era una risposta da dare in quel contesto. Coach Messina è un uomo che si prende sempre le sue responsabilità e mi piace pensare che poi ci abbia in seguito messo una pezza con il giornalista. Mi spiace vedere Tarcisio così poco incisivo e in balìa degli eventi ma se le prime linee vengono sistematicamente perforate il problema si sposta in area e il tributo che chi abita lì deve pagare in termini di falli è sempre pesante.

  8. Finalmente una recensione equilibrata, grazie @fra84. Partita brutta, bruttissima per tre quarti e noi fuori condizione e deconcentrati anche a causa del forzato stop europeo. Il disfattismo non.porta da nessuna parte e non abbiamo bisogno di eroi, solo di ritrovarci insieme con tutte le componenti del team. Tarczewski e Delaney sono assolutamente recuperabili, Brooks è sulla buona strada e Moretti arriverà prima o poi, speriamo presto. Il cambio sistematico se fatto come coach comanda è la migliore soluzione difensiva, stare con l’uomo inevitabilmente ti porterebbe a stamparti sul blocco e/o a lasciar passare l’attaccante come default, esattamente come è accaduto ieri sera perché scarsa condizione e spaziature sbagliate portavano inevitabilmente a comportarsi come telepass o a commettere fallo, ma con questa difesa quanto sopra è l’eccezzione non la regola, vero Tarczewski? Speriamo di onorare al meglio l’impegno di domani altrimenti i cani sciolti ululeranno nuovamente alla luna.

  9. Con questo gioco altro che autostima, il buon Kaleb starà già pensando dove andare a giocare. Che senso ha tenerlo per giocargli contro? sarò obsoleto ma a me le pagliacciate con il 5 e il 4 che portano palla non piacciono e non credo possano sostituire un gioco ben fatto.
    Poi, mi pare ABC del basket che se i piccoli non difendono i lunghi avranno problemi di ogni tipo e non per colpa loro.

  10. Penso che a quel livello una settimana di mancati allenamenti non è concepibile, altro che squadra riposata. Ieri poi ci sarebbe servito Datome maestro nel mettere i canestri importanti nei momenti difficoltà. Guardando poi al bicchiere mezzo pieno abbiamo lasciato almeno 10 punti tra lay-up incredibilmente sbagliati (quello di Delaney inconcepibile) e tiri da tre usciti dopo 3 giri sul ferro.
    Detto questo secondo me abbiamo un problema di centimetri. Tarczweski che avrebbe dovuto fare il salto in avanti lo ha fatto indietro: 12 minuti di utilizzo, 4.7 punti e 2 rimbalzi di media per un PIR di 5. Numeri da terzo centro, quello che dovrebbe essere. È un giocatore che non ragiona e che non è migliorato nella pericolosità all’interno dell’area. Ad oggi scommessa persa. Dobbiamo prendere un big man (non Omic like) sul mercato free agent NBA e Kaleb o lo tagliamo o lo teniamo come terzo centro.

  11. Massima solidarietà al giornalista allora. Sarebbe stato assurdo non fare la domanda. La risposta mi pare una via di mezzo tra l arrogante e il maleducato. Che a caldo ci può anche stare. Pero poi da 1 come Messina mi aspetterei una rettifica. Ste uscite me le aspetto da Ataman. Non da Messina.

  12. Dubito che Messina rettifichi o chieda scusa per il suo comportamento perché non è nel suo stile. Non credo che Datome avrebbe potuto cambiare l’esito della partita e la sua assenza non può essere un attenuante visto che abbiamo vinto contro il Real Madrid senza ben 3 giocatori come Micov, Delaney e Punter.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Gianni Petrucci: Messina è una guida, una persona dotata di visione

Su La Gazzetta dello Sport Gianni Petrucci commenta la salita di Ettore Messina sullo scranno del CNA federale
Olimpia Milano Serie A

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Danilo Gallinari
Danilo Gallinari, dopo gli Hawks anche OKC tenta il colpo gobbo

Danilo Gallinari avrebbe sul piatto un ricco triennale da parte degli Atlanta Hawks, come riportato da Sportando. Ma OKC…

Chiudi